Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pensioni, errori di calcolo dell'Inps su 100mila assegni: i cedolini più colpiti, ecco come intervenire

  • a
  • a
  • a

Almeno 100 mila pensionati stanno ravvisando dei pesanti errori di calcolo sui loro assegni pensionistici. A sollevare la questione è stato Il Giornale.it, secondo cui l'Inps avrebbe sbagliato in difetto "i calcoli ratei sui mesi di dicembre e gennaio". Dunque, malgrado lo stesso Inps abbia minimizzato sulle cifre, i pensionati denunciano sottrazioni di centinaia di euro. In particolare tali ammanchi riguarderebbero i cedolini dal valore compreso tra i 1400 e i 2000 euro. Per orientare i pensionati sulla questione dell'ammontare del proprio assegno, Il Giornale ha interpellato Celeste Collovati, che con lo studio legale Dirittissimo si occupa dei diritti dei pensionati. Per approfondire leggi anche: Pensioni, i nuovi requisiti del 2020 e la mini-rivalutazione: chi può vedersi aumentare l'assegno "Quando avete dubbi sul vostro importo pensionistico, il consiglio è quello di far leggere il cedolino della pensione che potete scaricare dalla vostra pagina personale con l'accesso tramite il pin alla pagina My Inps, ad un consulente previdenziale in quanto di errori ce ne sono possono essere diversi sia dal punto di vista del quantum sia dal punto di vista del diritto che vi spetta", spiega Collovati. "Dalla lettura del cedolino - conclude - si può poi anche evincere se è possibile fare ricorso amministrativo all'Inps tramite il supporto di un avvocato meglio se specializzato nella materia".

Dai blog