Cerca

Blocca l'aggressore di Silvio

ma online riceve solo insulti

16 Dicembre 2009

7
Blocca l'aggressore di Silvio
Di Andrea Matteazzi il sito di Libero aveva scritto ieri. Il ragazzo, un pallavolista di 29 anni residente a Padova, domenica scorsa aveva fermato l'aggressore di Berlusconi, mentre tentava di darsi alla fuga. Il Gazzettino, quotidiano locale, riporta giustamente con dovizia di particolari la vicenda, ma sul sito e nella redazione del giornale online arrivano minacce e insulti, nonché risate di scherno, all'indirizzo del Matteazzi.
Tanto da portare il direttore Roberto Papetti, a dedicare alla vicenda l'intero editoriale di oggi.
"Avrei preferito non scrivere queste righe. Ho deciso di farlo dopo aver assistito al bombardamento di insulti e scomposte ironie di cui è stato vittima per tutta la giornata di ieri sul Gazzettino.it, Andrea Matteazzi, il giovane atleta padovano che per primo, con una certa dose di coraggio, domenica scorsa ha bloccato in piazza del Duomo a Milano, Massimo Tartaglia, l'aggressore di Silvio Berlusconi. Sia chiaro: non ho alcune intenzione di polemizzare con gli anonimi (e quindi anche un po' vigliacchi) estensori di quegli attacchi on line. Non vanno sottovalutati, ma nemmeno va data loro troppa importanza. Sono l'effetto non la causa" .
Attacchi incomprensibili, se si considera che il ragazzo non ha rilasciato dichiarazioni pompose, limitandosi a raccontare la cronaca dei fatti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • enricom

    17 Dicembre 2009 - 18:06

    Il psico Tartaglia ha avuto troppo tempo per mirare e lanciare (indisturbato) la statuina. Mi immagino che si siano ben studiati i volti di chi gli stava vicino. Mi immagino che lo si controllera' bene per evitare che gli possa succedere qualche cosa da parte di chi non voglia che parli troppo.

    Report

    Rispondi

  • cribind

    17 Dicembre 2009 - 10:10

    ... se sei buono, ti tirano le pietre... Se al posto del Silvio, ci fosse stato Di Pietro, avrebbe fatto immediatamente preparare un rogo in piazza per ardere vivo l'attentatore.

    Report

    Rispondi

  • gmarcosig335

    17 Dicembre 2009 - 09:09

    Già un bravo ragazzo merita solo un bravo.I delinquenti sono solamente una cozzaglia e non meritano spazi, se non quelli del riformatorio. Ma già sono talmente pochi i bravi ragazzi che non se ne ricordano le sembianza. L'ignoranza è un male incurabile.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media