Cerca

Grande finanza schierata

Goldman Sachs tira la volata a Monti

L'istituto di cui il premier fu consulente pronostica: "L'Italia sarà la sorpresa del 2013". E intanto piazza un suo uomo alla Banca d'Inghilterra
Goldman Sachs tira la volata a Monti

 

di Sandro Iacometti 

Se è vero che gli amici si vedono nel momento del bisogno, il soccorso di Goldman Sachs a Mario Monti non poteva mancare. A pochi mesi dalle elezioni la potente banca d’affari americana, che ieri ha aggiornato il suo già fitto scacchiere con la nomina di Mark Carney (13 anni in Goldman prima di approdare alla Banca centrale del Canada) alla guida della Banca centrale d’Inghilterra, ha messo in circolazione un report che definire generoso non è azzardato. In uno scenario ottimistico per l’intera Europa, scaturito principalmente dalle iniziative del presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, manco a dirlo un altro Goldman Boy, gli esperti della banca di Wall Street, non escludono che l’Italia possa rivelarsi la «sorpresa» del prossimo anno. Certo, nel report si ammette che il Paese ha «toccato il fondo» in termini di crescita e che, quindi, la ripartenza sia in qualche modo inevitabile. Ma l’analisi dei superesperti di finanza va oltre la previsione di un semplice percorso obbligato. Per l’Italia sembra a portata di mano un possibile inaspettato rimbalzo dell’economia, che spinge la banca d’affari ad accostare addirittura il nostro listino azionario a quello dei mercati più interessanti del momento, come Cina, Russia e Brasile. Previsione che non può essere presa troppo sottogamba, considerata che a sottoscriverla è il presidente di Godman Sachs Asset Management, Jim O’Neill, proprio l’economista a cui si deve l’invenzione dell’acronimo Bric per indicare i Paesi emergenti (Brasile, Russia, India e Cina). I rischi collegati allo scenario nella periferia della zona euro, ovviamente, restano. 


Leggi l'articolo integrale di Sandro Iacometti
su Libero in edicola oggi, martedì 27 novembre

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    27 Novembre 2012 - 17:05

    Osservi con attenzione ciò che sta succedendo in Egitto. Tutto ciò è l'epilogo del popolo con la pancia vuota. RIFLETTA SE CE LA FA.

    Report

    Rispondi

  • ortensia

    27 Novembre 2012 - 14:02

    ..... prima di Obama. Adesso le cose stanno cambiando anche la' perche' la vera ambizione dell'attuale presidente e' di trasformare l'america in un paese socialista con i nullafacenti all'ingrasso per merito dei food stamps e i ricchi sempre piu' magri.

    Report

    Rispondi

  • bornfree

    27 Novembre 2012 - 14:02

    Questi sono fatti, non é un film. La Goldman Sachs sta riuscendo ad avere le sue pedine in tutto lo scacchiere mondiale. La realtá é orribile: basta vedere quello che hanno fatto Monti e Draghi. Tutti i politici, nazionali ed internazionali, però tacciono ed assecondano. Per loro, vendutisi alla grande finanza, va bene così. Quando la finanza domina sulla politica, é la fine della democrazia. Proprio quello che è successo e sta succedendo.

    Report

    Rispondi

  • ortensia

    27 Novembre 2012 - 14:02

    Gli amici degli amici ci stanno fottendo tutti. Chissa' come se la ridono di noi alle loro riunioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog