La prova regina

Luca Sacchi, per Anastasiya Kylemnyk la situazione diventa pesante: "La sua auto per trasportare droga"

3 Dicembre 2019

Ancora guai per Anastasiya, per gli inquirenti la sua auto serviva a trasportare la droga

L'auto di Anastasiya Kylemnyk doveva servire a trasportare la droga. Si aggrava così la posizione della giovane nelle indagini per l'omicidio di Luca Sacchi, sottoposta da venerdì scorso ad obbligo di firma con l'accusa di detenzione e spaccio di droga. I carabinieri del Nucleo Investigativo hanno sequestrato la Citroen C1 gialla e lo smartphone della ragazza, per svolgere ulteriori accertamenti in attesa dell'interrogatorio di garanzia fissato per mercoledì.

Per approfondire leggi anche:  Omicidio Luca Sacchi, Anastasiya usava chat criptate


Com'è emerso in sede d'indagine l'auto di Anastasiya doveva essere utilizzata per uno scopo ben preciso, ossia quello di trasportare la droga ottenuta con lo scambio dello zainetto contenente 70mila euro per l'acquisto di ben 15 chili di marijuana. Questo era il piano, prima che i due pusher di Casal Monastero Valerio Del Grosso e Paolo Pirino decidessero di mettere a segno la rapina, culminata con l'omicidio di Sacchi. Al riguardo infatti il pubblico ministero Nadia Plastina così si è espresso: "Non si può affermare con certezza la provenienza dei soldi ma di certo gli acquirenti avrebbero dovuto trasportare le balle di droga con l’auto della Kylemnyk".