Cerca

Toh, che caso

Ong, arriva la Alan Kurdi: clamorosa sfida all'Italia, chi c'è dietro la nuova nave salva-migranti

18 Febbraio 2019

0
Ong, arriva la Alan Kurdi: clamorosa sfida all'Italia, chi c'è dietro la nuova nave salva-migranti

Le Ong non dormono mai. Nel Mediterraneo arriva una nuova nave: si chiama Alan Kurdi, in ricordo del piccolo migrante siriano Aylan morto in Turchia nel 2015, e dietro c'è l'ineffabile Sea Eye. L'imbarcazione è già salpata da Palma de Maiorca e naviga verso le acque al largo della Libia, per cercare migranti in difficoltà. Una sfida diretta a Matteo Salvini e all'Italia, con cui la Sea Eye ha già ingaggiato vari bracci di ferro.


Non a caso anche i sodali di Sea Watch hanno già lanciato i loro auguri ai colleghi: "È importante che laggiù ci sia qualcuno pronto a soccorrere. Il nostro equipaggio e tutta Sea Watch augura loro buona fortuna e buon vento!". Matteo Salvini ha pero ribadito di voler continuare con la linea dura tenuta con la Diciotti nel giugno 2018, processo o meno: "Se domani arriva un barcone nelle nostre coste non sbarca. Se domani arriva una Ong non sbarca, perchè in Italia non arrivano più né gli scafisti né le Ong".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media