Cerca

Mose, la Giunta della Camera vota "sì" all'arresto di Galan

Mose, la Giunta della Camera vota "sì" all'arresto di Galan

La Giunta per le Autorizzazioni della Camera ha votato a favore della richiesta di arresto emessa dal tribunale di Venezia nei confronti del deputato di Forza Italia, Giancarlo Galan con 16 voti favorevoli e 3 contrari. I commissari a maggioranza hanno quindi confermato il parere del relatore Mariano Rabino (Sc) che non aveva rilevato fumus persecutionis nell’operato della magistratura nei confronti dell’ex governatore del Veneto, nell’ambito dell’inchiesta degli appalti truccati del Mose. Insomma di fatto Galan viene "consegnato" nelle mani dei magistrati che indagano sulle mazzette per il Mose di Venezia. Sono 16 i voti a favore, 3 quelli contrari all’arresto, mentre il presidente della Giunta, Ignazio La Russa, non ha votato. Nel dettaglio, a favore dell’arresto si sono espressi Lega, Pd, Scelta Civica, Sel e Cinquestelle. Contrari, Forza Italia, Ncd e Psi. 

La Giunta - "Non può e non deve sovrapporsi all'autorità giudiziaria nel valutare se le predette conclusioni siano condivisibili, né se la custodia in carcere sia necessaria o opportuna. Deve invece limitarsi a verificare se la coerenza logica tra fatti, riscontri e qualificazione giuridica delle condotte, coerentemente ad uno sviluppo investigativo e procedimentale che non sembra affetto da fumus persecutionis, conduca a formulare una richiesta di misura cautelare plausibilmente motivata", afferma il relatore Rabino. "E questo - ha osservato rabino - è il mio convincimento nel caso concreto, che poggia le basi sull'esigenza di affermare il principio di uguaglianza tra i cittadini. E, dunque, non potendosi riconoscere alcun privilegio personale per i membri delle camere, deve esserci parità di trattamento tra il parlamentare e coloro che sono stati colpiti da misure cautelari nella medesima ordinanza, alcuni dei quali peraltro hanno già ottenuto modifiche migliorative della misura adottata nei loro confronti da parte del tribunale della libertà".



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andresboli

    11 Luglio 2014 - 08:08

    basta privilegi!!! vada in galere e dimostri la sua innocenza (se ci riesce), possibilmente in tempi rapidi!

    Report

    Rispondi

  • antari

    11 Luglio 2014 - 07:07

    Dai, mandiamo un altro padano in galera? Non ci conterei troppo pero', il caso di Renzo Bossi la dice lunga! E la realta' e' che in Italia in galera non ci va quasi nessuno, figuriamoci un politico LADRO...... quindi se il politico ci va... e' colpevole al 1000%! PS ma questa gente non si vergogna a comprare le lauree in Albania?

    Report

    Rispondi

  • gianbus52

    11 Luglio 2014 - 03:03

    prima bisogna vedere se è vero secondo Pennati ha preso le tangenti il fatto non sussiste per la magistratura politicizzata per che Pennati ha dato le tangenti prese al pd allora che arrestino tutto il partito democratico per modo di dire democratico

    Report

    Rispondi

    • numetutelare

      11 Luglio 2014 - 14:02

      In effetti a forza di fare i forcaioli sbattiamo in carcere gente che poi viene assolta e lasciamo fuori i delinquenti legalizzati ben noti. Non solo, ma facciamo in modo di rovinare mediaticamente chi non é politically correct e schermiamo o premiamo gli incapaci abituali ben noti anche in magistratura. Dove può andare un popolo con un governo da operetta come il nostro?

      Report

      Rispondi

      • bruno osti

        12 Luglio 2014 - 10:10

        cosa c'entra il Governo? è la Magistratura che ti sbatte o no in galera; e il Governo non comanda la Magistratura; e se si tratta di Parlamentari, è il Parlamento che decide se la Magistratura può o meno arrestarli. Ma dove vivi, su Marte?

        Report

        Rispondi

  • kobra12

    10 Luglio 2014 - 18:06

    Si spera non sia neanche l'ultimo, il Parlamento è pieno di ladri!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

    • gregio52

      10 Luglio 2014 - 18:06

      Non pieno ... sono i ladri legalizzati di questo paese, le persone che maggiormente approfittano della propria posizione per EVADERE IL FISCO. Naturalmente per sbaglio o perché qualcuno gli vuol incastrare, loro sono "angeli".

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog