Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi vip della settimana

Esplora:

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

King Arthur Il Maestro Davide Livermore, regista di Attila (che aveva aperto la stagione della Scala lo scorso anno) e della Tosca (che sarà la Prima del 7 dicembre 2019), é stato il grande protagonista del Cenacolo di Arturo Artom che si é svolto nella splendida magione di Francesco Micheli, dotata di uno splendido pianoforte a coda.Arturo Artom é ormai chiamato King Arthur per la sua capacità unica di essere trasversale. Al cenacolo , infatti, oltre a Livermore, é arrivato Morgan. Pochi selezionatissimi ospiti per una serata indimenticabile. Ora passiamo a Roma. .  Nel cuore della capitale, di fronte Via dei Fori Imperiali, c'è la nuova struttura di prestigio Made in Rome Luxury BB del giovane imprenditore Luciano Maiello. La guest house si distingue per la raffinatezza degli interni e per l'impareggiabile vista del rooftop. Il magnifico terrazzo, infatti, ha vista a 360 gradi sui principali monumenti romani. Dal Colosseo al Vittoriano l'ospite potrà godere di un affaccio magnifico nel cuore della Roma storica ed antica. Le lussuose camere si compongono di arredamenti lineari e di gusto dal nome tipico della vista dove affacciano. Troviamo la maestosa suite Colosseo, la tripla Piazza Venezia e le doppie Rione Monti e Fori Imperiali. La struttura si presta anche per l'organizzazione di cocktail aziendali, feste private ed happening. Consigliatissima! E poi feste, nuovi locali, grandi ritorni. Buon divertimento! I costumi di Pinocchio In occasione del Natale 2019, il Museo del Tessuto di Prato inaugura una mostra dedicata al pluripremiato costumista cinematografico Massimo Cantini Parrini. La mostra presenta in anteprima assoluta il suo ultimo straordinario lavoro: oltre 30 costumi realizzati in collaborazione con la Sartoria Tirelli di Roma per il film "Pinocchio" di Matteo Garrone, in uscita nelle sale il prossimo 19 dicembre distribuito da 01 Distribution e interpretato da un cast di assoluta eccezione, con Roberto Benigni nei panni di Geppetto,  Gigi Proietti di Mangiafuoco, Rocco Papaleo e Massimo Ceccherini in quelli del Gatto e la Volpe. Massimo Cantini Parrini - definito più volte dalla critica "l'archeologo della moda" per la smisurata passione nello scovare e collezionare abiti d'epoca dai quali spesso trae spunto per realizzare i suoi costumi per il cinema - è l'unico costumista italiano ad aver vinto ad ogni nomination tre David di Donatello consecutivi (2016-2018), oltre ad altri numerosi premi e riconoscimenti quali Nastri d'Argento e Ciak d'oro. Nel 2018 ha ricevuto  l'E.F.A. l'Oscar europeo come miglior costumista per il film Dogman di Matteo Garrone. Il suo curriculum vanta collaborazioni illustri e internazionali: Il racconto dei racconti di M. Garrone, The Wholly Family di Terry Gilliam, Ophelia di Claire McCarty, E' strano chiamarsi Federico di Ettore Scola, Ella e John di Paolo Virzì, Dogman di Matteo Garrone. Ha collaborato per oltre 10 anni come braccio destro del premio Oscar Gabriella Pescucci per le produzioni: I miserabili, La fabbrica di cioccolato di Tim Burton, I fratelli Grim di Terry Gilliam. Non mancano al suo attivo anche importanti collaborazioni anche nel mondo della moda. Il percorso della mostra sarà articolato in due sezioni: la prima dedicata al costumista, alle sue fonti d'ispirazione ed al suo lavoro creativo attraverso video, campionature di tessuti, capi d'abbigliamento storici provenienti dalla sua straordinaria collezione personale, utilizzati come fonti di ispirazione diretta per la creazione degli abiti del film. La seconda prevede invece l'esposizione di oltre trenta costumi dei principali personaggi del film, accompagnati da immagini tratte dal film stesso e da alcuni, simbolici oggetti di scena. PINOCCHIO, una coproduzione internazionale Italia/Francia, è prodotto da ARCHIMEDE con RAI CINEMA e LE PACTE, con RECORDED PICTURE COMPANY, in associazione con LEONE FILM GROUP, in associazione con BPER BANCA, con il contributo del MIBACT - DIREZIONE GENERALE CINEMA E AUDIOVISIVO e di EURIMAGES, con il sostegno della REGIONE LAZIO - Avviso pubblico Attrazione produzioni cinematografiche (POR FESR LAZIO 2014-2020) Progetto Cofinanziato dall'Unione Europea e Regione Lazio Fondo Regionale per il Cinema e l'Audiovisivo, con il contributo della REGIONE PUGLIA (POR Puglia FESR-FSE 2014/2020) Fondazione Apulia Film Commission e della REGIONE TOSCANA - Toscana Promozioni, con il contributo di CANAL + e di CINE +. Vendite internazionali: HANWAY FILMS. Distribuzione italiana: 01 DISTRIBUTION. Museo del Tessuto - Via Puccetti, 3 59100 Prato. Tel. 0574-611503. Info e orari: www.museodeltessuto.it Ufficio Stampa del Museo del Tessuto - Studio Maddalena Torricelli ph. 02 76280433  ; [email protected] Wall Of Dolls Per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne incontro al muro delle bambole a Roma ideato da Jo Squillo e dibattito al teatro Tor di Nona moderato da Beppe Convertini,conduttore di Linea Verde,con il racconto di varie testimonianze! Madrina l'attrice Claudia Gerini! ... e lo chiamerai destino Ancora una vittoria per "...e lo chiamerai destino" (Kappa edizioni), splendida opera letteraria dello sceneggiatore e scrittore Marco Tullio Barboni, che l'Autore ha anche tradotto per il mercato americano, giungendo in finale addirittura all'ultimo American Book Festival nella categoria General Fiction. Questa opera, per la quale è stata già fatta una riduzione per il teatro,  ha  vinto  nella Sezione Drammaturgia  - Testo Autore Contemporaneo -  nel Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos. La Premiazione è  avvenuta lo scorso 21 Novembre  presso il Chiostro Nina Vinchi del Piccolo Teatro - Teatro Grassi a  Milano. Soddisfatto del risultato raggiunto, Marco Tullio Barboni ha tenuto a sottolineare che "vincere il Primo Premio del Concorso Europeo per il Teatro e la Drammaturgia Tragos; ritirarlo, in una sede prestigiosa come il Piccolo Teatro di Milano, dalle mani della figlia di Paolo Grassi; accogliere gli apprezzamenti di una giuria non semplicemente di esperti ma in primo luogo di grandi amanti del teatro, ha rappresentato non solo, banalmente, una straordinaria soddisfazione ma, soprattutto, il migliore incentivo che potessi ricevere. A perseverare, a migliorarmi, ad immaginare il mio lavoro non solo per il teatro ma nel teatro". Ad agosto dello scorso anno, ricordiamo che "...e lo chiamerai destino" ha ottenuto due menzioni di merito nell'ambito del Premio Internazionale Salvatore Quasimodo, uno per il per il libro ed una per il testo teatrale che ne rappresenta l'adattamento; lo scorso settembre una inaspettata vittoria al Premio Letterario Montefiore ex aequo insieme a "Renzusconi" di Andrea Scanzi nella sezione a tema libero - Libro edito di Narrativa, di Poesia o di Saggistica in lingua Italiana in vernacolo o Straniera; a Novembre è giunto il Diploma D'Onore con Menzione D' Encomio al Premio Letterario Internazionale Michelangelo Buonarroti. Di quest'anno, invece, la "Menzione di Merito" al Premio Internazionale Giglio Blu di Firenze, il  Premio Speciale della Giuria al Premio Letterario Teatro Aurelio  per l'adattamento per il teatro, una Medaglia d'oro al merito come vincitore opere edite della selezione finale del Trofeo Internazionale Medusa Aurea 42ª edizione. Infine, da menzionare anche il Premio Letterario Figurativo "Caffè delle Arti VI edizione" (Premio della giuria per la narrativa edita). Insomma, ce n'è per tutti i gusti, sia dal punto di vista letterario che teatrale, per una figura culturale contemporanea che dimostra quante eccellenze partorisca ancora il nostro Paese.  Davide Livermore vs Arturo Artom  Il Maestro Davide Livermore, regista di Attila (che aveva aperto la stagione della Scala lo scorso anno) e della Tosca (che sarà la Prima del 7 dicembre 2019), é stato il grande protagonista del Cenacolo di Arturo Artom che si é svolto nella splendida magione di Francesco Micheli, dotata di uno splendido pianoforte a coda.Arturo Artom é ormai chiamato King Arthur per la sua capacità unica di essere trasversale. Al cenacolo , infatti, oltre a Livermore, é arrivato Morgan. Pochi selezionatissimi ospiti per una serata indimenticabile. Nella foto, Arturo Artom, Barbara  D'Urso e Davide Livermore.        Torna Davide Van De Sfroos “QUANTI NOCC” è una raccolta dei più bei brani di Davide Van De Sfroos rivisitati e riarrangiati presentati durante il tour teatrale “Tour De Nocc” e il tour estivo “Van Tour”, concerti che hanno riscontrato un incredibile successo di pubblico e di critica. Il disco live è lo specchio fedele del ritorno sul palco dell'artista, un intenso anno di concerti e viaggi ricchi di emozioni che ha reso ancora più forte il legame con il suo pubblico.   Questa la tracklist dell'album: “La nòcc”, “San Macacu e San Nissoen”, “La preghiera delle quattro foglie”, “Ninna nanna del contrabbandiere”, “Pulènta e galèna frègia”, “Dove non basta il mare”, “Ki”, “Ventanas”, “I ann selvadegh del Francu”, “Sciur Capitan”, “La figlia del tenente”, “Brèva e Tivàn”, “La balàda del Genesio”, “Al paradiso dello scorpione”, “La terza onda”, “Lo Sciamano”, “Sügamara”, “Nona Lucia”, “Yanez”, “La Curiera”, “La balera”, “Television”, “Grand Hotel”.   Al via sabato 23 novembre da Varese l'instore tour, speciali appuntamenti in cui l'artista incontrerà i fan ed eseguirà i brani del nuovo disco.   Di seguito il calendario dell'Instore tour:   sabato 23 novembre, Varese Dischi - VARESE (ore 19.00) domenica 24 novembre, CC Le Due Torri - STEZZANO BG (ore 16.00) lunedì 25 novembre, Feltrinelli via Quattro Spade - VERONA (ore 18.00) martedì 26 novembre, Feltrinelli via Cantù – COMO (ore 20.00) mercoledì 27 novembre, Mediamarkt c/o CC Lugano Sud – LUGANO (ore 15.30) giovedì 28 novembre, Feltrinelli Piazza Piemonte - MILANO (ore 18.30) mercoledì 4 dicembre, Bennet - MONTANO LUCINO (ore 18.00) – NUOVA DATA «Un album di foto, di istantanee scattate in luoghi diversi, in città e serate differenti, dove lo spirito di ogni brano e di ogni suono si intrecciava alla notte e al pubblico in modo differente – spiega DAVIDE VAN DE SFROOS in merito al nuovo album -  Abbiamo scelto tra centinaia di esecuzioni quelle che ci sembravano permeate da maggior forza ed eseguite con più convinzione, trasportati dal flusso possente delle esibizioni effettuate nel corso del TOUR DE NOCC che è stato seguito con molto affetto nei teatri e del VAN TOUR estivo che ha visto sotto il palco moltissime persone cantare e ballare nelle notti estive all'aperto nelle località più disparate. Sarebbe stato impossibile per me non desiderare un disco che riproponesse e fermasse nel tempo queste emozioni. La combinazione straordinaria dei musicisti e degli strumenti suonati mi ha fatto ritrovare dopo tante esecuzioni nel tempo, ancora una volta delle sorprese emotive tingendo le canzoni anche più famose con nuovi colori che le hanno rese uniche nel loro momento. Uno spruzzo di jazz, il folk che scherza insieme al Reggae, le ballate morbide con la suggestione di flauto, violino, fisarmonica e percussioni speciali, il rock che subentra teso e che poi si rilassa, sono ingredienti importanti del disco “Quanti Nocc” che oltre ai numerosi pezzi raccolti, testimonia anche un istante ben preciso nel corso di queste stagioni di concerti».   Davide Bernasconi, in arte Davide Van De Sfroos, è un cantautore e scrittore nato a Monza e cresciuto sul Lago di Como, il cui nome d'arte rappresenta una tipica espressione del dialetto tremezzino (o laghée) traducibile con "vanno di frodo".  In diciassette anni di carriera musicale ha pubblicato sei album di inediti, ha ricevuto il Premio Maria Carta, ha vinto due volte il Premio Tenco (“Miglior autore emergente” nel 1999 e come “Migliore album in dialetto” nel 2002) e ha pubblicato cinque romanzi editi da La Nave di Teseo e Bompiani. Nel 2011 si è classificato quarto alla 61ª edizione del Festival di Sanremo con “Yanez”, brano che ha dato il nome al quinto album, certificato disco d'oro. Il brano "El Carnevaal de Schignan", tratto dall'album “Yanez”, viene scelto come colonna sonora del film “Benvenuti al Nord”. Nel 2012 partecipa nuovamente al Festival di Sanremo ma come autore del brano "Grande mistero" interpretato da Irene Fornaciari. Nel 2015 esce l'album “Synfuniia” (Batoc67/Universal Music), contenente 14 brani storici del cantautore comasco riarrangiati dal