Cerca

Hai capito, Re Giorgio?

Napolitano, furbetto del cartellino? Clamoroso: come lo hanno beccato

Furbetti del tesserino al SenatoLa figuraccia di Napolitano

I furbetti del tesserino. Abbiamo già parlato della "geniale" consuetudine dei nostri senatori, scoperta dal quotidiano Il Messaggero. Ovvero quella di lasciare inserito il tesserino sul loro scranno per poi tornare a riprenderselo a fine seduta. In questo modo il  loro voto non risulterà,ma i senatori verranno considerati presenti a tutti gli effetti. Evitando così la decurtazione della diaria, la cui indennità fissa è di 3.503 euro al mese.

Bene. Il presidente del Senato, Pietro Grasso, si era raccomandato: "I senatori che si allontanano dall' Aula sono tenuti a portare con sé la propria tessera". Laddove "non risulti la reale presenza in Assemblea potrà venire disposta la detrazione della diaria". E sui soldi non c'è da scherzare troppo. L'episodio curioso è raccontato dal Fatto Quotidiano.  Al momento dell' ultima votazione, a dimenticare la sua tessera è niente meno che il presidente emerito Giorgio Napolitano. Vincenzo Santangelo, dei 5 stelle, se ne accorge: "Signor Presidente, abbiamo apprezzato moltissimo la sua precisazione ad inizio di seduta perché crediamo che i furbetti dentro il Senato non debbano starci. Le chiedo di togliere le tessere, per due motivi. Uno è quello che lei ha evidenziato, ossia la presenza per fini amministrativi: ci sono dei furbetti che si pappano la diaria pur non essendo in Aula. L' altro è che questo può inficiare anche le votazioni. C' è la scheda dell' ex presidente della Repubblica Napolitano e la prego di farla estrarre".  E così i segretari del Senato consegnano la tessera a Pietro Grasso. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcoterzi

    24 Febbraio 2016 - 10:10

    Sempre più schifo...e faceva le prediche da moralista, CHE PENA!!!!Solo conferme

    Report

    Rispondi

  • virginio.maggioni

    21 Febbraio 2016 - 13:01

    Avete compreso che razza di bastardi esistono in Italia? Era un fottuto Comunista e come tutta quella specie schifosa predicava per il bene comune e fotteva e continuano a fottere come e peggio degli altri.

    Report

    Rispondi

  • filippo.arpino

    20 Febbraio 2016 - 07:07

    Pregano bene e razzalono male. Da quale pulpito viene la predica. Abolire la diaria è un atto generoso e di rispetto verso tutti i poveri che non percepiscono un euro di pensione. Siamo bravi solo a parole. Ai politiki, fatevi un esame di coscienza, abbiate pieta', convertitevi alla ridistribuzione della ricchezza, i tempi del cambiamento si avvicinano e la mannaia vi aspetta. Se sfuggirete alla giustizia terrena sarete giudicati da quella divina.

    Report

    Rispondi

  • alkimista64

    18 Febbraio 2016 - 22:10

    Tanto è vero :< chi la fà...se l'aspetti! >

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti