Cerca

Centrodestra in pezzi

Una federazione tra FI, Lega e Fdi: il documento stracciato da Berlusconi

Una federazione tra FI, Lega e Fdi: il documento stracciato da Berlusconi

C'era un accordo. Scritto nero su bianco. E che ora, dopo la scelta di Marchini candidato sindaco a Roma da parte di Silvio Berlusconi, è carta straccia. Lo aveva scritto, quel documento, Ignazio La Russa dopo la manifestazione di Bologna in cui il Cavaliere, Salvini e la Meloni erano saliti insieme e sorridenti sul palco, lasciando intendere la nascita imminente di un nuovo centrodestra forte e unito.

Poi, nei mesi successivi, le cose sono andate un po' sghembe, per poi finire gambe all'aria del tutto giovedì. Il documento, che viene riportato dal quotidiano "Il Tempo", puntava a costituire uno stretto coordinamento tra i tre partiti della coalizione con l'obiettivo di scegliere candidati comuni alle amministrative, coordinare l'attività dei gruppi parlamentari e allargare l'alleanza ad altri soggetti politicamente contigui. Insomma, una vera e propria federazione tra Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia. Oltre le amministrative, l'intento della federazione era quello di predisporre un comune programma per le elezioni e formare una lista unitaria "per meglio competere anche in relazione alla nuova legge elettorale".

In questo progetto, Berlusconi avrebbe ricoperto il ruolo di coordinatore del Comitato di presidenza formato dai leader delle tre forze politiche. La federazione, poi, avrebbe dovuto "individuare candidati comuni alle amministrative individuando candidati comuni ovunque possibile e in ogni caso nelle città capoluogo di Regione". Tutto saltato. mA Roma, Torino, e a Napoli Forza Italia andrà da una parte, Lega e Fratelli d'Italia da un'altra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ninosiciliano13

    30 Aprile 2016 - 19:07

    L'accordo con Marchini è il più grosso errore fatto dal '94 ad oggi di B.Innanzi tutto ha spaccato il cdx, è limitato a Roma e dannoso per una politica di ampio respiro nazionale.

    Report

    Rispondi

  • miraldo

    30 Aprile 2016 - 17:05

    Forza Italia è ormai al tramonto, seguirà anche il M5s, una massa di cafoni, gli elettori di questi partiti dovranno convergere i voti per forza di cose sulla Lega di Salvini.........

    Report

    Rispondi

  • marari

    30 Aprile 2016 - 16:04

    Berlusconi finirà dimenticato perché ha tradito gli elettori facendo inciuci solo per interessi personali. Adesso poi vorrebbe riesumare gente come Fini, Casini, Alfano e tutta la sua congrega. Forse pensa che la gente creda alle favole. Penoso.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    30 Aprile 2016 - 15:03

    Lui ammette una sola federazione: quella in cui lui comanda e gli altri eseguono. Ora, essendo che il suo partito è ampiamente minoritario nellambito di detta federazione, non può accettare l'inconfutabile fatto e straccia i patti. Poi, in pubblico, continua a fare appelli alla "unità del centro-destra". Ditemi voi che uomo è questo e come possiamo votarlo ancora.

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      01 Maggio 2016 - 21:09

      Nello stesso modo in cui lo avete votato per venti anni, malgrado vi avessero messo continuamente in guardia

      Report

      Rispondi

      • demaso

        02 Maggio 2016 - 22:10

        Sì ma dalla parte opposta c'era come c'è adesso una sinistra becera e nemica del popolo italiano, quindi se volevi votare dovevi fare solo una scelta che purtroppo si è dimostrata come la sinistra.quindi il cambiamento è doveroso verso Meloni e Salvini!

        Report

        Rispondi

Mostra più commenti

blog