Cerca

Giallo a Palazzo Madama

Letta ad Alfano dopo la fiducia: "Grande". A chi si riferisce?

Lo dice subito dopo l'intervento in cui il Cav annuncia la retromarcia: il premier parla del Cav o del suo vice? / SONDAGGIO / VIDEO

Enrico Letta e Angelino Alfano

Enrico Letta e Angelino Alfano

Termina il più sorprendente e sofferto dei discorsi di Silvio Berlusconi in Senato. Dopo l'ultimo ripensamento accorda, pur "dopo molto travaglio", la fiducia al governo Letta. Un intervento breve, sofferto, inaspettato. Si siede. Scattano gli applausi dell'aula. Mentre abbandona Palazzo Madama, a Silvio sfugge una lacrima. Ma dentro all'aula chi gode più di tutti gli altri - lo testimonia il sorriso a 32 denti - è il premier riconfermato, Enrico Letta. Le telecamere indugiano su di lui. Il presidente del Consiglio si volta verso Angelino Alfano, il vice, seduto al suo fianco. Uno sguardo a Berlusconi, poi lo sguardo torna ad Angelino. Il labiale è chiaro: "Grande". C'è chi sostiene abbia detto "sei un grande". Oppure, terza e ultima ipotesi, "è un grande". Ma poco cambia.

 

 

Tre frasi, infatti, ma due soltanto i significati possibili. O Letta si riferisce a Berlusconi - affermando, con fare quasi un po' paternalista, che è un "grande" per il difficile ripensamento che ha permesso a lui e al governo di restare in sella - oppure si riferisce al vicepremier Angelino. Un "grande", Alfano: per una volta ha vinto la battaglia, quella più difficile, quella in cui ha sfidato apertamente il leader. Un Alfano che lo ha salvato, tanto da meritarsi, appunto, l'appellativo di "grande". Letta e Alfano, Angelino ed Enrico. La strana coppia, le nuove frontiere di un centro a trazione democristiana. Gli opposti (ma non così opposti) che si attraggono. Che lottano fianco a fianco. Che portano a casa il risultato, si stringono la mano e, infine, ammiccano. Secondo voi, con quel "grande", a chi si riferiva il premier? Vota il nostro sondaggio e facci sapere la tua opinione.

di Andrea Tempestini
@antempestini

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    06 Ottobre 2013 - 13:01

    non hanno capito un tubo,il Cav. li ha messi in una situazione che si autoelimiranno a vicenda, perche`non sono in condizione di governare.

    Report

    Rispondi

  • iuchi

    03 Ottobre 2013 - 10:10

    Carissimo zhoe248, dato che i sondaggi li ritieni ridicoli, mi domando perché non cambi giornale e vai a leggere Repubblica, il Corriere della Sera, Il manifesto o altri giornali del genere dove probabilmente ti trovi meglio. Io, per dirtela sinceramente, quei giornali non li leggo proprio e non per ignoranza ma solo perche non riesco ad apprezzarli.

    Report

    Rispondi

  • iusini

    02 Ottobre 2013 - 23:11

    Ma il " grande " era riferito ad Angelino Alfano: Io vorrei, pero', proseguire la frase. "Grande, coglione, che sono riuscito in un colpo solo a fregare il PDL, il PD che voleva cambiarmi e Berlusconi che era l'unico ad aver capito con chi aveva a che fare." Ora vedremo veramente di che cosa sono capaci i sinistri.

    Report

    Rispondi

  • lorenzovan

    02 Ottobre 2013 - 20:08

    e' evidente che quel " grande" era riferito a berlusconi...se poi fosse in senso ironico...come si usa dire per uno che ha piu' vite di un gatto..beh...questa e' la mia convinzione

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog