Cerca

Il documento

Pd, Letta si blinda al Nazareno e piazza tutti i suoi ministri nel partito

Con una delibera approvata in extremis, il premier mette al sicuro se stesso e tutti i suoi ministri ai piani alti del Nazareno. Qualunque cosa succeda...

Enrico Letta e Matteo Renzi

Enrico Letta e Matteo Renzi

Mentre Renzi, Civati e Cuperlo si preparano per la battaglia finale di domani, domenica 8 dicembre, il premier Enrico Letta blinda i suoi ministri al Nazareno. La paura che il rottamatore possa sconvolgere tutte le gerarchie del partito è palpabile tra le mura della casa democratica e soprattutto a palazzo Chigi. Così Letta si gioca una furbata per restare nei piani altri del partito, anche in caso di vittoria renziana. 

Una delibera dal cilindro - La commissione per il congresso del Pd mette a punto e vota una delibera che definisce i membri di diritto: c'è il presidente del consiglio Enrico Letta, ci sono gli ex segretari nazionali, ma anche i ministri e persino il sottosegretario ai servizi di sicurezza. Insomma, mentre i candidati si preparano alla battaglia finale, una quota dell'assemblea è già prenotata sulla base di un accordo tra i rappresentanti dei candidati stessi. Il tutto in base a una delibera, la numero 60, votata online dai membri della commissione e che l'agenzia Dire è in grado di anticipare.

La furbata di Letta - Questo il testo: "La commissione nazionale per l'elezione del segretario e dell'assemblea nazionale, riunitasi il 22 novembre 2013. Così dopo il voto delle primarie i componenti di diritto dell'assemblea nazionale saranno tutti gli ex segretari nazionali del Pd; il presidente del consiglio dei ministri (Enrico Letta); i ministri Pd in carica; il sottosegretario delegato alla sicurezza della repubblica (Marco Minniti); la commissione nazionale di garanzia uscente; il segretario nazionale dei giovani democratici; il dirigente del settore organizzazione (Donato Riserbato)". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Renatino1900

    09 Dicembre 2013 - 00:12

    " e comunque in europa si vota grillo o lega, per dire chiaro : continuate così bestie burocratiche europee e vi cancelliamo !"??? non ho capito, è forse nato una nuova bestia politica: i grilloleghisti? spalella, il fatto che Grillo non vi menziona nei suoi comizi elettorali significa solamene che non vi caga, non che possiate essere alleati.

    Report

    Rispondi

  • dulbecco2

    07 Dicembre 2013 - 22:10

    che pena... ma noi dobbiamo farci governare da questi ..sembrano dei dittatori sovietici

    Report

    Rispondi

  • spalella

    07 Dicembre 2013 - 18:06

    ma la gente le cose le vede e le capisce.... alle prox elezioni, se questo Letta del c....o non avrà fatto almeno tre o quattro delle decine di cose che sono note ed indispensabili, mica lo voteranno ancora, no ? e comunque in europa si vota grillo o lega, per dire chiaro : continuate così bestie burocratiche europee e vi cancelliamo !

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    07 Dicembre 2013 - 18:06

    Peccato che renzi, da segretario del Pd, potrebbe anche cambiare tutto e mettere nel sacco letta!!!In una guerra, e quì di guerra si tratta, le regole vere le fa chi vince!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog