Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Verona: sindaco, al via il mese della Russia, città sempre più porta d'ingresso per Est Europa

AdnKronos
  • a
  • a
  • a

Verona, 3 ott. (AdnKronos) - Per Verona ottobre sarà il mese della Russia, con una serie di appuntamenti che dalla cultura aprono alla geopolitica e rafforzano sempre di più la sinergia tra la città e la Russia.Sabato 6 ottobre, infatti, arriva per la prima volta in Arena lo spettacolo russo “Romeo Juliet”, prima data europea del musical che porta la firma del russo Ilya Averbukh, produttore, coreografo ed ex campione mondiale di pattinaggio, nonché curatore delle cerimonie dei Mondiali di Calcio di Russia 2018. Uno show che si preannuncia faraonico, con 100 artisti pattinatori sul palco, tra cui 12 campioni del mondo e 6 medaglie d'oro olimpiche, scenografie alte 18 metri e una pista di ghiaccio di 900 metri quadrati. Ospite d'eccezione della serata, annunciato proprio oggi, sarà il cantautore Toto Cutugno, tra gli artisti italiani più famosi e apprezzati in Russia. Cutugno si esibirà in alcuni brani tra cui “L'Italiano” e la versione russa di “Oci Ciornie”. Un evento di grande impatto anche mediatico, dal momento che il giorno successivo sarà trasmesso in Russia e visto da qualche centinaia di milioni di persone. Atteso un parterre di importanti esponenti del mondo istituzionale e dell'imprenditoria russa, tra cui il vice Primo Ministro con delega alla Cultura Olga Golodets e l'ambasciatore della Federazione Russa in Italia Sergey Razov, ma anche rappresentanti delle istituzioni italiane come il Ministro per le Politiche per la famiglia Lorenzo Fontana e l'ambasciatore d'Italia a Mosca Pasquale Terraciano.

Dai blog