Cerca

Show a cinque stelle

Le primarie online di Grillo come la Corrida.
Ecco i video: "Perché mi candido? Boh..."

Nelle videocandidature per le politiche del 2013 si trova di tutto. I candidati parlano dei propri figli, di biscotti, di somari a scuola, ma su politica e programmi nemmeno una parola

Video e discorsi amatoriali che mostrano il volto dei grillini. Il messaggio di Beppe galvanizza gli attivisti. Ma loro sembrano non avere argomenti
Beppe Grillo

Beppe Grillo

Le "parlamentarie" del Movimento cinque stelle sono in corso e si chiuderanno online domani. C'era attesa per vedere finalmente le facce dei grillini che si candideranno alle politiche del 2013. Chi sono i 1400 attivisti che con tanto di videospot si raccontano agli elettori del Movimento cinque stelle? Dando un'occhiata ai video bisogna dire che le presentazioni riocordano tanto i provini del Grande Fratello. Non quelli ufficiali ma quelli commentati ogni settimana dalla Gialappa's. C'è chi comincia il video inquadrando un divano vuoto, c'è chi invece pensa che il movimento abbia una forza innovativa che condurrà il paese in una nuova era come quella annunciata dai maya. A voler essere maledettamenti "normali" a volte si rischia di essere ridicoli. Così i candidati alla Camera e al Senato del M5S sembrano prepararsi più per la puntata finale di XFactor che per un turno elettorale. I video sono un mix di foto del matrimonio, bambini che incitano al voto, e lunghissimi monologhi senza la minima idea di un programma politico. Poca enfasi, frasi appese al filo dell'inconcludenza, inquadrature e livelli audio da sperimentazioni tecnologiche del 1970. Poi ci sono i silenzi, lunghi e imbarazzanti. La location dei video è la più casuale possibile. Salotti, cucine, finti studi televisivi, parchi e divani vuoti. C'è chi non nasconde di essere stato un somaro a scuola, chi non sa cosa fare una volta arrivato in parlamento e chi ammette tristemente: "C'ha ragione chi dice che siamo populisti, perchè quello siamo, populitsi", il tutto detto con un accento romanesco testaccino. Poi c'è chi fa il geometra, chi l'impiegato, chi l'imbianchino o il "manovale". La cosa importante è dire che si hanno 3-4 figli, che si sanno fare i biscotti, ma nessuno risponde all'unica domanda che conta: "Perchè ti candidi?". E soprattutto: "Cosa vuoi fare appena eletto?". Lì silenzi e tanti dubbi. Gli stessi che guardando solo qualche video avranno il resto degli italini su Beppe Grillo e il suo Movimento. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luan

    21 Febbraio 2013 - 20:08

    Fanno ridere di piu'(o piangere)certi personaggini del PDL

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    06 Dicembre 2012 - 00:12

    lasciate stare il paragone con X-Factor che è un programma serio i cui concorrenti sono giovani talentuosi, capaci e seri. Questi del Movimento5Stelle li vedrei bene a Zelig, Colorado Cafè oppure al circo in qualità di pagliacci senza arte ne parte!!! Ma sto Parlamento vogliamo o no riempirlo di esseri umani? Grillo con queste sue stronzate affonderà per sempre, lui e gli psicopatici che lo circondano. Basta vedere le gesta degli idioti a 5 stelle che sono già stati eletti.

    Report

    Rispondi

  • Gabor Bonifazi

    05 Dicembre 2012 - 20:08

    Il termine Parlamentarie riporta incredibilmente ai Littoriali, ai Ludi giovanili ma anche ai Ludi cartacei.

    Report

    Rispondi

  • Royfree

    05 Dicembre 2012 - 20:08

    pare un esempio di grande democrazia. Persone semplici, idee semplici e a volte stupide e incredibilmente vere. Ma chi dovremmo votare, quelli vestiti per bene e che parlano senza farti capire niente e hanno il solo unico scopo di rubare e truffare? Chi dovremmo votare, Monti e la sua combriccola di furfanti banchieri? Oppure a Bersani e i vecchi estremisti rossi? No, meglio Fini, lui ragiona bene ed è ben vestito. Ma fatemi il piacere!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog