Cerca

Che caos

Brexit, Boris Johnson scricchiola: non ha più la maggioranza in Parlamento

3 Settembre 2019

4
Boris Johnson

L'esperienza di Boris Johnson come primo ministro del Regno Unito rischia di giungere al capolinea. Come annunciato dal leader dei LibDem Jo Swinson, l'ex sottosegretario Philip Lee, a causa della sua contrarietà alla Brexit, ha abbandonato l'ultimo seggio della Casa dei Comuni che teneva in piedi la maggioranza Tory-Dup, passando dalla parte dei liberaldemocratici. Con questa situazione, il governo Johnson non ha più la maggioranza in Parlamento e un voto di sfiducia dell'aula potrebbe comportare la caduta dello stesso.

Ciò non ha comunque fermato i piani del leader dei Tory, il quale ha sfidato la Camera dei Comuni nel voler attuare la Brexit il 31 ottobre e che non intende accettare la legge anti-no deal proposta da Jeremy Corbyn, quest'ultimo requisito fondamentale per riaprire il negoziato sul "backstop" (la prevenzione di un confine fisico con l'Irlanda nel caso in cui il Regno Unito dovesse formalizzare l'uscita dall'Europa) con i 27 Paesi dell'Unione Europea. Ormai a Westminster regna il caos più totale.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • captain fantastic

    09 Settembre 2019 - 11:11

    "Non esiste alcun obbligo"??? Ma che stà dicendo??? Gli abbiamo dato i soldi, non vogliono più stare con noi ergo devono restituire. Questo sarebbe "sovranismo"? Quale vantaggio spera di ottenere dal rinunciare ai nostri diritti?

    Report

    Rispondi

  • captain fantastic

    09 Settembre 2019 - 11:11

    Come no! Sono i nostri soldi! I soldi dei contribuenti europei nonchè italiani che devono restituire! Agli Inglesi hanno raccontato la balla che l'Inghilterra ha dato più che avuto: la trattativa brexit dimostra al di là di ogni ragionevole dubbio che era una bugia.

    Report

    Rispondi

  • captain fantastic

    04 Settembre 2019 - 14:02

    Molto bene. Il sig. johnson se proprio vuole uscire dall'Europa ci fa il piacere di restituire i 40 miliardi di sterline che ci deve. E' una questione di onestà.

    Report

    Rispondi

    • cldfdr

      05 Settembre 2019 - 11:11

      Se lo scordi che Albione restituisca qualcosa! Non esiste alcun obbligo legalmente valido per pretendere quattrini !

      Report

      Rispondi

Juventus, arrestati dodici capi ultrà bianconeri. Le immagini della polizia

Giuseppe Conte ai 42 sottosegretari: "Serve dialogo con tutte le forze politiche per attuare il programma"
Lega a Pontida, tutte le stravaganze dei manifestanti
Matteo Salvini sale sul palco di Pontida, ovazione mai vista: "Se fate così mi commuovo"

media