Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Immigrati, Papa Francesco: il suo zampino per farci arrivare in Italia altri centro stranieri

Matteo Legnani
  • a
  • a
  • a

Ci scherza su, alla domanda del Corsera, Papa Francesco: "Lo zampino? E' solo del diavolo". Ma poi ammette che sì, è stata la Chiesa ad aprire col ministero degli Esteri italiano perchè un centinaio degli immigrati della Diciotti venisse accolta a Rocca di Papa (cioè in Italia, mica in Vaticano) dove, spiega ancora il Pontefice, "cominceranno a imparare l'italiano presso 'Mondo migliore'". Bergoglio svela poi chi e come ha svolto la trattativa: "Quello che ha fatto il lavoro col ministro (Enzo Moavero, ndr) è stato Padre Aldo (Bonaiuto, della comunità di don Benzi) e insieme la conferenza episcopale italiana: il cardinale Bassetti a Dublino coordinava per telefono e il sottosegretario don Ivan Maffeis negoziava col ministro". Già, e poi ce li siamo cuccati noi. Leggi anche: Papa Francesco e Soros, parla Meluzzi: il piano terrificante sugli immigrati

Dai blog