Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Wojtyla, beato domenica primo maggio 2011

Ratzinger ha firmato il decreto che attribuisce a Giovanni Paolo II il miracolo. Il Papa ha agito in deroga ai tempi canonici

Andrea Tempestini
  • a
  • a
  • a

Karol Wojtyla sarà beatificato a Roma il 1° maaggio 2011. Il via libera è arrivato con il decreto firmato da Benedetto XVI che riconosce il miracolo attribuito a Giovanni Paolo II. Lo ha annunciato il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi. "COINCIDENZA LITURGICA" - La beatificazione si tratta nella Domenica in Albis, cioè la prima successiva alla Pasqua, nella quale lo stesso Karol Wojtyla ha istituito la Festa della Divina Misericordia. E nel 2005, il 2 maggio, la morte del Papa avvenne alla vigilia di tale festa, anzi quando era liturgicamente iniziata con i primi vespri. "E' importante notare che il motivo della scelta", ha spiegato Lombardi, "è legato a questa coincidenza liturgica". IL MIRACOLO - Joseph Ratzinger ha riconosciuto a Wojtyla un miracolo di intercessione, che consiste nella guarigione di una suora francese dal morbo di Parkinson. Il riconoscimento del miracolo era l'ultimo passo necessario per la beatificazione. Per la santificazione del pontefice sarebbe necessario il riconosimento di un secondo miracolo. "CORSIA PREFERENZIALE" - "La beatificazione di Papa Wojtyla ad appena sei anni dalla morte", ha continuato Lombardi, "è stata resa possibile da una corsia preferenziale voluta da Benedetto XVI, che aveva anche dispensato dall'attesa dei cinque anni per avviare il processo. Ma nessuno sconto è stato fatto nelle procedure e negli accertamenti durante il processo canonico, che anzi è stato particolarmente scrupoloso". DEROGA - La beatificazione di Karol Wojtyla avverrà dopo sei anni dalla morte, il 2 aprile del 2005. Benedetto XVI infatti ha agito in deroga alle norme canoniche che prevedono che si aspetti cinque anni dalla morte per aprire il processo canonico per la beatificazione. Il 13 maggio 2005, poco dopo la sua nomina a Pontefice, invece Ratzinger, nella cattedrale di San Giovanni, davanti al clero romano, annunciò di voler immediatamente aprire la causa canonica per Giovanni Paolo II. Fu proprio lo stesso Wojtyla a derogare per la prima volta a questa norma, con l'avvio immediato del processo per madre Teresa di Calcutta, morta nel 1997 e beatificata sei anni dopo. TOMBA - A San Pietro sono già cominciati i lavori per realizzare la tomba che ospiterà il corpo del papa polacco una volta diventato beato.  La tomba sarà incastonata in uno degli altari, e dopo il vaglio di diversi progetti, Ratzinger ha approvato quello che prevede che le spoglie di Giovanni Paolo II vengano traslate dalle Grotte Vaticane alla cappella di San Sebastiano, collocata alla destra della navata centrale di San Pietro, tra la Pietà di Michelangelo e la Cappella del Santissimo Sacramento.

Dai blog