Cerca

Anticipo di "ius soli"

Il piano della Kyenge:
per la cittadinanza
basta una pagella scolastica

La norma è contenuta nel Decreto semplificazioni, che sabato andrà all'esame del Consiglio dei ministri

Il piano della Kyenge:
per la cittadinanza
basta una pagella scolastica

I punti chiave del decreto del Fare, che è stato approvato dal Consiglio dei ministri, sono quelli relativi al lavoro, alla giustizia, al fisco. Ma le dichiarazioni effettuate alcuni giorni fa dal ministro dell'Integrazione Cecile Kyenge a proposito dell'introduzione in Italia dello "ius soli", principio in base al quale viene concessa automaticamente la cittadinanza italiana ai minori nati in Italia da genitori stranieri, rendono di estremo interesse un altro dei punti chiave del provvedimento: quello relativo alla semplificazione delle procedure per il riconoscimento della cittadinanza italiana agli stranieri che compiono 18 anni.

Prevede, infatti, il documento all'esame del Cdm, un "anticipo" di ius soli. Nel senso che rende più facile per i nati in Italia da genitori stranieri l'acquisto della cittadinanza italiana a 18 anni, anche se i genitori non hanno effettuato gli adempimenti amministrativi attualmente necessari. Come prova basteranno a tal fine anche i certificati scolastici o medici.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dulbecco2

    16 Giugno 2013 - 21:09

    diventeremo razzisti in tanti

    Report

    Rispondi

  • primus

    14 Giugno 2013 - 13:01

    Non vedo perché devo condividere la mia cittadinanza con chi non ha niente da condividere come cultura, tradizioni, e religione, sto parlando dei musulmani, che nel loro pensiero vedono i cattolici come degli infedeli. Già senza la cittadinanza avanzano continuamente pretese assurde e arroganti, immaginarsi cosa succederà con la CITTADINANZA ACQUISITA, i malcapitati italiani doc dovranno scendere in piazza, come usanza inutile in voga dalle loro parti, per vedere rispettati i loro diritti conquistati in centinaia di anni !!!

    Report

    Rispondi

  • degrel0

    14 Giugno 2013 - 12:12

    anche chi non lo era.Chi l'ha imposta a ministro ha fatto una scelta quantomeno imprudente!

    Report

    Rispondi

  • kinowa

    14 Giugno 2013 - 10:10

    Cara ministressa, se le è possibile, provi a proporre una legge per quei cittadini Italiani che desiderano perdere la cittadinanza e diventare extracomunitari. In tal modo potranno ottenere lavoro, avere gratis assistenza sanitaria, ottenere la casa popolare, chiedere ed pttenere aiuti economici ai vari comuni, delinquere ottenendo pene inferiori grazie al fatto che il giudice non vorrà essere tacciato di razzismo e, per lo stesso motivo fare anche la voce grossa con tutti i cittadini Italiani, infine saranno anche corteggiato dalla sinistra per ottenere futuri voti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog