Cerca

L'ex ministro

Maurizio Gasparri contro "l'incantesimo renziano": "La Leopolda è un mondo fatto di cazzate"

Maurizio Gasparri contro "l'incantesimo renziano": "La Leopolda è un mondo fatto di cazzate"

Maurizio Gasparri, in una nota, ha ribadito le proprie critiche alla Leopolda 5, la kermesse organizzata nello scorso weekend a Firenze dal premier Matteo Renzi. "L'Italia non è quella della Leopolda - ha affermato l'ex ministro - e la crisi dell'Ast e di molte altre fabbriche sta rompendo l'incantesimo renziano. Il premier, con presunzione e superficialità, sta portando l'Italia verso il caos: con la stessa superficialità, Renzi gioca con i bilanci pubblici, prendendo schiaffi dall'Europa, e replicando con annunci arroganti che non cancellano l'amara realtà delle cifre".

"Il centrodestra..." - "Non ne possiamo più di questo eterno congresso della sinistra italiana, tra scontri e scissioni, ma anche il centrodestra deve uscire da questa sorta di torpore, per riprendere una forte iniziativa politica anche sui temi economici, politici e sociali che stanno devastando il nostro paese. Abbiamo un ruolo importante che dobbiamo svolgere con Silvio Berlusconi nell'interesse della Nazione". Le critiche alla Leopolda sono state ribadite, da Gasparri, anche durante il programma di La7 L'aria che tira: "Non condivido l'atteggiamento sprezzante visto alla Leopolda", ha affermato l'ex ministro, "e quello costruito intorno alla kermesse è un mondo fatto di cazzate".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • linhof

    31 Ottobre 2014 - 08:08

    Renzi è per l'Italia quello che fu Nerone per Roma, oltre che smorfiette e orologi da 15 mila euro non si vede altro.

    Report

    Rispondi

  • afadri

    30 Ottobre 2014 - 18:06

    Beh detto da Lui che di cazzate ne spara ogni qualvolta apre bocca ...!?!?

    Report

    Rispondi

    • linhof

      31 Ottobre 2014 - 08:08

      Renzi è un Massone agganciato alla politica e mai votato, da sempre legato alla politica, il padre fu coinvolto nello scandalo Telecom Serbia ma si sa come vanno a finire le inchieste sulla sinistra, se poi c'è qualche pollastrello che crede che questo smorfiosetto mette a posto l'Italia gli ricordo che i pollastrelli per capire chi è Di Pietro ci hanno impiegato 25 anni. Amen.

      Report

      Rispondi

  • sengol

    30 Ottobre 2014 - 15:03

    detto da chi di cazzate se ne intende....vero gasparri

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    30 Ottobre 2014 - 14:02

    gasparri nutre una forte invidia, pensa di essere solo lui il rè della cazzate!!

    Report

    Rispondi

blog