Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Cina e la teoria del complotto: "Il Coronavirus portato a Wuhan dagli atleti militari americani"

  • a
  • a
  • a

C'è una teoria complottistica sul coronavirus che agita la Cina e l'equilibrio mondiale. A gennaio si parlò dell'ipotesi che il Covid-19 fosse stato creato, o fosse sfuggito, da un centro di ricerca sulla guerra biologica in Cina. O ancora dal Laboratorio di biosicurezza nazionale di Wuhan, dove si fa ricerca su Ebola e Sars. Lo stesso capo della diplomazia americana Mike Pompeo insiste a parlare di "Wuhan virus", Donald Trump lo chiama "virus straniero". Ma adesso gira in Cina un'altra teoria, rivela il Corriere della Sera: il coronavirus non viene da un mercato di Wuhan ma dagli spogliatoi degli atleti che a ottobre parteciparono ai Campionati Mondiali Militari.

E i portatori sarebbero stati gli atleti militari americani. Nei giorni delle gare (18-27 ottobre 2019) cinque atleti militari sarebbero stati ricoverati in ospedali di Wuhan. Non si sa di quale nazionalità fossero ma per Pechino erano stati contagiati dagli americani, che si sarebbero portati il virus da casa, in particolare dal laboratorio militare di Fort Detrick, Maryland. Difficile da credere.

La teoria però è ora sostenuta anche da Zhao Lijian, portavoce e vicedirettore del Dipartimento Informazione degli Esteri cinese. Che su Twitter ha scritto: "Prendetevi pochi minuti per leggere un altro articolo. È così sconvolgente che ha cambiato molte cose nelle quali credevo... Può essere stato lo US Army a portare l'epidemia a Wuhan. Serve trasparenza.
Gli Usa ci devono una spiegazione".

Dai blog