Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Salvini e di Maio dichiarano guerra all'Onu

Franco Bechis
  • a
  • a
  • a

Hanno minacciato più volte una dichiarazione di guerra all'Unione Europea, minacciando -come aveva già fatto Matteo Renzi– di tagliare i contributi a Bruxelles. Con la manovra economica contenuta nella legge di bilancio 2019 invece l'Italia del governo gialloverde di Matteo Salvini e Luigi Di Maio ha deciso di dichiarare guerra all'Onu e al suo segretario generale Antonio Guterres. In un comma della legge di bilancio infatti il governo ha deciso di tagliare di 35,35 milioni di euro il contributo che l'Italia annualmente paga al segretariato generale dell'Onu per il suo finanziamento. Il taglio sarà stabile anche se un po' inferiore (32,35 milioni di euro) a partire dal 2020. Sulla carta la legge di bilancio dà mandato al ministero degli Esteri per rinegoziare quel contributo, ma la somma viene inserita con certezza fra i risparmi del 2019. E non è un taglietto, visto che quel contributo annuale all'Onu ammonta oggi a circa 79 milioni di euro… Salvini e di Maio dichiarano guerra all'Onu Antonio Guterres, Luigi di Maio, matteo renzi, Matteo Salvini, Onu, primizia Continua a leggere su L'imbeccata di Franco Bechis

Dai blog