Cerca

Mister 2 per cento

Gianfranco Fini e l'uva
Ora Alfano è tornato senza quid

Angelino gli ha detto no e il presidente della Camera perde la testa: "Così il Pdl ha già perso". E attacca pure l'amato Monti...

In pochi giorni da amante di alfano a zitella acida. Fini torna a fare il criticone perchè non digerisce il no di Angelino
Gianfranco Fini e l'uva
Ora Alfano è tornato senza quid

"Alla pensione non ci penso anche se avrei maturato i requisiti". Gianfranco Fini dal salotto di casa Casini, il Messaggero, puntualizza due cose. La prima è che lui da parte non si fa e vuole restare attaccato alla poltrona di parlamentare. La seconda invece è che ha ripreso a fare il suo sport prefrito: criticare il Pdl. Guarda caso Gianfranco ricomincia a fare il criticone dopo che Angelino Alfano gli ha sbattuto la porta in faccia. E sul segretario del Pdl comincia ad andare giù pesante. "Non capisce, o forse finge di non capire per la mancanza del quid. Io mi riferivo ad un centrodestra dal consenso doppio all'attuale, che invece si è dissolto". Ora Fini dice ad Alfano di non avere il quid necessario. In più lo attacca pure sulla sua visione per le alleanze. Come dire, tutti non valgono niente senza di me. "In questo modo il massimo delle alleanze che Alfano può fare è con la Lega di Maroni e la Destra di Storace". In più Gianfranco è pure scettico sul futuro dello stesso Alfano: "Vincerà sicuramente le primarie, ma non so se farà il candidato premier. In questo modo Alfano dà vita ad un Pdl che ha già perso". Insomma è bastato un semplice "no" di Angelino per far ricambiare idea a Fini. Alfano è tornato senza quid, sta dando vita, secondo Gianfranco ad un Pdl senza futuro e fa alleanze poco appetibili. e pensare che solo qualche giorno fa il leader di Futuro e libertà aveva proprio fatto una serenata sotto il balcone di Alfano. Il mattone in testa che ha ricevuto, però, deve avergli fatto perdere l'orientamento. Tanto che ne ha persino per l'amato Mario Monti. "I suoi ministri sono insensibili nei confronti dei malati di Sla e hanno annunciato la tassazione delle pensioni di guerra nel giorno dell'anniversario di Nassirya". Tutti hanno colpe tranne lui. Per Fini il Pdl e chi lo vuole fare fuori è diventato come l'uva per la volpe. Solo che lui rischia stavolta di non assaporarla più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aranciacasa

    aranciacasa

    14 Novembre 2012 - 09:09

    sarà quel che è, però quando parlava di assenza di democrazia interna, di una linea di partito, dei problemi del PDL tutti a dargli del cazzaro. Adesso che il partito è morto un suo ritorno sarebbe risibile ma i problemi che aveva posto sono tutti lì, sul tavolo, ignorati certo, ma lì restano. E non si risolvono con un colpo di bianchetto sul simbolo e sul nome.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    14 Novembre 2012 - 07:07

    L'unico che ha perso alla grande è proprio Giuda.Dal 2013 NON ne sentiremo parlare mai piu'.

    Report

    Rispondi

  • giorgio_collarin

    13 Novembre 2012 - 21:09

    fini-to o in-fini-to, questo è il dilemma??? montezemolo lo inserirà nella sua squadra per farlo correre come politico di razza o come cavallo bolso!!! gatto dalle sette vite!!! schiodarlo dallo scranno, impensabile!!!

    Report

    Rispondi

  • hilander

    13 Novembre 2012 - 20:08

    poteva aspettare la fine della legislatura per il rispetto di tutti,sicuramente grillo ringrazia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog