Cerca

Cinquanta giorni al voto

Elezioni europee: dentro Alfano e Lega, fuori Tsipras e Monti

Sondaggio Ipsos: gli anti-euro non sfondano, tiene Forza Italia

Entrano in cinque. A cinquanta giorni dalle elezioni europee del prossimo 25 maggio, un sondaggio Ipsos per il Corriere della Sera dà una boccata di ossigeno al Nuovo centrodestra di Angelino Alfano, dato quasi sempre sotto la fatidica soglia del 4%, che dà accesso al Parlamento di Strasburgo, nelle consultazioni di queste settimane. Pagnoncelli, invece, dà l'Ncd alleato ai Popolari al 5,7%, con 5 europarlamentari. Meglio, andrebbe, il partito guidato dal ministro dell'Interno di Renzi, anche della Lega Nord, data al 5,3% che le darebbe 4 seggi a Strasburgo. Tiene anche Forza Italia, con un 21,1% delle preferenze che sarebbe appena mezzo punto sotto il risultato delle politiche 2013, che venne allora considerato un grande successo.

Certo, il Pd mostra di aver ampiamente incassato il "dividendo-Renzi" con un 33,3% che non è solo irraggiungibile per tutte le altre forze politiche, ma è anche quasi otto punti sopra il risultato del febbraio dello scorso anno. Ma il risultato aggregato delle forze di centrodestra (Forza Italia e Ncd correranno divise per Strasburgo ma alleate invece in molti comuni dove si vota per le amministrative) è davvero incoraggiante, visto che considerando anche l'apporto della Lega e di Fratelli d'Italia-An, la coalizione opposta al centrosinistra arriva sopra il 35%. Bocciate, invece, la lista "comunista" che fa riferimento al greco Tsipras, che arriva appena sopra il 3%, e Scelta civica, che col 3,8% è ben 4 punti e mezzo sotto il già deludente risultato delle ultime elezioni politiche.

I 5 Stelle si fermano al 21%, in linea col risultato delle politiche, a conferma che la linea anti-europeista a 50 giorni dal voto sembra tenere ma non sfondare nonostante i proclami di Grillo. Il primo partito, secondo Pagnoncelli, sarebbe comunque quello dell'astensionismo, con appena il 46% degli aventi diritto che si dice certo di andare alle urne, contro il 62% di cinque anni fa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tobyyy

    06 Aprile 2014 - 15:03

    Toby - Questi zozzi comunisti di casa nostra, debbono mettersi bene in testa, che Berlusconi, sarà sempre forte, nonostante tutte le cattiverie, ingiustizie, trappole e sgambetti che gli hanno teso e che tanto, vada come vada, prima o poi pagheranno con tanto di interessi...!

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    06 Aprile 2014 - 15:03

    Toby x il compagno tristano, non solo il cui pseudonimo è tutto un programma, ma che ancora insiste a non vergognarsi di essere comunista, nonostante sia caduto da tempo l'odioso ed insanguinato muro di Berlino...!

    Report

    Rispondi

  • tristano.libero

    05 Aprile 2014 - 12:12

    Ma non vi accorgete di essere ridicoli con questi sondaggi farlocchi ? Solo ieri piangevate perché FI era caduta al 16,9% ed oggi il pregiudicato ha già guadagnato oltre 5 punti ? Comunque conoscendo gli italioti che votano berlusconi potrebbe anche essere: si sono fatti intenerire dalla "ginocchite"

    Report

    Rispondi

    • vinzuc

      05 Aprile 2014 - 14:02

      Ma come cazzo ti permetti, decerebrato, a giudicare in questo modo chi vota per Berlusconi? Maleducato, stupido semianalfabeta! Col telefonino in mano però ancora all'età della pietra!

      Report

      Rispondi

  • pinux3

    05 Aprile 2014 - 10:10

    Ma Pagnoncelli non era inaffidabile in quanto sondaggista "comunista"? Poi qualcuno informi l'articolista che la coalizione di cdx in realtà non esiste, vedi quello che sta avvenendo per le elezioni regionali in Piemonte...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog