Cerca

Senza via d'uscita

Bersani: le due strade dopo il no dei grillini

Pier Luigi Bersani

 Pier Luigi Bersani, incassato il prevedibile "vaffa" dei grillini non può più tenere in ostaggio della sua ottusa ostinazione il Paese. Dopo essersi schiantato contro il muro di Grillo deve tirare le somme, rendersi conto che non ha i numeri, che ha sbagliato completamente la sua strategia. Ha davanti a sé due strade, quella delle dimissioni, della presa d'atto, di un passo indietro (e non laterale) oppure quella di rivedere compleatamente la sua posizione e accettare l'offerta di Berlusconi di formare un governo di larghe intese, un governo "solido e forte che permetta di affrontare la crisi del Paese", come ha ricordato Angelinolfano. Una corresponsabilità tra le forze principali. Bersani dovrebbe fare lui stesso quel gesto di responsabilità che ha chiesto vanamente ai grillini. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gattolibero50

    27 Marzo 2013 - 16:04

    Gargamella hai già fatto perdere anche troppo tempo, togliti dalle scatole dimettiti, fai quello che ti pare ma sparisci, stai diventando ridicolo. Chiedi a tutti di fare un gesto di serietà. Fallo tu per primo, sei un perdente, basta pussa via. Ciao ciao

    Report

    Rispondi

  • enio rossi

    27 Marzo 2013 - 14:02

    Ma non capisco come mai una sinistra, così piena di gente "che capisce", non riesca a trovare un capo decente. Mi sa che rispetto a questo era meglio Occhetto!

    Report

    Rispondi

  • raucher

    27 Marzo 2013 - 13:01

    la Lipu della quale fa parte in qualità di uccello padulo.

    Report

    Rispondi

  • 654321

    27 Marzo 2013 - 13:01

    kompagno, continua a postare, sto stampando i tuoi postatini su i rotoloni, sono veramente stimolanti, li rileggo al cesso, funzionano benissimo. Dicci un po' ? Ma fai concorrenza alla Falqui ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog