Cerca

Orrore all'Eur

Roma, decapita la compagna con una mannaia e aggredisce i poliziotti: viene colpito e ucciso

Via Birmania 96

Momenti di follia e orrore a Roma. Quando ancora sono negli occhi di tutti le immagini dello sgozzamento di James Foley in Iraq, nella nostra capitale un uomo ha decapitato la colf con una mannaia. All'arrivo degli agenti di polizia, il folle li ha aggrediti con la stessa mannaia. Gli agenti hanno così dovuto aprire il fuoco, colpendolo: l'uomo è stato trasportato al Sant'Eugenio, dove è morto in seguito alle ferite. I motivi per i quali la donna è stata colpita e uccisa devono ancora essere chiariti. Anche la dinamica deve ancora essere ricostruita nel dettaglio: la polizia, allertata dai vicini di casa che hanno sentito delle grida strazianti, arrivati sul luogo ha trovato una lunga scia di sangue che conduceva nello scantinato dello stabile, in zona Eur. Aperta la porta delle cantine, gli agenti hanno trovato l'uomo con il cadavere della donna decapitata accanto. Così il folle, come detto, mannaia in mano si è scagliato contro gli agenti, che lo hanno colpito e ucciso. L'orrore, si è appreso, è avvenuto in via Birmania 96 intorno alle 10.45.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marari

    24 Agosto 2014 - 14:02

    E' scorretto se dico che era uno slavo ?

    Report

    Rispondi

    • Chry

      25 Agosto 2014 - 02:02

      No se sostieni sia un mussulmano liberale

      Report

      Rispondi

    • Chry

      24 Agosto 2014 - 15:03

      No se dici che era mussulmano liberale

      Report

      Rispondi

  • BrunoTomasich

    24 Agosto 2014 - 14:02

    Forse la lezione della Boldrini sull'importazione nel nostro territorio dei nuovi stili di vita da altre civiltà sta dando i suoi buoni frutti.

    Report

    Rispondi

  • milibe

    24 Agosto 2014 - 14:02

    bravi i poliziotti

    Report

    Rispondi

blog