Cerca

Voltafaccia

Bondi: Forza Italia ha fallito, sostengo Renzi

Lettera dell'ex coordinatore azzurro a La Stampa: "Il partito azzurro non esiste"

Bondi: Forza Italia ha fallito, sostengo Renzi

Se non è l'addio definitivo a Forza Italia, poco ci manca. Perchè Sandro Bondi, in una lettera inviata oggi al La Stampa, dice di considerarsi "un osservatore ormai esterno alla politica". E da quella posizione, facendo seguito alle critiche mosse al partito azzurro pochi giorni fa, rincara la dose, dicendo papale papale che "il centrodestra è privo di una strategia per il futuro".

L'ex coordinatore del partito ed ex ministro della Cultura salva solo Silvio Berlusconi, "il cui carisma è tuttora capace di produrre esiti inaspettati e sorprendenti". Ma oltre c'è il nulla, perchè "il suo partito in quanto comunità di valori e solidarietà è assolutamente assente". Il governi guidati dal Cavaliere hanno fallito nell'attuare una rivoluzione liberale "perchè i principali alleati di Berlusconi, da Fini a Casini, da La Russa a Bossi erano tutto fuorchè liberali". Per questo, Bondi nemmeno nomina, parlando di centrodestra, i Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, eredi di quella destra che fu An e poi confluì nel Pdl. Certo, le sue responsabilità le ha pure l'ex ministro dell'Economia Giulio Tremonti, che "forte di un rapporto privilegiato con la Lega, ha imposto di fatto le sue concezioni, le sue ricette e persino le sue idosincrasie all'intera compagine di centrodestra con risultati molto discutibili".

In pratica, c'è solo Renzi, che, scrive Bondi a La Stampa, "sta a Berlusconi come Blair sta alla Thatcher, che però a differenza di Berlusconi la rivoluzione liberale la fece davvero". E con Renzi, il Cavaliere dovrà misurarsi anche dopo il risdultato delle elezioni europee, qualunque esso sia: "Dovrà scegliere se contrastare il suo impeto riformatore e modernizzatore oppure incalzarlo e sostenerlo in un'opera di cambiamento dal cui fallimento nessuno beneficierebbe. Mi piacerebbe - prosegue Bondi - che Berlusconi dicesse chiaramente che se Renzi farà delle cose giuste lo sosterrà e che lo criticherà con fermezza solo se non manterrà fede alle sue promesse di cambiamento e di modernizzazione dell'Italia". Forse che dopo le elezioni Bondi voglia approdare alòla sponda renziana? D'altronde, prima che forzista, lui era stato comunista. E Renzi sta certamente molto più a destra del vecchio Pci.

in serata è Bondi stesso, con una nota, a correggere il tiro: "Sono molto dispiaciuto e amareggiato che la mia analisi sia stata male interpretata". Una analisi che mirava a rafforzare il partito, garantisce, per poi concludere: "La mia presenza in Forza Italia e la mia lealtà nei confronti del presidente Berlusconi non sono e non saranno mai messi in discussione". D’altra parte, già nel pomeriggio Giovanni Toti aveva messo in chiaro: quelle di Bondi sono posizioni personali e quindi non rappresentano la «linea politica del partito».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biemme

    27 Maggio 2014 - 19:07

    Un altro mediocre ed incapace personaggio. Forse il più grande dei ruffiani di basso spessore che Berlusconi amava tenersi vicino. Un altro traditore che deve tutto al grande Capo ma lo colpisce alle spalle quando lo vedono in difficoltà. Quando la nave affonda i topi scappano. Bondi era meno di un topo.

    Report

    Rispondi

  • mabo20131938

    26 Maggio 2014 - 11:11

    I topi che abbandonano la nave che affonda - o ritendono stia affondando - è una vergognosa costante nella vita politica nostrana. La questione dirimente è il rimanere fedeli ad una visione della società ed al movimento che si sforza di rappresentarla, con minore o maggio successo, ma ciò dipende da molti fattori. Aderire ad un partito che è l'antitesi di questa visione liberale, è tradire.

    Report

    Rispondi

  • cesare46

    24 Aprile 2014 - 13:01

    Come tutti anche questo impacciato, imbranato, è svelto solo a saltare da una poltrona all'altra. MA BASTAAAAAAAAAA SALTIMBANCO Andate al "cirque du soleil" vi assumono come i migliori saltimbanco del mondo.

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    24 Aprile 2014 - 10:10

    Ma cosa aspetti ad alzare i tacchi e sparire? Vai nel Ncd lì si che hai un futuro, sì da pensionato!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog