Cerca

Renzi, rottama questi assegni

Libero, l'inchiesta sui papponi delle pensioni: chi sono gli ex parlamentari con il vitalizio d'oro

15 Maggio 2015

20
Libero, l'inchiesta sui papponi delle pensioni: chi sono gli ex parlamentari con il vitalizio d'oro

Parte l'inchiesta di Libero sui papponi delle pensioni. Il campione in assoluto è Stefano Rodotà. Nelle casse del Parlamento sono stati versati a suo nome 241.610 euro. Scattato il diritto al vitalizio,  ha ricevuto poco meno di 1,2 milioni di euro: la differenza è di 938.810. Come lui Giuliano Amato.   Ma sono tanti gli ex onorevoli che da quando hanno lasciato il Parlamento strappano un assegno mensile ricchissimo, da 2, 3, 4, 5 o anche seimila euro per tutto il resto della vita. Basta un breve passaggio a Montecitorio o Palazzo Madama per assicurarsi una pensione agiatissima. Il meccanismo perverso lo spiega Franco Bechis su Libero in edicola oggi, venerdì 15 maggio. E c'è l'appello del direttore Maurizio Belpietro ad eliminare questi privilegi. 

Il trucchetto - Questa schiera di fortunati "di fatto non ha versato nulla, perché stabilendo l'ammontare dello stipendio da parlamentare ci hanno pensato Camera e Senato a versare i contributi per loro conto. Ma non c'è paragone fra quel piccolo impegno (8,8% del lordo mensile) e quel che è venuto in tasca a loro dal giorno in cui hanno potuto percepire il vitalizio. Oggi vitalizio o mini-vitalizio si percepisce con 5 anni di contributi a 65 anni. Ma se hai 6 anni di contributi, la pacchia inizia a 64, se ne hai 7 puoi prendere l'assegno previdenziale a 63, e così via fino a 10 anni di contributi, con cui puoi andartene in pensione a 60 anni in barba a tutti gli altri lavoratori d'Italia che a quella età non possono incrociare le braccia né con 10, né con 15, né con 20, 25 o 30 anni di lavoro". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gigi777

    16 Maggio 2015 - 14:52

    Complimenti a Libero per aver lanciato questa inchiesta. Nei prossimi giorni, non lasciamola cadere nel dimenticatoio (come accade spesso in Italia). Continuate a insistere finchè non saranno adottate misure adeguate e comunque "di peso" equivalente a quelle che il governo adotterà con le pensioni della gente comune. Sull'entità, occhio a quella che in economia si chiama "utilità marginale".

    Report

    Rispondi

  • controby

    15 Maggio 2015 - 19:17

    ai miei figli lascio un eredità di 41 anni di lavoro onesto e sacrifici piu servizio militare per la patria, che non hanno reso giustizia ho iniziato a lavorare da bambino a 14 anni, e ora mi sono crollate tutte le certezze che avevo posso solo insegnare ai miei figli di non fare come me ,di farsi furbi , che ci saranno sempre delle persone che si aproffiteranno di loro SPOLPANDOLI E GETTANDOLI

    Report

    Rispondi

  • controby

    15 Maggio 2015 - 19:16

    io spero che la gente sia cosi furba da non andare piu furba e per una volta non pensi solamente al calcio (altro covo di veri evasori fiscali che hanno contribuito alla rovina del paese che è la droga con cui ci tengono soggiogati ) e aggiungo ....ai miei figli lascio un eredità di 41 anni di lavoro onesto e sacrifici piu servizio militare per la patria, che non hanno reso giustizia ho iniziato

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

"Se ne deve andare". La meloniana in aula con mascherina, insultata  "Vengo da Milano, e..." 

Coronavirus, la denuncia del leghista: "Deputati bloccati al Nord e la Camera non controlla gli ingressi"
Coronavirus, controlli a Casalpusterlengo: ritardi nei treni a Milano
Coronavirus, Beppe Sala: "Rispettate le regole e niente corse ai supermercati per accaparrarsi cibo"

media