Cerca

Soldi ai terroristi di Mumbai

Brescia, arrestati 2 pachistani

21 Novembre 2009

5
Soldi ai terroristi di Mumbai

Due pachistani sono stati arrestati a Brescia con l’accusa di finanziare terroristi islamici responsabili degli attentati di Mumbai (India) del 26 novembre 2008, costati la vita a 195 persone. Ne dà notizia il Prefetto Carlo De Stefano, Direttore Centrale della Polizia di Prevenzione, Ucigos. I due sono accusati di favoreggiamento e attività finanziaria abusiva. La Digos della Questura di Brescia ha anche sequestrato l'agenzia di money transfer che i due gestivano.

Immigrazione clandestina - Gli investigatori dell'antiterrorismo, nell'ambito della stessa attività d'indagine, hanno arrestato altri due loro connazionali, indagati per associazione a delinquere finalizzata a favorire l'immigrazione clandestina; mentre un terzo, anch'egli implicato nel traffico di esseri umani, si è reso irreperibile ed è attivamente ricercato. Le indagini, eseguite per la parte finanziaria in collaborazione con la Guardia di Finanza di Brescia, sono state avviate nello scorso dicembre, con il contributo informativo fornito dal Fbi e dalle Autorità indiane, allorquando emerse che i due titolari dell'agenzia di money transfer, utilizzando l'identità di una persona in realtà ignara, nell'imminenza degli attacchi di Mumbai, avevano effettuato una rimessa di denaro per pagare l'account di un servizio di telecomunicazioni VoIP, sulla rete internet, utilizzato da soggetti in contatto con gli attentatori di Mumbai.

Il complesso impianto investigativo, portato avanti dagli organismi antiterrorismo della Polizia, ha consentito di documentare come l'ordine di eseguire il pagamento fosse stato rivolto ai due titolari dell'agenzia da elementi localizzati in Pakistan e riconducibili ad una società di intermediazione finanziaria, in ordine alla quale proseguono gli accertamenti in ambito internazionale. I particolari dell'indagine saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà oggi alle 11 presso la Questura di Brescia.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allengiuliano

    23 Novembre 2009 - 18:06

    sono i buoni mussulmani "terroristi" integrati nel nostro paese. Biglietto solo andata per il loro paesello e calci nel sedere. Poi pensandoci ...consegnarli allo stato/giustizia indiana sarebbe cosa buona e giusta.

    Report

    Rispondi

  • mrjeckyll

    23 Novembre 2009 - 16:04

    Chiaro, semplice e coerente. Come potrei non essere d'accordo con te,caro Click?

    Report

    Rispondi

  • Shift

    23 Novembre 2009 - 08:08

    Egr. mrjeckyll, non è che ce l'abbia con Maroni, lo so che la Lega spinge per ben altro ma Berlusconi e il PdL frenano quello che gli elettori vorrebbero fare da tempo, di conseguenza Maroni è costretto, volente o nolente, a "dormire". Si è "svegliato" perchè dopo la scoperta che molti fra le istituzioni e i rappresentanti politici erano nel mirino dei terroristi, gli hanno "detto" di "svegliarsi". Penso che avrà letto le "immediate" notizie dei convenevoli politici ed economici dell'Italia con l'Arabia Saudita, lo Yemen, ecc. Ciò vuol dire, in altre parole, che i politici della maggioranza si stanno "comprando" la tranquillità da parte islamica, il che mi fa dubitare fortemente delle "pure" intenzioni della nostra maggioranza, che noi elettori continuamente vagheggiamo debbano realizzare, come vedo fare anche a lei. Forse la Lega vuole, anzi ne sono abbastanza sicuro, ma viene tenuta fortemente al guinzaglio dal PdL e ci fanno vedere lucciole per lanterne.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media