Cerca

L'incontro

Brunetta e Schifani da Napolitano
Il Colle e il Pdl al lavoro per salvare Silvio e il governo

Giorgio Napolitano

La crisi di governo, almeno per ora, è scongiurata. Il discoroso di Silvio Berlusconi in via del Plebiscito ha tranquillizzato Enrico Letta, ha di fatto (per ora) escluso la possibilità del voto ad ottobre. E soprattuttto è piaciuto a Giorgio Napolitano che voleva sentire le parole che ha detto Berlusconi: il Governo deve andare avanti e il Parlamento deve continuare a fare le riforme volute dal governo". Berlusconi non ha parlato delle dimissioni di massa dei parlamentari pidiellini, non ha fatto alcun riferimento alla possibilità della grazia. E anche questo è piaciuto al Presidente Napolitano. E non è poco alla vigilia di una settimana politica molto calda in cui dovrebbero essere approvati dei provvedimenti che se saltassero metterebbero a repentahlio l'impianto del programma parlamentare di settembre. Ed è proprio in questo clima, decisamente più disteso rispetto ai giorni scorsi, che Napolitano incontrerà i capigruppo del Pdl Renato Schifani e Renato Brunetta. Un incontro in cui si cerca sostanzialmente una strada per dare "agibilità politica" a Berlusconi. Esclusa la possibilità della grazia, l'incontro di oggi con Napolitano è statro preceduto da alcune precondizioni filtrata nei giorni scorsi dal Colle e di cui parla il Corriere della Sera. La prima, la garanzia che sarà preservata kla stabilità delle larghe intese e che non si rincorrono elezioni; il fatto che nella manifestazione non si sia parlato di grazia. 

Le due  soluzioni possibili - Napolitano quindi ascolterà le proposte dei capogruppi per dare forma di "agibilità politica" all'ex premier dopo la condanna della Cassazioine. Scartata la grazia che non è possibile per chi ha in corso altri processi, di tratterebbe di costruire altre ipotesi parlamentari e da inserire anche in una possibile riforma della giustizia. Lo stesso Brunetta parla di partire delle proposte di riforma elaborate dai saggi. "Le proposte dei saggi sono un ottimo punto di partenza, sono il viatico per l'inizio di quella pacificazione di cui l'Italia ha tanto bisogno e di cui il Presidente si è fatto garante all'inizio del secondo mandato", scrive l'ex ministro Brunetta al Giornale. Insomma si tratta di dare veste normativa alle proposte dei saggi. Brunetta sottolinea come una possibilità arriverà a breve, mercoledì 7 agosto, quando la giunta per le elezioni del Senato dovrà pronunciarsi sulla decadenza di Berlusconi dalla carica di senatore, in applicazione della legge Monti-Severino. Ma, spiega Brunetta, si tratterebbe di applicare una legge a fatti precedenti alla sua entrata in vigore. Una possibilità che presenta dubbi di costituzionalità in base al principio della retroattività della legge. "Lo vieta la Convenzione dei diritti dell'Uomo e la Costituzione impone che quella Convenzione sia rispettata", scrive Brunetta. Ma si pensa anche a un'altra soluzione, il "modello Sallusti" e consiste nella commutazione della pena da detentiva a pecuniaria. Quello che ottenne il direttore del Giornale che scontò ai domiciliari solo 18 giorni, grazie all’intervento di Giorgio Napolitano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • manuelebonbon

    05 Agosto 2013 - 15:03

    perché ha frodato il fisco e quindi l'Italia e gli azionisti della sua azienda ? o perché è stato presidente del consiglio pensando solo a fare leggi a lui utili e a far pagare a noi le sue zoccole e i suoi eunuchi fatti deputati e ministri ? o magari perché ha preso l'Italia in brutte condizioni e l'ha devastata ed immiserita ? o forse perché ha fatto ridere ed inoridire tutto il mondo occidentale tranne l'amico putin e gheddaffi ? o magari perché lui afferma di essere innocente, come in passato ha giurato sulla testa dei propri figli che non aveva MAI pagato una donna ? Secondo voi, per quale di queste ragioni silvio merita i essere "salvato" ?

    Report

    Rispondi

  • manuelebonbon

    05 Agosto 2013 - 15:03

    perché ha frodato il fisco e quindi l'Italia e gli azionisti della sua azienda ? o perché è stato presidente del consiglio pensando solo a fare leggi a lui utili e a far pagare a noi le sue zoccole e i suoi eunuchi fatti deputati e ministri ? o magari perché ha preso l'Italia in brutte condizioni e l'ha devastata ed immiserita ? o forse perché ha fatto ridere ed inoridire tutto il mondo occidentale tranne l'amico putin e gheddaffi ? o magari perché lui afferma di essere innocente, come in passato ha giurato sulla testa dei propri figli che non aveva MAI pagato una donna ? Secondo voi, per quale di queste ragioni silvio merita i essere "salvato" ?

    Report

    Rispondi

  • manuelebonbon

    05 Agosto 2013 - 15:03

    perché ha frodato il fisco e quindi l'Italia e gli azionisti della sua azienda ? o perché è stato presidente del consiglio pensando solo a fare leggi a lui utili e a far pagare a noi le sue zoccole e i suoi eunuchi fatti deputati e ministri ? o magari perché ha preso l'Italia in brutte condizioni e l'ha devastata ed immiserita ? o forse perché ha fatto ridere ed inoridire tutto il mondo occidentale tranne l'amico putin e gheddaffi ? o magari perché lui afferma di essere innocente, come in passato ha giurato sulla testa dei propri figli che non aveva MAI pagato una donna ? Secondo voi, per quale di queste ragioni silvio merita i essere "salvato" ?

    Report

    Rispondi

  • belbelpietro

    05 Agosto 2013 - 14:02

    Tra due settimane nessuno, da buon italiano, si ricorderebbe chi era Berlusconi! Tutto potrebbe tornare normale e la politica potrebbe anche occuparsi di cose serie. Possibile che l'unica preoccupazione, in Italia, sia quella di salvare il culo ad un vecchio maniaco sessuale pieno di soldi? Non abbiamo problemi più urgenti?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog