Cerca

Integrazione

Cittadinanza ai
minori stranieri
Zaia: "Magari
quella veneta"

Il governatore propone una sua versione "padana" dello "ius soli" invocato dal ministro Kyenge

Cittadinanza ai
minori stranieri
Zaia: "Magari
quella veneta"

Sono sempre abbastanza sibillini, i leghisti, quando si parla di diritti degli immigrati. Dicono di no, ma... Oppure di s', ma... Per non passar per razzisti ma allo stesso tener buona la base che (in parte) razzista lo è. Così sulla questione dello ius soli. Ovvio che, se fozze per loro, non se ne parlerebbe nemmeno nel 2500 dopo cristo. Ma... i tempi cambiano e la strategia del parlare e poco fare li ha portati intorno al 3% delle preferenze. Oggi, al termine del vertice padano riunitosi a Milano per fare il punto sulle amministrative, i cronisti hanno chiesto al governatore del veneto Luca Zaia cosa ne pensasse del principio dello ius soli promosso nelle scorse settimane dal ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge. Sentite come ha risposto Zaia: "Sollevo il tema dei bambini che sono nati qui e vanno a scuola qui - ha detto il governatore - sui quali un ragionamento al di là dello ius soli debba essere fatto anche perchè spesso parlano il dialetto quasi meglio di me. Sono bambini che in molti casi hanno identità veneta e non quella del Paese d’origine della loro famiglia, cosa che è accaduta spesso ai nostri emigranti". Cioè: è favorevole o no? Cosa vuol dire "sollevo il tema"? E "parlano il dialetto" deve far intendere una fantonativa identità veneta che dovrebbe essere estesa a un 14enne nato a Padova da due genitori natii del Bangladesh? Quasi quasi sono meglio quelli come Borghezio. Almeno, loro, quando parlano li si capisce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stefano1972

    19 Giugno 2013 - 07:07

    Zaia apre al buonismo.... Il fatto non è che una persona sappia parlare bene l'italiano o il dialetto (serve ma non è sufficiente), il problema di dare la cittadinanaza è un fatto di convenienza/opportunità per lo Stato concedente....se tutti quelli che vogliono venire in Italia a viverci possono ottenere la cittadinanza automaticamente significa che (causa motivi prettamente economici) siamo esposti a flussi potenzialmente enormi "ad una sola direzione", perchè cittadinanza significa che si può rimanere e portare parenti ed affini (per legge) anche se non italiani. Chiedo ai buonisti....se e fino a quando manca il lavoro il neo-italiano con famiglia (povero) resta comunque qui: chi paga i costi del welfare per la sua famiglia? Vi ricordate la balla delle pensioni? siccome la popolazione italiana invecchia occorrono migranti che risistemano le pensioni con i loro versamenti...ma solo se lavorano (e non in nero), se invece manca lavoro essi peggiorano il quadro

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    18 Giugno 2013 - 12:12

    ma solo i politicini pensano a guadagnare voti con gay ed extracomunitari.Perchè questi cerca voti non pensano davvero al bene degli extracomunitari,in Italia non c'è lavoro portiamoli nel loro paese e insegnamo a inventare nuove lavori,facciamoli diventare bravi agricoltori,faremmo il bene non solo a loro ma a tutto il paese,kienge impara e insegna invece di ingrassare in Italia rubandoci il pane il lavoro e la casa.E i gay è vergognoso approfittarsi così di loro facendoli diventare personaggi da circo senza dignità.I diritti sono tutt'altra cosa.

    Report

    Rispondi

  • lallo1045

    18 Giugno 2013 - 07:07

    quanto scritto, caro Zaia, stavi meglio al ministero dell'agricoltura. È il tuo settore specifico.

    Report

    Rispondi

  • biemme

    18 Giugno 2013 - 01:01

    hanno tutti terrore di essere giudicati come razzisti senza nemmeno conoscere il significato delle parola. Quindi via col buonismo, l'accoglienza indiscriminata e l'integrazione come prima assoluta necessita del nostro paese, che intanto si riempie oltre ogni limite di sopportazione e procede spedito verso l'autodistruzione. Facciamo un referedum e vediamo cosa in realtà pensano gli Italiani su questo pericoloso problema.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog