Cerca

L'affondo

Berlusconi: "Italiani, non votate i piccoli partiti, pensano solo ai piccoli leader"

Il Cav al Tg5: "I moderati sono la maggioranza, e il loro unico partito è il Pdl. Nessuno ha fatto più riforme dei miei governi"
Berlusconi: "Italiani, non votate i piccoli partiti, pensano solo ai piccoli leader"

Un altro attacco diretto a Fini, Casini e Montezemolo. Silvio Berlusconi torna alla carica e intervistato dal Tg5 si appella agli italiani: "Si devono concentrare sui gradi partiti perché i piccoli hanno dato cattivissima prova". Secondo il leader del Pdl, che attende una risposta di Mario Monti alla sua proposta di candidarlo premier dei moderati, "i ccoli partiti non agiscono nell'interesse del Paese ma di piccoli leader". Tutto a questo mentre Casini e Montezemolo, guarda caso, stanno preparando due liste per sostenere il Monti-bis.

"Niente frazionamento" - "Gli italiani convoglino il loro voto sul nostro partito, il Pdl, che è l'unico partito del centrodestra, dei moderati. Il Pdl può tenere insieme tutti i moderati, che da sempre sono la maggioranza del Paese", ha ricordato Berlusconi. Nessun riferimento alla Lega, che per bocca del segretario Bobo Maroni avrebbe detto sì ad un'alleanza con il Pdl ma senza sostegno a Monti. Il voto utile, spiega Berlusconi, "è importante perché altrimenti si accentua l'ingovernabilità. Un Parlamento frazionato allunga i tempi di approvazione delle leggi". 

"Come me nessuno mai" - Berlusconi ha poi ricordato i successi ottenuti dal suo Governo tra 2008 e 2011 e ancora prima, tra 2001 e 2006: "Abbiamo portato avanti 40 riforme. Non abbiamo aumentato la pressione fiscale e abbiamo abolito l'Ici. Abbiamo aumentato le pensioni a 3 milioni di persone. Abbiamo realizzato opere pubbliche, ad esempio la Tav da Torino a Salerno. Abbiamo fatto una splendida politica estera: la Russia è entrata nel mondo occidentale nel 2002, a L'Aquila Obama e Medvedev hanno firmato la riduzione delle armi nucleari, abbiamo operato sulla crisi fra Russia e Georgia. Abbiamo ottenuto all'estero miliardi di lavori per le imprese italiane". Anche queste carte finiranno sul tavolo delle prossime politiche, partita a poker in cui non è ancora chiaro il ruolo di Monti: bluff o no?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Arsenio65

    25 Dicembre 2012 - 02:02

    ....han fatto grossi disastri. Gli Italiani voteranno chi li rappresenta meglio, ed ora sono incazzati davvero.

    Report

    Rispondi

  • adadamiani

    21 Dicembre 2012 - 01:01

    silvio ci mancavi e tanto, siamo e saremo sempre al tuo fianco, vedrai che vinceremo, e bando ai traditori ,lucifero li aspetta nel cocito.carolus

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    17 Dicembre 2012 - 16:04

    oggi si aggiudica il premio in palio il sinistro in oggetto perchè dare del "pezzente" a Berlusconi significa essere un pirla.Come punizione le è fatto divieto assoluto di avere rappori sessuali per i prossimi mille anni nella speranza che non abbia fatto già danni irreversibili.Se proprio dovesse avere necessità impellenti vada da un travestito o equiparato.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    17 Dicembre 2012 - 09:09

    Cioè? Nemmeno per lui?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog