Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi vip della settimana

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

Il direttore creatovo di Valentino, Pierpaolo Piccioli, si é presentato con una splendente Naomi Campbell al Time 100 Gala 2019 al Jazz preddo il Lincoln Center in New York. Pierpaolo Piccioli é stato inserito dal Time nella lista delle cento persone più influenti al mondo.Passiamo allo Shade Music Festival, uno degli eventi più importanti in Europa per chi ama la musica elettronica, nel 2019 arriva alla quinta edizione e raddoppia. Sul palco infatti per ben 48 ore di musica vanno ben 14 artisti internazionali.Dalle 14 del 7 alle 14 di domenica 9 giugno 2019 si balla, in un evento dedicato ai beat più ricercati. E' infatti davvero impossibile paragonare Shade Music Festival a ciò che viene proposto nell'ambito della musica elettronica, soprattutto nel panorama italiano. I numeri parlano da soli: 48 ore di musica e 14 artisti. E' davvero un evento irripetibile.Il line up degli artisti sul palco è ancora top secret, così come molti dettagli della manifestazione. Come per le edizioni scorse, comunque, Shade Music Festival metterà sul palco alcuni dei più grandi talenti della scena elettronica mondiale. Tra l'altro il festival prende vita ancora a Bergamo, ma in una nuova location (Palafacchetti, Treviglio). Il 19 aprile chiuderà la vendita degli Early Bird Ticket di Shade Music Festival. C'è la possibilità di partecipare a tutto il festival, soltanto alla prima giornata (dalle 14 di venerdì 7 alle 14 di sabato 8 giugno) o soltanto alla seconda (dalle 14 di sabato 8 giugno alle 14 di domenica 9 giugno). E' iniziata da pochissimo sul sito www.charitystars.com l'asta online per poter assistere in modo davvero speciale alla Partita del Cuore 2019 in programma il 27 maggio prossimo all' Allianz Stadium di Torino con la superstar Cristiano Ronaldo che darà il calcio d' inizio.Sono tre le possibilità messe in palio per partecipare al grande evento di sport, spettacolo e solidarietà a favore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro. Carlo Pignatelli conquista la Barcellona Bridal Fashion Week Carlo Pignatelli si conferma protagonista della settima edizione della Barcellona Bridal Fashion week, con una sfilata che ha portato in passerella le collezioni 2020, creazioni uniche capaci di aggiungere alla tradizione nuovi ingredienti in chiave couture. L'evento, tenutosi oggi, mercoledì 24 aprile alle 13.00 all'interno della cornice della Valmont Bridal Fashion Week di Barcellona, ha segnato un altro importante traguardo all'interno di un percorso che unisce ricercatezza e innovazione: per la prima volta ha visto insieme in passerella Carlo e Francesco Pignatelli, che rappresentano il successo di una storia Made in Italy capace di rinnovarsi, pur rimanendo fedele a quel carattere unico e riconoscibile che lo contraddistingue. Ad ammirare le nuove collezioni Carlo Pignatelli oltre alla presenza di numerosi buyers internazionali, un parterre di socialite e celebs internazionali come la top model Renata Zanchi e i digital talents Luca Vezil, Virginia Stablum e Peter Tagliaferri che hanno ammirato le suggestioni nobiliari tributo all'interior design delle dimore aristocratiche, in cui stucchi, decori, affreschi e volute, dipinte e scolpite, prendono forma nelle lavorazioni dei tessuti. Un'ispirazione che lascia una traccia delicata sui modelli maschili dedicati a sposi attenti e una nuova eleganza ridefinita da dettagli suggeriti da Madre Natura: spighe lavorate in corda sui rever e sulle pettorine degli abiti; inediti porte bonheur crochet in cotone si posano come promesse di fortuna sui colli, sui polsini, sugli accessori. Le materie prime sono nobili e pure: seta, lino, cotone trattati con finissaggi artigianali. Ad interpretare in passerella uno dei looks più rappresentativi di Carlo Pignatelli, Axel Pons: il giovane talento della Moto 2 è stato modello per un giorno in esclusiva per la maison. La sposa Couture si muove sofisticata in una dimensione che predilige abiti dai volumi importanti, forme scultoree in cui le texture rimandano al preciso design dei giardini all'inglese, con la loro anima e le loro cromie delicate. Macro rose fil coupé, rete platino, jacquard gipsofila, boccioli nati da ricami uniti a tessuti che sono sete cangianti, sono lurex iridescenti, sono ricami tridimensionali. Carlo Pignatelli firma, ancora una volta, una collezione che è la storia di un sogno accompagnando i suoi sposi in un universo definito da un heritage sempre attuale, una dimensione magica in cui tutto è possibile. Opening "Flair, il tuo stile!" “La moda passa, lo stile resta”. Facendo propria la più famosa citazione di Coco Chanel, Marzia Capponi, elegante titolare del Concept Store “Flair - il tuo stile”, aggiorna l'immagine della sua boutique, affidandola al gusto femminile dell'architetto Doriana Caporale, che gli restituisce un'immagine glam e decisamente cosmopolita, dominata da un elegante mood “jungle” con elementi esotici e dai moderni contrasti cromatici. Un nuovo elegante stile, in linea con l'attualità delle proposte moda che verrà lanciato con l'evento “New Style, Same Flair”, ideato ed organizzato da Tiziana Amorosi d'Adda. Prestigiosa madrina dell'opening l'attrice Milena Miconi che, con il suo innato glamour e il raffinato charme che la contraddistingue, ben rappresenta la Donna “Flair”. La madrina giungerà a bordo di una fiammante berlina di MTR Autonoleggi all'evento del quale la event designer Silvia Jacopini curerà gli allestimenti. “Flair - il tuo stile, non è semplicemente un negozio di abbigliamento – afferma Marzia Capponi – ma è un luogo d'incontro, di sorrisi, di condivisione, di shopping, di momenti sereni tra amiche, da vivere con leggera e vitale spensieratezza. Lo store ha una proposta fatta di mille sfumature che accarezzano la personalità delle tante donne che rappresentano e compongono un universo femminile estremamente variegato, fatto di manager, di fashion blogger, di casalinghe, di imprenditrici, ma anche di madri, figlie, nonne e mogli. Tante personalità femminili diverse, tante singole anime che si riconoscono in uno stile unico e personale con il quale creare per sé stesse la propria immagine, per sentirsi belle e felici, in armonia con il mondo”. Un nuovo spirito, una nuova energia sono i primi elementi che colpiscono nello store rinnovato. Il sorriso contagioso di Marzia, di sua mamma Paola, della sorella Katia e di tutto lo staff, lasciano trapelare la sicurezza che riescono ad infondere nelle donne che si affidano a loro, consapevoli della ricerca degli stili cosmopoliti più attuali. Marzia, infatti, riesce a creare con un gioco sapiente di mix & match, mille mood diversi per mille personalità femminili, suggerendo accostamenti, forme, colori e armonie per esaltare la bellezza di ogni donna con il giusto outfit per ogni occasione, scegliendo tra le importanti aziende partner come Paola T., Think Believe, Operà Fashion, Giorgia & Johns e Influencer. Per le sue clienti, Marzia ha voluto un servizio in più: grazie alla collaborazione con l'azienda di cosmesi Niyo&Co., le eleganti frequentatrici dello Store potranno essere ancora più belle, attraverso un servizio di make up professionale ed ai prodotti di bellezza proposti. A testimoniare l'intimo legame con il mondo della moda, la collaborazione con Accademia del Lusso nell'evento che sarà reso indimenticabile dagli scatti fotografici senza tempo di Walter Karuc. Appuntamento quindi il 4 maggio alle 17,30, per un cocktail reso ancora più spumeggiante da una selezione di bollicine di Maltese Food & Wine, in un evento cui non mancheranno sorprese, omaggi e mille attenzioni tutte al femminile. Francesco Montanari, attore e motociclista “Sono Francesco Montanari: attore e motociclista” questo è l'incipit del messaggio che l'attore romano ha pubblicato oggi sul proprio account Instragram (https://www.instagram.com/p/Bwb3N3_AWDd/). Il trentraquattrenne, noto ai più per il ruolo del “Libanese” nella serie tv “Romanzo Criminale”, nonché attualmente nella sale cinematografiche italiane con il lungometraggio “Dolceroma”, ha scelto un video sul social network, per invitare tutti i moticiclisti a MOARD: il salone di moto design in programma da venerdì 3 maggio, presso lo storico Palazzo del Ghiaccio di Milano . L'interprete di cinema e teatro, nonché marito di Andrea Delogu, è un motociclista praticante e chiama a raccolta a MOARD coloro che amano salire in sella ai più romantici veicoli stradali: le motociclette. SUPIMA al Festival di Hyères Per il secondo anno consecutivo, SUPIMA è lieta di partecipare al Festival Internazionale di Moda, Fotografia e Accessori Fashion in qualità di Partner Ufficiale. A febbraio 2019, durante Première Vision, SUPIMA ha accolto nel suo stand i finalisti della sezione Moda e ha offerto loro l'opportunità di utilizzare le migliori qualità del cotone SUPIMA nelle collezioni che saranno presentate durante questo Festival, che si terrà dal 25 al 29 Aprile 2019. Dita Enikova, Doi/Anazama/Toda, Emilia Kuurila, Tina Schwizgebel e Tsung Chien Tang hanno scelto SUPIMA cotton.Per questa edizione 2019, SUPIMA ha collaborato con il visual artist che ha creato l'installazione che adorna l'Hangar de la Mouture, dove si svolge il Fashion Show. Seguiranno maggiori informazioni…SUPIMA ha inoltre fornito le t-shirt ufficiali del Festival di Hyères, la cui grafica è stata affidata all'artista Pierre Pauseli.Dopo il Festival, i Laureates del 2019 beneficeranno di una dotazione di cotoneper realizzare ciascuno una silhouette che sarà presentata il prossimo settembre all'Hotel de Talleyrand in occasione della seconda edizione del SUPIMA DESIGN LAB 2019,nell'ambito di "made with SUPIMA", una selezione di importanti designer e vincitori del SUPIMA DESIGN COMPETITION 2019 di New York. Monsieur Marc Lewkowitz, President & CEO di SUPIMAMonsieur Buxton Midyette, VP Marketing & Promotions di SUPIMA saranno presenti al Festival di Hyères CharityStars ti fa vivere la partita del cuore E' iniziata da pochissimo sul sito www.charitystars.com l'asta online per poter assistere in modo davvero speciale alla Partita del Cuore 2019 in programma il 27 maggio prossimo all' Allianz Stadium di Torino con la superstar Cristiano Ronaldo che darà il calcio d' inizio. Sono tre le possibilità messe in palio per partecipare al grande evento di sport, spettacolo e solidarietà a favore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.La prima, che scade il 14 maggio, è far parte del team Campioni per la Ricerca, capitanato da Andrea Agnelli e guidato da Michel Platini e Gianluca Vialli. Chi si aggiudicherà questa asta potrà scendere in campo sul manto erboso dell'Allianz Stadium e diventare a tutti gli effetti membro del team che sfiderà la Nazionale Italiana Cantanti, capitanata da Paolo Belli e guidata dal duo Gianni Morandi e Marco Masini. Ma non solo, potrà: recarsi nell'hotel dove si radunerà la squadra, ricevere il kit personalizzato, trasferirsi in pullman allo stadio con la squadra, entrare nello spogliatoio con i giocatori, riscaldarsi nel pregara insieme ai giocatori, sedere sulla panchina del team durante l'incontro.La seconda possibilità è aggiudicarsi due posti nello SkyBox, con accesso all'atrio d'onore dell'Allianz Stadium. Gli SkyBox permettono di assistere alla partita a pochi metri dal campo, seduti su poltrone ad alto comfort, con un TV LCD. L'accesso allo Sky Box consente, inoltre, di beneficiare di esclusivi servizi, quali quello di ristorazione all'interno della Lounge. Questa asta scade il 30 aprile.Infine sono all' asta due posti per assistere alla partita dalla tribuna centrale dello stadio e per la cena post-gara, cui parteciperanno gran parte dei protagonisti del match. Le offerte dovranno giungere entro il 2 maggio. L'artista Cheikh Zidor in mostra a Roma Inaugurata la mostra dell'artista marocchino Cheikh Zidor presso l'Atelier Montez, in via di Pietralata, 147/A, Roma, con le sue cinque nuove opere. Queste sono state realizzate durante la sua residenza produttiva e artistica, durata due settimane, prevista per ArtMed, la rassegna delle più innovative tendenze di arte e cultura dal Mar Mediterraneo, ideata da Gio Montez e curata da Marcella Magaletti. Durante l'appuntamento, organizzato con la collaborazione dell'Ambasciata del Regno del Marocco, era presente anche S.E. Hassan Abouyoub, Ambasciatore del Regno del Marocco in Italia, e il Sig. Abdelmalik Achargui, Ministro Consigliere. La mostra sarà visitabile tutti i giorni, eccetto il lunedì, dalle 18 alle 22, sino a lunedì 29 aprile. “Le tele di Zidor - spiega la curatrice Marcella Magaletti - nascono dall'esplosione di una forza primordiale proveniente dall'io più intimo e profondo dell'artista stesso. Per mezzo di queste esplosioni di colore, l'artista ci guida in un viaggio spirituale che attraversa ricordi e suggestioni, seguendo un percorso aniconico che acquista la forma di una melodia, di cui cromatismo e sfumature sono gli accordi”. UN DIALOGO LUNGO 7 ANNI - L'obiettivo principale di tale residenza è quello di continuare il dialogo tra le due sponde del Mediterraneo, Italia e Marocco, avviato da Gio Montez già nel 2012, e rafforzarlo tramite lo scambio di esperienze maturate dagli artisti. Frutti di questa preziosa collaborazione, la mostra "IncontriFés 2012", durante la quale è stata presentata la prima personale di scultura di Giò Montez intitolata "Le Nouvelle Palmeraie", "Medina Florissant (2013)", "IncontriFés 2014" e la residenza d'artista svolta da Gio Montez nel Kassr Annoujoum (Fes) in Marocco nel 2016. Da quest'ultima è stata organizzata la bipersonale di Gio Montez e Cheikh Zidor, “Deux artistes au confront”, curata da Marcella Magaletti presso la "Galleria Aqua”. Sino ad arrivare alla mostra "Exempla(2016)", finora la più importante, presso la galleria Bab Rouah di Rabat. Un ulteriore obiettivo è quello di installare permanentemente “La nouvelle palmeraie”, realizzata da Gio Montez nel 2012, nel cortile della Biblioteca Nazionale di Rabat. Con l'intermediazione dell'Ambasciata del Regno del Marocco in Italia, Atelier Montez sta lavorando al trasferimento dell'opera e alla sua ricollocazione. "Sarà realizzata - spiega Gio Montez - una struttura a podio in cemento armato che pone al centro una fontana e delle sedute; attorno a queste saranno collocate le palme in cemento che costituiscono l'installazione, dando forma così ad uno spazio abitabile, una oasi di cemento". CHEIKH ZIDOR - Nato a Fès, in Marocco, Cheikh Zidor conclude brillantemente i suoi studi presso l'Istituto Nazionale di Belle Arti di Tétouan nel 2001. Educatore presso l'Institut Spécialisé de Formation