Cerca

Prof a Cinque Stelle

I grillini ora indossano il Loden,
la ricetta per uscire dalla crisi?
Tasse, tasse e ancora tasse

Grillo e Pizzarotti

Movimento 5 Stelle in trionfo a Parma: Federico Pizzarotti (a destra) con Beppe Grillo

Avete mai visto Beppe Grillo in loden? Preparatevi perché nonostante la primavera lo indosserà. A Parma già va di moda tra i grillini alla corte del sindaco Federico Pizzarotti. Il rigore e la pressione fiscale previste dalle ricette economiche a Cinque Stelle trasformano Monti in uno che dà carezze ai contribuenti. Le sprangate fiscali invece le danno i grillini. Il conto è presto fatto. Nella "Stalingrado" dei Cinque Stelle, a Parma, le tasche dei cittadini sono state letteralmente svuotate per rafforzare le casse comunali. Il Sole 24ore fotografa una situazione allarmante per chi vive nella città emiliana. Le entrate tributarie nel 2013 saliranno di 30 milioni di euro . Un balzo all'insù che fa segnare un bel più 20 per cento rispetto al bilancio dell'anno scorso.

Imu alle stelle - E quei 168 milioni di entrate tributarie non è un'eccezione solo per l'anno in corso. No la mazzata durerà fino al 2015. In campagna elettorale il "caro leader" Beppe Grillo aveva detto in tutte le lingue possibili: "L'Imu è ingiusta, va abolita subito". Promesse da marinaio e coerenza zero. Già, perchè il suo rampollo, il giovane Pizzarotti a Parma fa segnare un bel record. Lì l'Imu è cara come pochi altri posti in Italia. L'aliquota è stata portata ai massimi livelli, allo 0,6%, che porta nelle casse del Comune un malloppo di 84 milioni di euro. A questa poi va aggiunta l'Irpef locale e l'aumento delle rette dei servizi.

Asili d'oro - Qualche settimana fa le famiglie di Parma avevano protestato in piazza con tanto di passeggini per chiedere la riduzione della retta per gli asili comunali. Niente da fare. Pizzarotti in loden fa i compiti per bene, da bravo montiano. Gli incassi dall'asilo nido per il comune salgono quest'anno a 3,9 milioni dai 3,4 precedenti. Le mense per l'infanzia porteranno a entrate per 4,2 milioni contro i 3,3 del 2012, con un aumento del 30 per cento. Dalle mense scolastiche sono previsti incassi per 5,1 milioni (+10 per cento sul bilancio precedente). Insomma la ricetta di Grillo per uscire dalla crisi e dare respiro alle famiglie italiane è la stessa di Monti: tasse, tasse, tasse. Salvo poi promettere un reddito di cittadinanza per tutti da 800 euro mensili che pare essere l'ennesima boutade di chi non ha idea di come amministrare. Pizzarotti almeno un programma serio ce l'ha. Svuotare le tasche di chi vive a Parma facendo finta di fare la rivoluzione. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • MATRIX2011

    02 Aprile 2013 - 22:10

    che non si potrà mai ripianare, stolti e babbei solo stampando i nostri vecchi soldi ne usciremo

    Report

    Rispondi

  • minimo

    02 Aprile 2013 - 20:08

    Aumentare le tasse è nel programma politico del movimento d'altronde come potevano finanziare il reddito di cittadinanza se non con l'aumento delle tasse?.Aspettiamoci una "dittatura fiscale e una assistenza di "regime-movimento"

    Report

    Rispondi

  • Giumaz

    02 Aprile 2013 - 18:06

    Caro eso71, che Parma è nettamente migliorata lo avrai letto nello scenziario che "blogga" Beppegorillo. E se ci abiti la vedi "nettamente migliorata", vuol proprio dire che voi grillini avete portato davvero il cervello all'ammasso, anzi dirò "in t'ì iolfi", così capisci meglio.

    Report

    Rispondi

  • enio rossi

    02 Aprile 2013 - 18:06

    E' bello che la gente si illude che arrivi un messia che cambia il mondo (ad es. per i pensionati che non siano Amato). E' un modo per andare avanti. Però poi alla fine non ci sono che nuovi potenti che mettono sempre tasse come i vecchi, e sempre alle stesse persone. Spero che almeno i parmensi siano contenti, è questo che alla fine conta!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog