Cerca

scetticismo

Carlo Cottarelli sulla manovra economica: "Gli effetti saranno contenuti. Per crescere bisogna fare deficit"

1 Ottobre 2019

3
Carlo Cottarelli sulla manovra economica: "Gli effetti saranno contenuti. Per crescere bisogna fare deficit"

"È una manovra senza veri tagli e che non offre molto sul versante della crescita". Parola di Carlo Cottarelli, economista nonché mister spending review. "Per fare una manovra espansiva non c'è che una strada: spendere e fare più deficit. Cosa che un Paese indebitato come il nostro non può permettersi" rivela al Giorno. L'Iva, lo spauracchio del governo giallo-rosso, per Cottarelli non è altro che una decisione puramente politica: "Qualcuno ha detto che le aliquote non si potevano toccare e il dibattito ha presto questa strada. Detto questo, non avrei fatto alcun ritocco, né in un senso né in un altro".

Le conseguenze dunque non rispetteranno le aspettative: "Gli effetti saranno molto, ma molto, contenuti. Così come la discussione attorno ad un deficit del 2,2 o del 2%. Stiamo parlando di decimali. E, invece, occorrerebbe puntare a un grande piano di investimenti promosso dall'Europa. Solo così si potrebbe davvero incidere sull'economia". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Carlito58

    01 Ottobre 2019 - 12:12

    vallo a chiedere ai tuoi amici di merende se ci fanno fare il 5% di deficit ...

    Report

    Rispondi

  • GianniPinotto

    01 Ottobre 2019 - 12:12

    Poche idee ma confuse nel Governo, ma anche in Cottarelli: vogliamo sviluppo/deficit o no? In Europa ora contiamo o no? Temo che il re (Conte) sia nudo!

    Report

    Rispondi

  • greppio

    01 Ottobre 2019 - 12:12

    Dire che "..gli effetti saranno contenuti.." è un eufemismo. In realtà, la famosa flessibilità non c'è (deficit 2.2), l'aumento dell'IVA c'è, anche se il goerno cerca di nascoderlo tra le riche e mistificarlo occultandolo dietro presunti valori etici ed ecologici. Di conseguenza, ci sarà un ulteriore rialzo dei prezzi. A pagare le classi più deboli. Fenomeni al lavoro.

    Report

    Rispondi

media