Cerca

Articolo 18 (non per loro)

Pd, in cassa integrazione 8 dipendenti

Epifani sfila a Roma con la Camusso per difendere i lavoratori, poi li mette alla porta: manca il finanziamento pubblico. I primi silurati in Sicili

Camusso ed Epifani

Camusso ed Epifani

Il Pd ha due facce. Una è quella del segretario Guglielmo Epifani che sabato scorso ha sfilato a Roma insieme alla Cgil per difendere i lavoratori, l'altra è quella del partito che licenzia e mette in cassa integrazione i suoi dipendenti. Dopo il taglio del finanziamento pubblico ai partiti, in largo del Nazareno è scoppiato il panico. La linea è tagliare il più possibile sui dipendenti. Una macelleria sociale per chi lavora nel partito che è dura da digerire. Così dopo le vane promesse di Epifani su uno stop al piano esuberi, ecco che, puntuali, arrivano i primi tagli. Si comincia dalla Sicilia. Dal primo luglio 8 dipendenti del partito entreranno in cassa integrazione al 50%. Uno schiaffo che i dipendenti non hanno mandato giù e hanno scritto una feroce lettera al segretario: "La decisione è stata un gesto di imperio del tesoriere. Non può finire così".

A rischio tutto il personale -  Ma da Roma fanno spallucce. Con la cig per i dipendenti siciliani diventano realtà le parole del tesoriere nazionale Antonio Misiani che qualche mese fa aveva annunciato: "La situazione non è drammatica ma certo con la nuova legge sul finanziamento ai partiti in discussione non c'è alcuna garanzia di evitare una riduzione delle entrate. E quindi sarà inevitabile un ridimensionamento dei costi strutturali e anche di costi del personale". E così a rimetterci saranno quegli impiegati che nel partito guadagnano pochissimo rispetto ai dirigenti che bivaccano in largo del Nazareno. Quelli ovviamente non saranno toccati. Il dossier Renzi sui costi del Pd è stato insabbiato per bene. Ma nel silenzio generale in tanti temono per il posto di lavoro. Negato da quella sinistra che va in piazza con sindacalisti e sindacati. (I.S)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • z.signorini

    03 Settembre 2013 - 18:06

    Epifani era un fallito da sindacalista immaginiamo ora.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    29 Giugno 2013 - 12:12

    E' quello che sta succedendo anche alla PDL, o vi è sfuggito? "La politica costa troppo, il Pdl chiude sedi - il Mattino di Padova" - "Pdl a pezzi, chiude la sede romana. Ed è guerra tra partito light e ... roma.corriere.it › roma..." - "5 giorni fa – Chiude la sede del PdL di Napoli. Tostato da Giuseppe Casillo. L'italiano medio sta soffrendo per gli effetti di una crisi economica ..." - "Niente più finanziamenti ai partiti. E il Pdl chiude la sede pratese ...www.lanazione.it › Prato?" - "13/giu/2013 – SILVIO SULLA VIA DELL'UMILTA': CHIUDE I RUBINETTI E IL PDL TRASLOCA A “PALAZZO VERDINI”" - "POLITICA E SPENDING REVIEW. Roma chiude la cassa. Da settembre si sgomberano gli uffici di via del Perlar, avvisati i dipendenti"; e via chiudendo

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    29 Giugno 2013 - 12:12

    hai dimenticato una "L" - Per il resto, i dipendenti sono a busta paga regolare e su questa hanno sempre pagano i contributi che vanno a finanziare la CIG. Tonto maldestro

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    29 Giugno 2013 - 11:11

    dipende dal fatto che la Cassa Integrazione è riservata alle aziende con più di 15 dipendenti; sopra questo numero diventa Industria

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog