Cerca

I numeri

Berlusconi vola nei sondaggi, se si votasse oggi al centrodestra Camera e Senato

I venti di crisi ormai sono alle porte e i partiti iniziano la campagna elettorale. Nonostante la condanna, il Cav può raddoppiare i suoi eletti, Monti rischia di scomparire e i dem di sprofondare. Stabile Grillo

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

"Se non concederanno l'agibilità al Cav, salta tutto". "Subito al voto e Napolitano si faccia da parte". "Non possiamo barattare la legalità con la durata del governo". Nell'ordine Pdl, M5S e Pd chiedono la stessa cosa: il voto anticipato. Il coro appare unanime. Al netto delle resistenze delle colombe di tutti gli schieramenti, i partiti si preparano per tornare alle urne. Ma se si votasse tra una manciata di mesi cosa accadrebbe? Il quadro che esce dagli ultimi sondaggi parla chiaro: il Cav, nonostante la condanna porterebbe gli azzurri a palazzo Chigi. Senza abrogazione del Porcellum, il Pdl e le altre forze politiche a sostegno del Cavaliere – questo dicono i dati finora disponibili – potrebbero addirittura raddoppiare il numero dei propri rappresentanti che siedono in Parlamento.

Il Cav avanti alla Camera - Oggi la coalizione di centrodestra, composta da Pdl, Lega Nord e Fratelli d’Italia, vanta in Parlamento solo 126 deputati e 117 senatori. Ma i sondaggi realizzati tra il 30 luglio e il 5 agosto da tre autorevoli istituti di ricerca, Swg, Tecnè e Ipr Marketing, indicano i partiti a sostegno di Berlusconi in chiaro vantaggio sullo schieramento di centrosinistra. La forchetta del vantaggio sul centrosinistra oscilla da un massimo di 5,5 per Swg a un minimo di 1,5 per Ipr. In media la coalizone del Cav si attesta al 36% dei consensi contro il 33% del centrosinistra. Se si votasse oggi, il Pdl e i i suoi alleati conquisterebbero senza fatica l’ampio premio di maggioranza di 340 seggi alla Camera. Il centrodestra a Montecitorio salirebbe a quota 200 deputati contro i 126 attuali. Nel dettaglio il Pd passerebbe da 97 a 256 deputati, la Lega da 20 a 38, Fratelli d'Italia da 9 a 31. Nel nuovo parlamento ci sarebbe spazio anche per La Destra di Storace che con il porcellum porterebbe in aula ben 16 deputati. 

Crollo Pd - Se invece si guarda sulla sponda del centrosinistra, lo scenario di un voto anticipato ha le solite sembianze: un flop. Sono 339 oggi alla Camera i seggi di Pd, Sel, Centro Democratico e Partito Socialista, ai quali vanno poi aggiunti i 5 rappresentanti delle minoranze linguistiche. Potrebbero diventare 159 (-180) in caso di vittoria del centrodestra. A franare sarebbe soprattutto il Pd. I democratici secondo gli ultimi sondaggi sarebbero al 25,5% stando così le cose il Nazareno scenderebbe da quota 293 a 123 onorevoli (-170). Sel invece potrebbe calare dagli attuali 37 a 30 onorevoli. Cd e Psi, infine, dovrebbero accontentarsi di meno di 10 seggi. In calo anche il Movimento Cinque Stelle. Il partito di Beppe Grillo viene stimato oggi da Swg, Tecnè e Ipr tra il 17 e il 19% delle preferenze. Alla Camera il gruppo dei grillini potrebbe dunque ridursi da 106 a 87 unità. La coalizione di centro che si è unita nel Scelta Civica, infine, è scesa nei sondaggi sotto il 7%, e i "montiani" in alla Camera potrebbero ridursi da 47 a 31 deputati.

Cdx vola in Senato - Ma la vera partita si gioca al Senato. Secondo le ultime rilevazioni raccolte da Scenari politici.com, anche a palazzo Madama ci sarebbe un exploit del centrodestra. Se si votasse oggi lo schieramento del Pdl si fermerebbe precisamente a quota 146 seggi, 29 in più degli attuali 117, ma 12 in meno dei 158 necessari per l’autosufficienza numerica. Ma a crollare sarebbe soprattutto il Pd. Il centorsinistra, che vanta oggi 118 senatori (108 Pd, 7 Sel e 3 Psi), potrebbe crollare a quota 108. Il Movimento 5 Stelle invece potrebbe confermarsi sui livelli di febbraio, ottenendo 55 seggi contro i 54 conquistati alle politiche. Monti in fine sarebbe al capolinea. A stento riuscirebbe a conservare 5 seggi. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • williamc

    24 Agosto 2013 - 23:11

    Sono contento. Spero che la Lega si riprenda i suoi voti, persi a causa della famiglia Bossi.

    Report

    Rispondi

  • ovittac

    24 Agosto 2013 - 18:06

    Sebbene elettore di cdx, non mi fiderei troppo di questi sondaggi. Se nelle recenti elezioni, Grillo non si fosse messo di traverso, la snx avrebbe vinto alla grande. Per ora ringraziamo Grillo per lo scampato pericolo. La mia paura è che i voti presi dai grillini, ritornino al centrosinistra-sinistra. Purtroppo il futuro Forza Italia, con il piccolo appoggio della Lega, non potrà sostenere l'urto di tutti i partiti berluscofobi. Uno contro tutti è una lotta ìmpari.

    Report

    Rispondi

  • marangonigianni

    24 Agosto 2013 - 14:02

    Concordo pienamente con il tuo conciso giudizio,siamo in sintonia e per ora non ho altro da aggiungere. *Ciao*

    Report

    Rispondi

  • FrancoPo.

    24 Agosto 2013 - 11:11

    Volavano augelli a far festa ignorando il turbine in arrivo. Mentre il Paese attonito restava a guardare e a ragionare di Imu e di borsellino .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog