Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bucarest chiama, l'Italia risponde: la missione di Iolanda Ippolito

Esplora:

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Unione Europea vuol dire organizzazione; connessione; reciproco aiuto. Al fine di professionalizzare i servizi di pronto soccorso psicologico nell'ambito delle competenze del Ministero degli affari interni, il Centro di psicosociologia del Ministero degli affari interni Rumeno, ha finanziato un progetto denominato “EuRoPsychAssist”. Progetto che ha richiesto la partecipazione di delegazioni provenienti da ben nove paesi europei tra cui le strutture di polizia belghe e lussemburghesi, i ministeri degli interni austriaco, bulgaro e ceco, Comune di Trondheim in Norvegia, ed anche noi italiani con l'Istituto internazionale di psicologia applicata e studi umanistici. Il progetto si riproponeva inoltre di migliorare la formazione psicologica, scambiare buone pratiche a livello europeo e creare una rete di psicologi con conoscenze psicologiche di prima linea per diffondere i risultati dello scambio di migliori pratiche con i partner europei. Non a caso, selezionata per la nostra delegazione, composta da solo un uomo e tre donne, la dr.ssa Iolanda Ippolito criminologa investigativa, esperta in Scienze Forensi, Politiche della Sicurezza, Molestie e Mobbing sui posti di lavoro e presidente dell'associazione Akira. I quattro componenti Italiani hanno ricevuto una targa di riconoscimento e apprezzamento del lavoro svolto dal Dr. Darius Turc, direttore del Centro di Psicosociologia del Ministero dell'Interno. "Il mio appello, -ha dichiarato la dr.ssa Ippolito- va alle istituzioni preposte all'Ordine e alla Sicurezza Nazionale le quali devono prendere atto della situazione attuale, ponendo in essere azioni concrete, correttive consolidando anche best practices di altre nazioni, volte al benessere degli operatori di Polizia, perché ciò porta di sicuro ad una maggiore percezione della sicurezza nazionale in generale e minori rischi sociali".

Dai blog