Cerca

Intanto continuano le polemiche

Roma, trascritte sul registro 16 nozze gay. Campidoglio blindato

Roma, trascritte sul registro 16 nozze gay. Campidoglio blindato

Quella di oggi è una giornata storica a Roma: in Campidoglio sono state trascritte le nozze gay contratte all'estero, atto fortemente voluto dal sindaco Ignazio Marino in risposta ai divieti del ministro Angelino Alfano e del prefetto Giuseppe Pecoraro. Il Campidoglio è blindato, con agenti di polizia schierati e un flash mob organizzato dal Nuovo centro destra, che sta provocando il caos nella piazza romana.

Le testimonianze - All'interno della sede del Comune, invece, il clima è di festa, per le sedici coppie omosessuali che si sono sposate all'estero. Le prime nozze trascritte nel registro sono quelle di Marilena Grassadonia e Laura Terrasi: le due si sono sposate a Barcellona nel 2009. "E' una giornata molto importante, un gesto politico di civiltà e rispetto per le nostre famiglie: un riconoscimento pubblico". Francesco Paolo Di Mille e Luca Possenti, sposati in Canada tre anni fa, si sono presentati al Campidoglio con la loro bambina Lara: "Ha due papà e non possiamo più aspettare, dobbiamo essere riconosciuti come genitori anche in Italia".

Sindaco contro prefetto - Il sindaco Marino ha affermato: "E' uno splendido sabato mattina, ma dobbiamo anche pensare che sia un giorno normale, perchè noi crediamo che tutti abbiano gli stessi diritti. Quale diritto è più importante di poter dire al proprio compagno o compagna 'Ti amo'?". In Italia serve un percorso affinchè le leggi possano permettere a tutti di avere gli stessi diritti". Il primo cittadino della Capitale non si è preoccupato della lettera di diffida, arrivata ieri dal prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, che lo ha invitato a rinunciare, altrimenti “potrebbe rendersi necessario l’annullamento ufficiale delle trascrizioni”.

La condanna di Alfano - In un post su Facebook, Angelino Alfano ha commentato quanto accaduto oggi in Campidoglio. La sua è una bocciatura totale: "Il sindaco Marino ha firmato trascrizioni per nozze gay. Ribadisco per l'attuale legge italiana ciò non è possibile. La firma del sindaco non può sostituire la legge e non ha dunque alcun valore giuridico: Marino ha soltanto fatto il proprio autografo a queste, peraltro rispettabilissime, coppie". Il consigliere comunale Marco Pomarici è passato dalle parole ai fatti, come da lui spiegato: "Mi sono recato presso gli uffici della Procura della Repubblica e ho provveduto a denunciare il sindaco Marino per aver trascritto i matrimoni gay contratti all'estero. La disobbedienza del sindaco è un atto grave e fuorilegge: si dimetta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick2

    19 Ottobre 2014 - 12:12

    Svegliatevi, bananas dell’età della pietra, si è aperto il post berlusconismo, dovete capire che destra non significa negazione dei diritti, non significa razzismo e discriminazione, non significa bigottismo integralista. Siamo europei, eredi dell’umanesimo e dell’illuminismo. Voi somigliate sempre più ai musulmani che tanto credete di odiare.

    Report

    Rispondi

    • iusini

      19 Ottobre 2014 - 13:01

      povero nick2, la tua stupidita' e' confermata dalla finta ignoranza del non rispetto della legge. Quando fa comodo si chiudono entrambi gli occhi. E' vero che dobbiamo tenerci al passo dei tempi, ma a nessuno, tantomeno a Voi tromboni che Vi considerate depositari della Legge, e' consentito di andare contro la legge. Se poi e' un sindaco peggio ancora. Ma a Voi di sinistra e' tutto permesso.

      Report

      Rispondi

  • gabrisan

    gabrisan

    18 Ottobre 2014 - 20:08

    Non ci sono gli estremi per una denuncia per istigazione a violare le leggi?

    Report

    Rispondi

  • primus

    18 Ottobre 2014 - 19:07

    I cialtroni della sinistra ci ricordano continuamente, quando fa comodo loro, che in Italia esiste la "costituzione più bella del mondo" è va rispettata......Marino è l'espressione di quella sinistra

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    18 Ottobre 2014 - 19:07

    O romani! Ve lo siete votato? E mo' ve lo godete.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog