Cerca

Trattative per il Quirinale

Berlusconi, la strategia: D'Alema al Colle per dividere il Pd

Massimo D'Alema

Massimo D'Alema

Il tentativo di portare un uomo di centrodestra, un moderato al Quirinale sembra essere in stallo, ma il Cavaliere ha la mossa di riserva. Silvio Berlusconi è pronto a sostenere come successore di Giorgio Napolitano al Colle Massimo D'Alema. Secondo i piani del leader del Pdl, Baffino potrebbe sarebbe la persona giusta. Di certo non è un giustizialista come tanti altri, va ripetendo Berlusconi a suoi, e tra i due c'è da sempre una sorta di reciproca stima: "Da Massimo mi sento più garantito che da Prodi o da altri che vorrebbero imporci", avrebbe detto ai fidatissimi. Ma, soprattutto, nel momento in cui farà il suo nome getterebbe nello scompiglio l'intero Partito democratico. "D'Alema", secondo i ragionamenti di Berlusconi che già pensa alle prossime elezioni, "ci consente di piazzare comunque al Colle un politico ostile a Renzi, che sarà con molta probabilità il mio avversario politico". Con queste argomentazioni, rivela Repubblica, andrà a trattare con Pier Luigi Bersani, contando sulla rivalità tra il segretario Pd e il sindaco di Firenze. Al tavolo comunque si presentera con altri due nomi di riserva: Giuliano Amato e Franco Marini, che vengono considerati da Berlusconi "il male minore". Non sembra invece aver ricevuto particolare apprezzamento da parte del Cav la proposta di Mara Carfagna: Emma Bonino. Anche se, va detto, anche Agusto Minzolini non la escludeva dalla rosa dei votabili dal Pdl. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dx

    05 Aprile 2013 - 09:09

    è ancora un po' giovane ma non è meridionale, non si inciucia volentieri, ha una mente aperta... è colto, semmai dovrebbe imparare un po' di diplomazia ma so che ce l'ha quando non recita la propria parte di uno contro tutti. meglio cmq di altri candidati mummie o impresentabili per natura mentale come prodi o dalema che sono talmente mal navigati da non saper più neppure quale sarebbe la cosa giusta da fare per non danneggiare ulteriormente il parlamento e l'italia come descrivono bene i loro precedenti curriculum.

    Report

    Rispondi

  • EhEhEh

    04 Aprile 2013 - 20:08

    Lei che usa certi appellativi (non so se conosce il significato della,parola) per Dalema cosa fa nella vita? Il genio o e' un industriale come Berlusconi o e' un dipendente statale cosa piu' facile o un fancazzista comunista???? Chiaro puo' rispondere quello che vuole ma sicuramente e' nelle ultime 2 opzioni!!!!

    Report

    Rispondi

  • EhEhEh

    04 Aprile 2013 - 20:08

    Onestamente a me sembra che degli italiani e dell italia non freghi niente a BERSANI???!!!!

    Report

    Rispondi

  • saritaboni

    04 Aprile 2013 - 19:07

    Ce la fara', non ce la fara'? E' da tanto che tesse la sua ragnatela in silenzio. Non riuscirci sarebbe la piu' grande delusione della sua vita. E' andato anche a Canossa da Grillo ancora prima delle elezioni. Dicono che quella volta li' non si sia neppure appisolato.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog