Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi vip della settimana

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

Quindici minuti di applausi E' quasi Natale, ma questa Prima della Scala ci resterà nel cuore per sempre.Quindici minuti di applausi, un successo incredibile, ovazioni per il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: questo e anche di più per una fantastica Prima della Scala.'Attila', opera giovanile di Giuseppe Verdi, fra le più rappresentate durante il Risorgimento, ha inaugurato il 7 dicembre 2018 la stagione 2018-2019 della Scala di Milano.Il Cenacolo di Arturo Artom si è svolto nel meraviglioso loft di Elisa e Stefano Giovannoni, icone del design Miilanese. Katia Da Ros, ha aperto le danze con una degustazione di prodotti abbattuti rapidamente e poi scongelati e freschissimi con la sua Irinox, l'azienda veneta che ha inventato ed è ormai sinonimo di questa tecnologia...esempio di quelle multinazionali tascabili che esportato in tutto il mondo e rendono onore all'Italia. Poi Stefano Giovannoni si e tuffato nei ricordi centrati negli anni dedicati alla Alessi con l'intuizione della celeberrima serie Girotondo...il 'vassoio con gli omini' venduto in più di 10 milioni di pezzi! Mentre la moglie Elisa ha raccontato la nascita più recente della loro azienda Qeeboo, anche qui subito iconica con le famose sedie rabbit. Si è poi parlato di talento con Claudio Cecchetto che ha raccontato gli anni della creazione e sviluppo di Radio deejay che...non aveva deejay! e di come avesse letteralmente fermato sull'aereo Gerry Scotti, in partenza per una brillante carriera da dirigente aziendale, per trasformarlo nella voce della radio e così iniziare la sua nuova fantastica avventura nello spettacolo. La gestione dei talenti è stato poi il fil rouge del racconto di Giordano Fatali, guru del recruiting italiano, che si e soffermato sulla creazione del Millennials Ambassador Forum, insieme a Luisa Todini e Roberto Maroni, per mettere direttamente in contatto i Ceo delle grandi aziende con i giovani talenti. Mario Giordano, ha poi ripercorso la sua straordinaria carriera giornalistica e di come tentò in tutti i modi di opporsi alla presenza in televisione, diventando suo malgrado uno dei giornalisti e direttori più amati dal pubblico televisivo. Infine Gianluca Seguso, erede ed innovatore della tradizione del vetro di Murano dal...1397!...ha consegnato a Claudio Cecchetto e Stefano Giovannoni il premio Cenacolo che si ispira alla celebre Coppa Guggenheim creata da Antonio Seguso nel 1878 simbolo della rinascita dell'arte vetraia a Murano.E poi tutti da Daniela.Magica festa di Natale all' Hotel Chateau Monfort per Daniela Javarone. La Presidente dell'associazione Amici della Lirica e madrina dei City Angels ha voluto riunire gli amici più cari in un'atmosfera magica come lei. Fantastica l'accoglienza del direttore Stefano Risolé. Nella cornice da favola dell'hotel milanese, Daniela Javarone ha organizzato un cocktail dinatoire a cinque stelle che si é concluso con il classico panettone. Allegria e musica per tutti. E anora feste a Roma, Cortina e Londra. BRITISH FASHION AWARDS con Vivienne Westwood  Vivienne Westwood ha ricevuto il premio Swarovski for Positive Change ai British Fashion Awards 2018 per il suo contributo a rendere la moda ecosostenibile.Da sempre Vivienne Westwood utilizza il suo lavoro nella moda per evidenziare problemi legati al cambiamento climatico come la campagna SWITCH to Green, per sensibilizzare le aziende a passare a fornitori di energia verde, la campagna Save The Arctic in collaborazione con Greenpeace e il suo generoso supporto a Cool Earth nella sua missione per salvare la foresta amazzonica.Nel Regno Unito, come parte della campagna SWITCH, Vivienne Westwood attraverso la nuova SWITCH Platform ha unito i quattro grandi fornitori per offrire alle aziende un modo semplice, veloce e verificato di passare ad energia verde. Credit LaPresse. Nella foto le ospiti Jerry Hall e Lizzie Jagger in Vivienne Westwood. Tutti da Daniela allo Chateau Monfort Magica festa di Natale all' Hotel Chateau Monfort per Daniela Javarone. La Presidente dell'associazione Amici della Lirica e madrina dei City Angels ha voluto riunire gli amici più cari in un'atmosfera magica come lei. Fantastica l'accoglienza del direttore Stefano Risolé. Nella cornice da favola dell'hotel milanese, Daniela Javarone ha organizzato un cocktail dinatoire a cinque stelle che si é concluso con il classico panettone. Allegria e musica per tutti. Nella foto Daniela Javarone con Roberto Bolle. Il galà "Operetta e Tango" In occasione della Festa di Natale 2018, l'Associazione culturale musicale italo‐russa Stravinsky Russkie Motivi organizza per mercoledi  19 Dicembre 2018  la serata  con concerto vocale e musicalebenefica " Concerto Natalizio - Gran Galà di Beneficienza OPERETTA e TANGO”che si terrà nella bellissima Sala Barozzi presso l'Istituto dei Ciechi a Milano, in via Vivaio 7 (MM1 Palestro), dalle ore 19.00 con inizio del concerto alle ore 20.00.La serata benefica dell'associazione Stravinsky Russkie Motivi ha come primo scopo  la raccolta di donazioni per la realizzazione di una scuola musicale italo‐russa, rivolta a bambini italiani e di coppie miste, al fine di apprendere le due culture attraverso lo studio della musica e un luogo dove stimolare i bambini stessi all'uso ed all'approfondimento della lingua russa. Assieme alle altre associazioni patrocinanti la serata, la beneficienza si propone di unire, nel nome della musica e delle arti, culture, popoli e Paesi per avvicinarli sempre più e sostenere progetti di crescita ed educazione alle arti.“Inoltre ci piacerebbe – aggiunge la presidente Larisa Yudina - attraverso la musica, come incluso nel progetto, aiutare anche i bambini disabili, perché è chiaramente riconosciuto che l'arte, in ogni sua manifestazione, stimola lo spirito. Proprio per questo come sede del nostro evento abbiamo scelto l'Istituto dei Ciechi.”Il programma sarà ricco di arie e cantate tratte da Operette e da intensi brani di tango: le splendide voci che interpreteranno i brani saranno quelle di Larissa Yudina (soprano e presidente dell'associazione), Polina Cuditckina (mezzosoprano), Ekaterina Dolgasheva (soprano), Askar Lashkin (baritono), accompagnati dai maestri Elia Tagliavia al pianoforte, Claudio Giacomazzi al violoncello e dalla violinista di fama internazionale Yulia Berinskaia, che suonerà un violino di Giovanni Battista Guadagnini del 1745, proponendo brani dal DVD “Unconditional music”. Ci saranno due interludi di danza,un walzer classico danzato da Carol Alberio e Luigi Ferraris ed un momento di tango danzato, quest'ultimo, dai ballerini professionisti dell'Associazione Milongut.La serata non mancherà di presentare anche altre opere d'arte, con l'esposizione di tele di artisti quali Milena Quercioli, recentemente insignita del Premio Internazionale Cristoforo Colombo per l'Artista dell'Anno, Ariedo Lorenzon, le icone di Rita Zarnitchii, Pietro Antorini e gli scatti di Stefano Rizzi e di Massimo Maestri.Al termine a tutti i partecipanti sarà offerto un goloso buffet con specialità gastronomiche italiane e russe.L'organizzazione della serata è seguita dalla signora Larissa Yudina, presidente dell'associazione, dalla signora Olga Kourbatova, vice presidente e dalla signora Ombretta Romano, tesoriere.L'iniziativa è sotto l'egida del patrocinio del Comune di Milano, e degli Ordini Dinastici della Real Casa Savoia e, presenti in sala a dimostrare il loro appoggio alla raccolta benefica, saranno i membri dell'Ordine Militare e Ospedaliero di San Lazzaro e dell'Ordine Capitolare dei Cavalieri della Concordia. Bollicine a Milano Just Cavalli si prepara alle Feste e il 15 Dicembre organizza un brunch, dalle ore 13 alle 16, con party dalle 16 alle 19, con allestimento in stile natalizio, intrattenimento con performers e ballerine, speciale dj set con Our Anthem. Just Cavalli sarà aperto sia il 24 sia il 25 con cene e allestimenti a tema e per il 31 è prevista la festa più glamour della città, dedicata al Grande Gatsby, con red carpet, foto, gala dinner, party, fuochi d'artificio, allestimento a tema e danze sino a tardi, tra eleganza, lusso e pubblico italiano e internazionale che celebrerà l'arrivo del 2019.Il locale sarà allestito a tema in stile anni 20. Dopo il red carpet ci si potrà fare immortalare al photo call con dress code a tema dalle ore 19,30. I performers all'interno del locale delizieranno il pubblico presente. All'esterno ci sarà uno spettacolo pirotecnico per celebrare l'arrivo del Nuovo Anno. Tra le altre novità, è previsto anche un menu vegetariano, per tutti coloro che non amano la carne. Dalle ore 20,00 gala dinner con musica live. Dalle 23,30 Club Party e balli fino a tardi. L'Hotel de la Poste e il Gran Concerto a Cortina Sarà proprio un evento speciale quello promosso dallo storico Hotel de la Poste, su un'idea dello scenografo Fabrizio Carbonera,per questa Epifania ampezzana. Il 4 gennaio, presso l'Alexander Girardi Hall, di Via Marangoni 1, si terrà la prima edizione del Gran Concerto dell'Epifania in Cortina, che vedrà protagonisti I Virtuosi del Teatro alla Scala.L'ensembledel prestigioso Teatro meneghino è composta dai migliori musicisti e dalle prime parti dell'Orchestra e della sua Filarmonica. In via del tutto eccezionale, a Cortina avremo la possibilità di ascoltare il più giovane primo violino di spalla dell'orchestra scaligera, Laura Marzadori, in un programma di elevata difficoltà esecutiva ma di facile e piacevole ascolto tra cui il famoso Rondò in do magg. di Mozart K. 373 per violino e orchestra. La Marzadori svolge anche una notevole attività solistica sia in Italia che all'estero facendo tesoro delle esperienze musicali maturate alla Scala con direttori d'orchestra del calibro di D. Barenboim (che la scelse per la Scala), R. Chailly, A. Pappano, Z. Metha ed altri grandi della musica. Per Cortina d'Ampezzo, questa sarà una occasione di grande prestigio internazionale, che consoliderà tangibilmente quell'asse ideale “Milano-Cortina” che già si è esposta per voce del Governatore Luca Zaia, proponendosi ad ospitare i prossimi Giochi Olimpici nel 2026.  Considerato l'alto livello qualitativo della manifestazione, il Gran Concerto dell'Epifania sarà trasmesso in diretta su Radio Cortina, su Canale Europa, la Web TV più nota d'Italia, e verrà diffuso live sui Social Network dell'Hotel de la Poste. Dal 20 novembre '18 sarà possibile acquistare i biglietti del Gran Concerto sia su Ticketone che presso La Cooperativa di Cortina, in Corso Italia 40. I prezzi andranno da € 60,00 a € 80,00 con l'opzione PREMIUM che, durante l'intervallo del Concerto, permetterà agli ospiti di accedere a un light buffet e a un brindisi con loChampagne Veuve Clicquot, partner tecnico della serata.  L'inizio del concerto è previsto alle ore 19.00 puntuali, infatti non sarà permesso l'ingresso in sala durante l'esibizione, ed eventuali ritardatari potranno entrare solo all'intervallo.
   Non si tratterà solamente di un momento di grande musica, ma di un vero e proprio evento legato alla valorizzazione del territorio e dal grande impatto culturale e umanitario.  Per accrescerne il pathos si è pensato di vestire le musiciste dei virtuosi con costumi e acconciature di scena riferiti al gran ballo de Il Gattopardo di Luchino Visconti, di cui verrà eseguita una suite achiusura del concerto. I costumi, realizzati dalla prestigiosa e storica Sartoria Teatrale Arrigo, di Milano, saranno messi in mostra a partire dal 28 dicembre sino alla data del concerto, in alcuni locali e negozi di Cortina.   In occasione del Gran Concerto dell'Epifania, l'Hotel de la Poste ha organizzato una prestigiosa cena di gala, con menù “musicale”, il cui ricavato andrà a favore del soccorso Alpino di Cortina e ai volontari intervenuti nelle emergenze, che verrà servita nello storico Salon Dolomieu.  Quali progetti ha per l'Hotel per il 2019?  “Questa primavera ristutturemo una quindicina di camere e cercheremo di predisporre l'intera struttura per poter rimanere aperti il più possibile. Tutte le sale saranno dotate di sistemi tecnologimanete avanzati per opsitare Team Bulding, convegni e riunioni”-dice Gherardo Manaigo, titolare Hotel de La Poste e ideatore e promotore dell'iniziativa, nella foto-“infine, la nostra nuova Bike Room permetterà di accogliere ciclisti da ogni parte del mondo e seguirli, con gli istruttori convenzionati, nelle varie discipline Road Bike, Grivel, Mountain Bike ed E-Bike”. Questo concerto riconferma il legame esistente tra Cortina e Milano, quali sono i suoi pronostici per le Olimpiadi 2026, ce la farete?  “La candidatura olimpica è molto forte, ci sono due regioni locomotive del Nord-Est come la Lombardia e il Veneto, insieme alla Provincia autonoma di Trento. Ritengo sia giustissimo utilizzare gli impianti già esistenti, per assicurare un minore impatto ambientale e ovviare allo spreco di soldi. L'unica cosa che mi lascia perplesso è il collegamento viario tra Cortina e il resto del territorio. Infatti, riprendo il piccolo aeroporto di Cortina potremmo andare a Milano in 45 minuti di volo, a Verona in 25, a Trento in 20 minuti. Dopo il concerto si terrà una cena benefica il cui ricavato andrà al soccorso alpino e ai volontari di Cortina, questo dimostra quanto il suo Hotel sia legato e radicato nel territorio. Ci lascia un pensiero in merito? “I nostri ragazzi sono sempre in prima linea. La Montagna è un luogo complesso e non si scherza, troppo la affrontano con scarso equipaggiamento e poco allenamento. Questi uomini operano in condizioni estreme per mantenere alto il nostro livello di sicurezza. Noi albergatori conosciamo mille storie legate a disavventure finite poi bene proprio grazie a questi eroi. Mi sembra giusto ringraziare queste persone silenziose che vigilano su di noi”. Una Prima da sogno Quindici minuti di applausi, un successo incredibile, ovazioni per il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: questo e anche di più per una fantastica Prima della Scala.'Attila', opera giovanile di Giuseppe Verdi, fra le più rappresentate durante il Risorgimento, ha inaugurato il 7 dicembre 2018 la stagione 2018-2019 della Scala di Milano.Sul podio della Scala di Milano c'è il direttore musicale Riccardo Chailly, che prosegue la sua ricognizione del repertorio italiano ripercorrendo gli anni giovanili di Verdi: 'Attila' segue 'Giovanna d'Arco', che aprì la stagione 2015/2016, e prelude a 'Macbeth' che verrà rappresentata nei prossimi mesi. L'allestimento è affidato a Davide Livermore, che dopo il debutto scaligero con Tamerlano di Händel, ha già collaborato con il Maestro Chailly nei mesi scorsi per Don Pasquale di Donizetti. Sobrietà nel parterre con la magnifica presenza di Pierre Casiraghi con Beatrice Borromeo e Roberto Bolle. Il talento di Stefano Seminara Grande festa  per il modello e attore Stefano Seminara :nasce a Catania dove trascorre i primi due anni della sua vita. Da quel momento si trasferisce a rescalda in provincia di Milano, paese in cui viveva la famiglia della madre e dove il padre trova il lavoro cercato, per il quale lascia la sua terra natia, e che non abbandonerà più. La sua infanzia è stata contornata dalla più grande quantità di affetto che un bambino potesse aspettarsi, ricevendo attenzioni da nord a sud passando dal centro italia, roma e tagliacozzo (paese in provincia dell'aquila in abruzzo) dove vive il resto della famiglia. Si perché le dimensioni della famiglia prendono una forma piuttosto importante. Bambino molto timido si confronta con la vita tra le grandi braccia della famiglia che lo proteggono e gli danno tutte le sicurezze di cui aveva bisogno. Non è mai stato viziato però e cresce da subito con l'importanza dei valori principi dell'esistenza, infatti è sempre super educato e mai fuori dalle righe. L'adolescenza però lo porta ad affrontare, piano piano, il mondo al di fuori di quelle grandi braccia e così iniziano i primi problemi di insicurezza, non era in grado di tener testa a se stesso perché aveva sempre bisogno dell'appoggio di qualcuno di cui si fidasse, che gli desse sicurezza. La cosa più bella di quegli anni era infatti trascorrere del tempo con la propria famiglia. Troppa sicurezza esterna lo hanno portato ad essere profondamente insicuro di se stesso. La svolta, se cosi si può chiamare, arriva quando in lui cresce costantemente una voglia di rivincita personale che lo portano ad “aggredire” la vita provando ad andarsi a prendere quello che credeva essere importante per lui. Da li inizia una vita fatta principalmente di stimoli, ciò che lo stimola lo porta a prendere delle decisioni.. giuste o sbagliate che fossero sue. Chiaramente non significa che le insicurezze lo abbandonano perché sono parte di lui, ma impara a gestirle capendo, mano mano, che o reagisce o gli altri prenderanno il sopravvento su di lui! Questo lo porta a fare tante esperienze di ogni tipo ed impara a relazionarsi con tutti imparando a socializzare con ogni tipo di persona. Un difetto è che, però, non riesce a dare confidenza a tutti e quindi tende a staccarsi subito da chi non ha interesse che entri nella sua vita. Questo lo ha portato ad essere criticato, soprattutto quando ha iniziato a fare il modello, perché coloro che si sentivano allontanati giustificavano il fatto dicendo che “Stefano se la tira, chissà chi si crede di essere”.. per fortuna le persone che realmente lo conoscono sanno come è fatto e non ha bisogno di dover giustificarsi. Quello che è importante che tutti i ragazzi capiscano è che non devono farsi condizionare dal giudizio degli altri, purtroppo c'è tanta invidia e spesso le persone parlano solo perché non riescono a realizzare ciò che vogliono semplicemente perché non si muovono per farlo! Componente importante della sua esistenza è il destino, crede infatti che tutto accada per un motivo e tutto quello che accade è perché è così che deve andare e ti porterà ad essere ciò che il destino ha in serbo per te. Sono tantissimi gli episodi che lo hanno portato a crederci, anche piccolissimi dei quali però ha sempre fatto caso!  La sua vita è una costante prova, è sempre messo alla prova da persone e circostanze, è una sfida continua che lui affronta sempre con determinazione e che riesce sempre a vincere. GALLERIA CRACCO by Sky Arte il progetto nato con la volontà di coinvolgere artisti italiani contemporanei nel realizzare interventi site specific per le “lunette” che sovrastano le vetrine del ristorante Carlo Cracco in Galleria Vittorio Emanuele – da mercoledì 12 dicembre 2018 presenta Romans Roman (Hommage à Roman Signer), una video installazione concepita dai MASBEDO, duo artistico composto da Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni.Galleria Cracco, progetto inaugurato lo scorso aprile con l'opera Heterochromic (Rosa e Carlo) di Patrick Tuttofuoco, nasce da un'idea dello chef Carlo Cracco, insieme all'agenzia di comunicazione Paridevitale e a Sky Arte, il primo canale televisivo dedicato all'arte in tutte le sue forme.Le tre vetrine d'arte di Galleria Cracco, con la loro vocazione “pubblica”, sono fruibili gratuitamente 24 ore su 24 da tutti coloro che attraversano Galleria Vittorio Emanuele, luogo simbolo di Milano, visitato da oltre 100.000 persone al giorno.Con Galleria Cracco, il nuovo ristorante di Carlo Cracco conferma la sua volontà di porsi come un luogo di sperimentazione, in cui la creatività diventa trait-d'union tra food, architettura, design e arte: è l'eccellenza del saper fare italiano.  All'inaugurazione del progetto, a cui si è brindato con le bollicine Ferrari Trentodoc, numerosi i volti noti che hanno partecipato. Insieme a Carlo Cracco, Rosa Fanti, agli artisti Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni, a Roberto Pisoni, Direttore Sky Arte HD, e a Paride Vitale, fondatore dell'omonima agenzia di comunicazione: Matteo Lunelli, Presidente e CEO Ferrari, Geppi Cucciari, Giovanni Caccamo, Sabrina Donadel, Paola Marella, Roberto Capitani, Alberto Biagetti e Laura Baldassari, Helen Nonini, Federica Fracassi, Eros Galbiati, Lady Tarin, Paola Nicolin, Michela Moro, Alberto Salvadori.   X-MAS DINNER da "Beato Te" X-MAS DINNER per Lady Press Office, la bellissima Lorella Maselli che ha voluto festeggiare il Santo Natale con gli amici di sempre. Ha scelto per i festeggiamenti la location più social del momento, il famosissimo “ Beato te” di Milano, meta di personaggi e volti noti. Succulenta la cena che si è conclusa con panettone e rituale brindisi.Hanno partecipato: Angelo Sanzio, Alessandra Moschillo, Cecilia Gayle, Dottor Marco Citro, Dottor Roberto Melone, Justine Mattera,  Daniel Missori, Giordana Mill, Aristide Malnati, Fur You, Claudia Peroni, Gabriele Ardemagni. Cenacolo a casa di Stefano e Elisa Giovannoni Il Cenacolo di Arturo Artom si è svolto nel meraviglioso loft di Elisa e Stefano Giovannoni, icone del design Miilanese. Katia Da Ros, ha aperto le danze con una degustazione di prodotti abbattuti rapidamente e poi scongelati e freschissimi con la sua Irinox, l'azienda veneta che ha inventato ed è ormai sinonimo di questa tecnologia...esempio di quelle multinazionali tascabili che esportato in tutto il mondo e rendono onore all'Italia. Poi Stefano Giovannoni si e tuffato nei ricordi centrati negli anni dedicati alla Alessi con l'intuizione della celeberrima serie Girotondo...il 'vassoio con gli omini' venduto in più di 10 milioni di pezzi! Mentre la moglie Elisa ha raccontato la nascita più recente della loro azienda Qeeboo, anche qui subito iconica con le famose sedie rabbit. Si è poi parlato di talento con Claudio Cecchetto che ha raccontato gli anni della creazione e sviluppo di Radio deejay che...non aveva deejay! e di come avesse letteralmente fermato sull'aereo Gerry Scotti, in partenza per una brillante carriera da dirigente aziendale, per trasformarlo nella voce della radio e così iniziare la sua nuova fantastica avventura nello spettacolo. La gestione dei talenti è stato poi il fil rouge del racconto di Giordano Fatali, guru del recruiting italiano, che si e soffermato sulla creazione del Millennials Ambassador Forum, insieme a Luisa Todini e Roberto Maroni, per mettere direttamente in contatto i Ceo delle grandi aziende con i giovani talenti. Mario Giordano, ha poi ripercorso la sua straordinaria carriera giornalistica e di come tentò in tutti i modi di opporsi alla presenza in televisione, diventando suo malgrado uno dei giornalisti e direttori più amati dal pubblico televisivo. Infine Gianluca Seguso, erede ed innovatore della tradizione del vetro di Murano dal...1397!...ha consegnato a Claudio Cecchetto e Stefano Giovannoni il premio Cenacolo che si ispira alla celebre Coppa Guggenheim creata da Antonio Seguso nel 1878 simbolo della rinascita dell'arte vetraia a Murano. UN NATALE GREEN "DA SOGNO" Si è aperta la grande esposizione di Natale de Il Margutta Veggy Food & Art, in via Margutta 118, a Roma. Per il vernissage de "Il fantastico mondo di OoZ" sono accorsi oltre 250 ospiti, tra esponenti dell'arte, della critica, personaggi dello spettacolo e tanti amici e appassionati. Una serata che si è arricchita del dj-set, tra lounge e dance, di AleRoss, e delle esibizioni delle performer Amira & Betta, rendendo la serata ancora più spettacolare e suggestiva. Nel mentre, tra brindisi augurali e calici di bollicine, anche l'"aperitif art", con gli sfiziosi stuzzichini del ristorante vegetariano, tra i quali hamburger "veg", gnocchi fritti e piccoli dessert.Ricchissimo il parterre di artisti: erano presenti Aurora Agrestini, Silvia Faieta, Giu Sy, Glasswall, Liu Zi Xia, Maupal, Moby Dick, Nicola Monti, Marta Petrucci, Simona Piccolini, Monica Pirone, Diego Poggioni, Francesca Provetti, Alessandra Santo Stefano, Sgarbi, Uman. Un brindisi, augurale e artistico, è stato anche proposto dagli attori Mita Medici e Pietro Genuardi, dal produttorecinematografico Giannandrea Pecorelli e dalla conduttrice radiofonica Roberta Beta, presenti durante l'evento. La mostra, a cura di Valentina Virgili, con la direzione artistica di Moby Dick e con l'ideazione e l'organizzazione di Tina Vannini, presenta ventuno artisti per ventuno opere, con stili diversi ma con un solo intento: raccontare la natura in crisi, tra pop surrealism e street art, pittura e scultura, fotografia e collage. Era anche presente il Comandante dei Vigili del Fuoco Gennaro Tornatore. L'esposizione sarà visitabile sino a metà febbraio.         Il Party di Wanda Nara Fantastico party  per il compleanno di Wanda Nara della suite di in totel milanese a cinque stelle. Il compagno Paolo Icardi le ha regalato una fantastica Bentley. Crystal Couture Milan  ha realizzato i cadeaux per gli ospiti del party; charme gioiello a forma di fenicottero rosa tempestati di cristalli. Tra gli ospiti Federica Panicucci, Alessandro Borghese e Giuseppe Cruciani. Nella foto Wanda Mara con Davide Bertellini.   Natale in Via della Spiga Il Salotto del Quadrilatero della Moda si accende di suggestive luci di Natale – realizzate nello stile della tradizione con abeti naturali e illuminazione a basso consumo energetico - e dedica un tributo all'eccellenza culturale e artistica della metropoli nel mondo. Le immagini dei luoghi e dei monumenti ‘simbolo' di Milano, nella luce della notte, svelano ai visitatori l'incanto meneghino discreto e raffinato.Un esclusivo salotto a cielo aperto che trasforma Via della Spiga in una camminata sotto le stelle per vivere l'atmosfera del Natale tra proiezioni, installazioni di spighe di luce e scintillanti visioni di bellezza. Le emozionanti immagini di Milano si alternato a tre video che raccontano la magia di Tiffany & Co.: Believe in Dreams Holiday Campaign (con Zoe Kravitz e Naomi Campbell), Believe in Love e The New Tiffany Eau de Parfum Intense.   Tutti da Tazio con Monica Setta Cena placée  alla champagneria del Tazio organizzata dalla giornalista Monica Setta per gli amici piu cari a cui ha dedicato un menù stellato da 10 portate firmato dallo chef niko sinisgalli, l'uomo che cucina per Andrea Bocelli, Melania Trump e George Clooney. Seduti intorno al tavolo imperiale decorato con alberelli made in Aix en provence e rose.rosse, il consigliere di stato Francesco Caringella con la moglie Sandra, il senatore pd Salvatore margiotta (vigilanza Rai), i primari prof Stefano Gentileschi chirurgo plastico del Gemelli con la moglie medico Maria Servillo e l'oncologo Carlo Pastore con la consorte Valeria Giannini. Guest stars l'amico del cuore di Monica il ricchissimo avvocato d'affari pugliese-argentino Michele Conte e la conduttrice tv Rita dalla chiesa con la manager maria rosito sinisgalli habitueeè di casa Trump in America. Presente anche la mamma di Monica, Liliam in mise nera firmata Gai Mattiolo. Musica live in sottofondo con le melodie di natale e buffet.di dolci al ghiaccio secco con papaya ginger.e tartufo bianco. Champagne d'annata arrivato in regalo direttamente dalle cantine di Lvmh (dono dell''avvocato Conte alla giornalista). Fra le chicche della serata, un nuovo programma in vista per Rita e Monica con l'amica Loredana Lecciso. Titolo: le donne lo sanno. Ma le donne la sanno davvero lunga?         I Bambini di Nessuno Le festività natalizie sono alle porte e Beppe Convertini per festeggiare il Natale ha scelto di invitare i suoi amici da Moku per l'occasione Beppe ha deciso di annunciare in anteprima anche l'imminente uscita   del   suo   primo   libro   "I   Bambini   di   Nessuno”. "I Bambini di Nessuno"  e' il racconto fotografico delle mie ultime missioni umanitarie per Terre Des Hommes nei campi profughi Siriani ad Aarsal al confine Siriano Libanese e a Zarqa al confine Siriano Giordano e nelle baraccopoli del Myanmar.. Nel diario di bordo delle prime due missioni  in Siria racconto di una guerra civile assurda ancora in corso che ha martoriato la popolazione Siriana mietendo centinaia di migliaia di vittime e provocando milioni di profughi.. Ho corso un rischio vero e proprio soprattutto nella prima missione dove c'è stato un doppio attentato kamikaze a 500 metri da me con 40 morti quindi ho aiutato i piccoli profughi nel corso di un conflitto devastante ..  Nella mia ultima missione in Myanmar a luglio scorso le condizioni di vita nelle baraccopoli costruite intorno alle discariche erano disumane. I bambini cercavano il cibo nei rifiuti per poter sopravvivere in condizioni igienico sanitarie assurde.. È stato molto emozionante essere a contatto con i piccoli birmani delle popolazioni meno abbienti perché ho potuto dedicare molto tempo giocando con loro e portando loro cibo, indumenti, libri, quaderni e cercando di dare loro la possibilità di andare a scuola vivendo una quotidianità quasi al pari degli altri bambini più fortunati..In sostanza provare a far vivere ai bambini la vita di un bambino! In una di queste giornate molto intense vissute nelle baraccopoli ci siamo imbattuti in una lite furibonda tra bande rivali che hanno sciabolato i loro machete duellando come in una storia d'altri tempi. Naturalmente non passando inosservati perché occidentali siamo stati coinvolti in questo scontro puntandoci anche le armi ma grazie alla nostra guida locale birmana e alla popolazione indigena che ci ha visto adoperarsi per loro siamo riusciti a scamparla. Io ho perso mio papà a 17 anni per un cancro ai polmoni e ogni sera alcuni medici volontari venivano a casa prendendosi cura moralmente e medicalmente di mio padre. Lui aveva tra le varie metastasi  una  esterna sul viso e tutte le sere loro tamponavano la fuoriuscita di sangue  e lo sostenevano moralmente e tutto ciò lo facevano gratuitamente e questo mi ha spinto ad essere davvero disponibile per il prossimo e quindi impegnarmi in tante campagne sociali e soprattutto a spendermi personalmente sul campo in Siria e in Myanmar..' La casa editrice Admaiora di Giuseppe Pierro ha deciso di pubblicare questo libro perché voleva partecipare con Beppe nel dare un seppur piccolo contributo ,derivante dalla vendita del libro ,ai bambini Siriani e Birmani perché  il ricavato sarà interamente devoluto alla fondazione Terre Des Hommes.. L'appuntamento e'per il 17 dicembre alle 20 da Moku in via Tiburtina 432 a Roma  che sostiene la causa per la quale Beppe si batte con Terre Des Hommes nell'aiutare i bambini indifesi!

Dai blog