aux Métiers de l'Action Sociale a Fès e in seguito insegnate d'arte a Rabat, ha partecipato a diverse mostre collettive e personali di livello internazionale come quella svoltasi presso la Cité Internationale des Arts di Parigi nel 2010. Il suo lavoro è frutto di una grande ricerca riflessiva che si fonda su vari livelli (il tratto, il cromatismo, i motivi e i materiali utilizzati, i punti di vista) e stupisce per la sua fattura astratta. Tramite il trattamento della superficie della tela, spazio texturale in cui si uniscono materia e colore, egli indaga la propria interiorità. Shade Music Festival 2019 Shade Music Festival, uno degli eventi più importanti in Europa per chi ama la musica elettronica, nel 2019 arriva alla quinta edizione e raddoppia. Sul palco infatti per ben 48 ore di musica vanno ben 14 artisti internazionali.Dalle 14 del 7 alle 14 di domenica 9 giugno 2019 si balla, in un evento dedicato ai beat più ricercati. E' infatti davvero impossibile paragonare Shade Music Festival a ciò che viene proposto nell'ambito della musica elettronica, soprattutto nel panorama italiano. I numeri parlano da soli: 48 ore di musica e 14 artisti. E' davvero un evento irripetibile.Il line up degli artisti sul palco è ancora top secret, così come molti dettagli della manifestazione. Come per le edizioni scorse, comunque, Shade Music Festival metterà sul palco alcuni dei più grandi talenti della scena elettronica mondiale. Tra l'altro il festival prende vita ancora a Bergamo, ma in una nuova location (Palafacchetti, Treviglio). Il 19 aprile chiuderà la vendita degli Early Bird Ticket di Shade Music Festival. C'è la possibilità di partecipare a tutto il festival, soltanto alla prima giornata (dalle 14 di venerdì 7 alle 14 di sabato 8 giugno) o soltanto alla seconda (dalle 14 di sabato 8 giugno alle 14 di domenica 9 giugno). Home sweet Home Angela Missoni prosegue quella che appare una ricerca di empatie artistiche, affiancamenti e interazioni creative incentrate sulla materia e sul colore. Affidando la concezione di un environment nello spazio MISSONI di via Solferino alla visionarietà di Alessandra Roveda, che con i fili di lana colorati ama rivestire oggetti e arredi della memoria. E ha concepito per l'occasione un progetto totalizzante, un magico fiabesco interior ricoperto in ogni sua parte di maglia variopinta. Per dare vita così a una delle sue opere più spettacolari, impegnative e ambiziose. Straordinario saggio d'arte e artigianalità, il lavoro di Alessandra Roveda ridisegna e reinventa lo spazio cosi come la consistenza e la concezione degli elementi d'arredo, trasformando l'habitat in un'esperienza avvolgente e coinvolgente, sensuale, colorata e morbida, che assegna alla maglia il ruolo di assoluta protagonista. E trasforma il crochet in un'affascinante onnicomprensiva veste delle cose, un trait- d'union tra passato e futuro, rendendo evocativa e al tempo stesso imprevedibile, aliena e unica la fisionomia di mobili della memoria, comuni oggetti d'affezione come divani, letti, poltrone, libri, librerie, orologi a pendolo e molto altro ancora. Completamente manuale, la pratica artistica di Alessandra Roveda evidenzia molti punti di contatto con il linguaggio Missoni, articolando all'infinito fili colorati e punti all'uncinetto in quella che appare una texture pittorica sui generis. Un mondo sorprendentemente rivisitato e trasfigurato, in cui la realtà diventa fiaba, trama di presenze surreali fantasiose e ludiche, ricognizione e divagazione nell'intimità del sé, nella sfera dei propri personali ricordi domestici. Pierpaolo Piccioli con Naomi Campbell in Valentino Haute Couture Il direttore creatovo di Valentino, Pierpaolo Piccioli, si é presentato con una splendente Naomi Campbell al Time 100 Gala 2019 al Jazz preddo il Lincoln Center in New York. Pierpaolo Piccioli é stato inserito dal Time nella lista delle cento persone più influenti al mondo.Credit: Valentino/GettyImages Nicole, un mondo incantato Sullo sfondo un incantevole marchesato italiano, Saluzzo, noto per l'arte e per i sontuosi castelli che si stagliano su verdi colline.In questi luoghi, dove tutto è a misura d'uomo, l'attenzione al dettaglio è imprescindibile e la lavorazione sartoriale mantiene le proprie radici e la propria specificità: l'arte di tagliare, drappeggiare, ricamare un abito che emana l'unicità e lo splendore dell'alta sartorialità italiana.Appassionarsi senza fretta ad ogni elemento e lavorazione: concepire i volumi, lasciarsi ispirare dai tessuti e poi plasmarli soavemente, per dar vita all'eccellenza. In breve passione, dedizione e professionalità. È con questa filosofia che la stilista fonda, insieme al marito Carlo Marco Cavallo, la Nicole Fashion Group.Una tradizione sartoriale di famiglia, che scorre nelle vene.Eclettica, innovatrice e guidata in ogni sua creazione da una filosofia di vita: la passione per il wedding design.Alessandra Rinaudo è da 20 anni Fashion Designer e Creative Director di Nicole Fashion Group, brand di moda sposa leader in Italia e nel mondo, che guida insieme al marito e presidente del gruppo, Carlo Marco Cavallo.Dal suo estro nascono le sei linee Nicole, Colet, Jolies, Aurora, Romance e la collezione personale Alessandra Rinaudo Bridal Couture.Autrice del libro “L'Abito dei Sogni” e volto televisivo di Real Time e del programma TV di RAI 2 "Detto Fatto”, Alessandra Rinaudo è scelta come designer da celebrieties e case di produzione televisive e cinematografiche. Nicole Fashion Group ha partecilato anche alla fantastica serata organizzata a Bologna da Annamaria Migro con l'Associazione Araba Fenice per la quale hanno prestato la loro opera Perfectio Beauty Center di Giovanna Cacciatori e Mani di Fata di Sissi Cesareo. Riccardo Facchini: uno chef che fa sognare Riccardo Facchini é uno dei cuochi più amati. Ci dice di sè:"La mia cucina affonda le radici nella tradizione Bolognese, nei miei ricordi di infanzia. Il primo ricordo da bambino è all'interno della cucina della mia nonna Alda che mi ha trasmesso la passione e l'amore per il cibo.La mia vita ruota attorno alla cucina, luogo di incontri e di confronto, vera fucina creativa.La mia cucina deve essere colorata, profumata e deve scaldare il cuore con un ricordo.Il filo rosso è sempre il ricordo che abbiamo impresso indelebilmente nella nostra memoria che ci permette di viaggiare nel tempo, a ritroso, facendoci tornare bambini anche solamente per un attimo.La cosa a cui non posso rinunciare è la pasta all'uovo tirata al mattarello.I Tortellini in brodo di cappone è il mio piatto della memoria.Per farmi sentire a casa mi basta un piatto di tagliatelle al ragùDal 2012 mi occupo di sviluppo di start up nel settore della ristorazione e di sviluppo di progetti nel settore della ristorazione e dell'industria alimentare.Mi occupo inoltre di formazione per la risoluzione di problematiche inerenti ai flussi di cucina ed al riassetto delle stesse partendo dall'analisi del menu al fine di rendere l'offerta unica e riconoscibile".E' anche crittore (OPIFICIO FACCHINI, la cucina del ricordo ed. I quaderni del loggione) ed ha partecipato a numerosi programmi televisivi (LA PROVA DEL CUOCO – RAI 1,CASA ALICE – ALICE TV,AROUND THE WORLD IN 80 PLATES – BRAVO TV, FACILE CUCINA – ALICE TV. Ultimamente ha deliziato i comensali del charity Araba Fenice a Palazzo Re Enzo a Bologna.

Dai blog