Cerca

Ormai siamo stufi

Vittorio Feltri, il consiglio definitivo per Salvini: "Coraggio, ti resta solo una cosa da fare"

18 Giugno 2018

14
Vittorio Feltri, il consiglio definitivo per Salvini: "Coraggio, ti resta solo una cosa da fare"

Confermato. Le navi straniere delle organizzazioni non governative che speculano sul trasporto dei profughi non avranno più l' opportunità di attraccare nei porti italiani. Era ora che scattasse il divieto. Assurdo che gente senza scrupoli solcasse il Mediterraneo allo scopo di raccattare profughi da scaricare poi nel nostro Paese. A opporsi a questa pratica scorretta, primo in assoluto, è stato Matteo Salvini, persona tutta di un pezzo capace di dirigere con fermezza il ministero dell' Interno. Onore al merito. Dato che egli si comporta da governante responsabile, viene criticato o addirittura insultato dai bischeri di sinistra e dai cattolici più piagnoni. I quali non si capisce perché preferirebbero che noi accogliessimo chiunque anche se non siamo in grado di farlo. Vorrebbero salvare l' umanità dalla miseria e far pagare il conto a noi che già fatichiamo a tirare avanti.

Il segretario del Pd Martina, intontito com' è, afferma che il leader leghista costituisce una vergogna e non si rende conto che a doversi vergognare è lui, che agisce contro l' opinione e gli interessi dei propri elettori, i pochi rimasti. I democratici in effetti a forza di essere guidati da uomini mediocri hanno perso milioni di consensi. Affari loro.

Salvini viceversa non cessa di incrementare il bagaglio di coloro che approvano la linea dura contro l' immigrazione selvaggia.
Se andrà avanti così alle prossime elezioni farà il pieno dei voti. Per completare l' opera gli manca soltanto, come scrivevamo ieri su queste colonne, di occupare la Rai.

Lo invitiamo a farlo con urgenza, cominci a impadronirsi del Tg1, chiamando a dirigerlo l' attuale vicedirettore, Gennaro Sangiuliano, un grande professionista dell' informazione, già vicedirettore di Libero, autore di libri di successo, tipo la biografia stupenda di Putin. La Lega non ha necessità di avere uno sponsor televisivo, ma è ingiusto che il servizio pubblico la denigri nel momento in cui sta salvando l' Italia dall' invasione.

Coraggio Salvini, prendi in mano le redini di viale Mazzini, il principe dei notiziari patri ti spetta e guai se te lo fai sfuggire.
Sarebbe un errore grave. E tieni un occhio vigile anche sui talk-show da sempre dominati dai leccaculo progressisti. Forza Matteo.

di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • TOMMA

    19 Giugno 2018 - 09:09

    Concordo al mille per mille. Aggiungerei la "legittima difesa" e sarebbe perfetto.

    Report

    Rispondi

  • alflex47

    alflex47

    19 Giugno 2018 - 08:08

    Analisi e sintesi perfetta , più che condivisibile. Per quanto riguarda le critiche che vengono mosse da Feltri e Salvini, i benpenssanti ed i critici dovrebbero capire, si ci riescono, che si tratta di sollevare gli uomini asserviti al potere finanziario, sostenuti dalle sinistre, da posti chiave, come è quello dell'informazione, al fine di evitare che ogni notizia venga strumentalizzata,

    Report

    Rispondi

  • JamesCook

    19 Giugno 2018 - 08:08

    Ma pensa te sino a un mesa fa, il direttore Berlusconiano era contro Salvini per la scelta del M5S. mister canappia non tiene vergogna......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media