Cerca

la conferma

Tasse, l'agenzia di rating Moody's conferma la stangata fiscale: "Due miliardi di imposte in più"

10 Gennaio 2019

1
Tasse, l'agenzia di rating Moody's conferma la stangata fiscale: "Due miliardi di imposte in più"

L'agenzia di rating Moody's ha tolto ogni dubbio sugli effetti che avrà la manovra del governo Lega-M5s sulle tasche degli italiani dopo la rimozione del blocco delle aliquote locali e delle addizionali su Irap, Imu-Tasi e Irpef. Secondo l'ultimo report, la misura in manovra permetterà a regioni e comuni: "di raccogliere fino a due miliardi di entrate aggiuntive, pari al 10% dei loro margini correnti". 

La stima di Moody's è che almeno l'80% degli enti locali deciderà di aumentare le tasse già da quest'anno, puntando a un piatto molto ricco: "Queste tasse generano circa 60 miliardi di euro di entrate all'anno, pari a circa il 30% dei ricavi correnti" e "la riforma potrebbe consentire ulteriori entrate di circa 2 miliardi di euro, pari al 10% dei loro margini correnti se la rimodulazione di tasse ed esenzioni fosse portata all'estremo"

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Luigi Santi

    10 Gennaio 2019 - 17:05

    Moody's non tiene conto nei suoi calcoli del mancato adeguamento delle pensioni all'indice ISTAT. Si tratta, com'è evidente a tutti, di una tassazione mascherata ed occulta che vale, per il solo 2019, oltre 2/mld. Come tale andrebbe considerata ai fini della rilevazione della pressione fiscale. Ovviamente ciò vale anche per gli analoghi provvedimenti applicati da Monti in poi.

    Report

    Rispondi

media