Cerca

Dopo il Jobs act

Caos Fi, tutti contro Gasparri, Nitto Palma: "Maurizio inquisitore sovietico"

Caos Fi, tutti contro Gasparri, Nitto Palma: "Maurizio inquisitore sovietico"

Caos in senato, versante Fi: ci sarebbe del nervosismo neanche troppo velato tra gli azzurri dopo le sanzioni comminate dal Consiglio di presidenza nei confronti di alcuni di loro per il comportamento tenuto durante la seduta per la fiducia sul Jobs act. Il senatore Ciro Falanga ha confermato in aula di essersi autosospeso dal gruppo "per la mancata opposizione dei membri Fi nell'organismo al provvedimento nei suoi confronti", in soldoni perchè, a detta sua, nessuno dei forzisti l'ha supportato nella protesta.

J'accuse - Non pago dell'autosospensione, la furia del Falanga si riversa nei confronti del senatore Maurizio Gasparri, rimproverandolo di ragionare in termini politici anziché giuridici, cosa piuttosto evidente a detta del primo, che velenosamente ripercorre la carriera di Gasparri bollandolo per uno che "all'età di 18 anni dopo la maturità abbandona gli studi per dedicarsi totalmente alla politica". Il vice presidente del Senato, presa la parola dai banchi di Fi, ha replicato senza citarlo direttamente, ma ha sottolineato che "stiamo in Parlamento e non in Tribunale, o in quel Csm al quale qualcuno avrebbe ambito".

Gasparri neo soviet - Finita lì? Neanche per sogno, anche perché a parlare è pure il presidente della commissione Giustizia Francesco Nitto Palma che punta il dito contro Gasparri, evocando addirittura l'inquisitore sovietico per eccellenza, Anfrej Vysinskij. Nell'intervento di oggi Gasparri aveva infatti rivendicato in aula la correttezza delle sanzioni comminate due giorni fa dal Consiglio di Presidenza e, conseguentemente, quella del suo voto favorevole a tale provvedimento. Da lì il delirio, Nitto Palma parte in quarta e nessuno lo ferma più: "Prendo atto che Gasparri, che è vice presidente del Senato in quota Forza Italia, si pone in netto contrasto con quanto affermato ieri dal presidente e dal vice presidente vicario del gruppo Forza Italia, Romani e Bernini. Ciò, però, che sconcerta è che Gasparri ha affermato e riconosciuto la natura squisitamente politica di tali sanzioni, per la cui irrogazione, quindi, non sarebbe necessaria una specifica competenza giuridica. Sconcerta perché, attesi i suoi trascorsi politici, non mi aspettavo che il senatore Gasparri, novello Vysinskij, fosse un estimatore della giustizia sovietica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rossodisera

    16 Ottobre 2014 - 17:05

    Oh, ma cianosecco, sei morto, qui va tutto a puttane e tu, dopo aver rotto i coglioni per anni, mo te ne stai zitto. Che? mo ti vergogni.

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      17 Ottobre 2014 - 11:11

      non solo lui: piccione, unghia, Futuro Libero, 654321 LaManoSinistraDelBlog, Asvedommia, carretto del barone, il fosco del borgo, tigrin della sassetta, bisnonna, tubini e consorte, raucher, pasquino, afadri, pinet47, poldo12, antikomunista10 (anche se lui è inutile), violacea, vin43, i meloni, Leonhardo, maxgarbo, Ortensia, Rocambole, Testa di montone, Gancherro, Toby-bau e via maldestreggiando

      Report

      Rispondi

  • andresboli

    16 Ottobre 2014 - 16:04

    Nitto Palma contro Gasparri!!! mi mancano le parole per definire questo interessantissimo scontro. che tempesta di cervelli, cioe di magna magna sulle spalle degli italiani!!

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    16 Ottobre 2014 - 16:04

    volano gli stracci in Farsa Italia

    Report

    Rispondi

  • tingen

    16 Ottobre 2014 - 16:04

    Non si capisce cosa abbia fatto di male Gasparri, comunque agli elettori vicini al centrodestra fa sempre più male questa Forza Italia, di questo passo questa Forza Italia voluta da Berlusconi e dal cerchio magico alle prossime elezioni non va oltre il 5-10%.

    Report

    Rispondi

blog