Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Finanza: italiani pessimisti su mercati 2013, il 37% diminuira' investimenti (2)

default_image

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - L'ultimo Schroders Global Investment Trends Report, rispetto all'indagine 2012, sostiene che la propensione all'investimento in Italia sembra ancora frenata da fattori macro economici. "La crisi del debito nell'Eurozona e' ovunque in Europa la principale preoccupazione per il 2013 e, in particolare, per il 45% per gli italiani, e per il 55% in media nel resto d'Europa". Diminuisce invece - dal 63 al 44% - la preoccupazione degli italiani su un possibile aumento della pressione fiscale, che resta un timore sentito anche in altri Paesi:Portogallo (53%) e Francia (50%). Regno Unito (19%), Svizzera (16%) e Svezia (14%) sono i Paesi dove l'ansia per una stretta fiscale e' meno forte. In Germania, il rischio e' avvertito dal 25% ed e' collegato agli effetti di una possibile crisi europea piu' che a problemi interni. Tra le maggiori preoccupazioni degli intervistati italiani per i prossimi dodici mesi figurano anche l'instabilita' politica (43%) e la lentezza della ripresa economica nel proprio Paese (35%). Preoccupa meno la volatilita' dei mercati (29%). "Gli investitori italiani - spiega Luca Tenani, responsabile distribuzione per l'Italia di Schroders - sono ancora frenati dalla situazione dell'Eurozona e dall'incertezza del quadro politico, ma si sta facendo strada una nuova propensione all'investimento finanziario".(segue)

Dai blog