M° Vito Lo Re per la Bulgarian National Radio Simphony Orchestra. Recentemente ha pubblicato i libri “Ladri di foglie” e “Taccuino d'ombre”, editi dalla ca L'Ultimo Imperatore OMAGGIO A BERTOLUCCI - Era il 26 ottobre 2018 quando, all'età di 77 anni, si spense il grande Bernardo Bertolucci. Regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, tra i nomi italiani più rappresentativi e conosciuti a livello internazionale, ha diretto film di successo come Ultimo tango a Parigi, Novecento e L'ultimo imperatore, che gli valse l'Oscar al miglior regista e alla migliore sceneggiatura non originale.Il Maestro é stato omaggiato con un evento speciale, presso Il Margutta Veggy Food & Art di Roma, all'interno della mostra "Veloci-Raptor" di Enrico Manera. L'esposizione, dato il successo ottenuto, sarà prorogata fino al 20 gennaio 2020. E' visitabile presso il suddetto vegetariano, in via Margutta, voluta e curata dalla Daniele Cipriani Arte, sostenuta e ideata da Tina Vannini. Parte del ricavato della serata del 27 sarà devoluto per il progetto etico “Con il sole sul viso”, ideato e voluto da Alma Manera, a sostegno delle arti e degli artisti.Per l'occasione é stata  presentata una nuova opera di Enrico Manera, dedicata al film "L'ultimo imperatore", e sarà presente la sedia elettrica realizzata nel 1993 dall'artista Emilio Leofreddi. Su tale installazione artistica, che voleva mandare un chiaro messaggio contro la pena di morte, si sedettero anche Carlo Lizzani, Lina Wertmuller, Dario Argento e lo stesso Bertolucci. La foto da seduto di quest'ultimo fece il giro del mondo, sino ad arrivare sul New York Times.Oggi la sedia torna in via Margutta, proprio dove venne presentata 26 anni fa, e "accoglierà" gli ospiti dell'appuntamento. "Ricordo quando con Bertolucci andammo a vedere una esibizione di Orlan, una famosa performer francese nota per le sue ricerche post-organiche - racconta l'artista Enrico Manera - Bernaldo era di una sensibilità estrema: non era soltanto appassionato di cinema, ma anche di tante forme di arti visive".LA MOSTRA - La storia dell'arte si fa pop e il pop diventa trash, riempiendosi di scarabocchi e graffiti, come murali di una periferia abbandonata. Così sopra il simbolo compaiono i relativi constrasti, sopra la grande opera d'arte, invece, piccole immagini, sempre ben collegate, come figurine di un album da collezione. Prorogata sino al 20 gennaio, la mostra "Veloci-Raptor" con le opere di Enrico Manera, figlio ed erede della cosiddetta Scuola di Piazza del Popolo, è visitabile presso il ristorante vegetariano Il Margutta Veggy Food & Art, a Roma, in via Margutta 118, ed è voluta e curata dalla Daniele Cipriani Arte, sostenuta e ideata da Tina Vannini e con testo di presentazione firmato dal giornalista e curatore Maurizio Sciaccaluga (1963 - 2007). Esposte 17 opere, tutte a colori, in diversi formati, nonché il ritratto di Manera fatto da Mario Schifano nel 1978. Ingresso libero.LE OPERE IN MOSTRA - Enrico Manera, nelle sue opere, prende di mira anche i principali colossi del cinema mondiale e i principali simboli della cultura italiana e, in generale, occidentale. Poi li unisce e li riempie di altre immagini, di scarabocchi, di pensieri scritti di getto, ma mai senza un senso preciso. Inonando di nuovi significati che si fondono assieme, contaminando quello del soggetto principale dell'opera. Racconta, nel suo stile dissacrante e un po' cruento, l'ingordigia di Wall Street, i capolavori di Michelangelo e di Caravaggio, peculiarità e storie di regioni e Paesi. Senza risparmiare niente e nessuno, né i colossi dell'Arte né lo star-system di oggi, citando il Vecchio per raccontare il Nuovo, mostrando l'Altro per raccontare il Sè. Enrico attacca convenzioni e ideologie, per mostrare ciò che vi nasconde."Nella ricerca dell'autore - scrisse Maurizio Sciaccaluga - le vicende recenti dell'umanità, le icone che rappresentano lo status quo del mondo di oggi, perfino le figure emblematiche della storia dell'arte e del pensiero, sono passate attraverso un setaccio fatto di toni roboanti e lucenti, grazie ai quali l'esagerazione dello stile finisce con lo svelare l'assurdità e l'ingiustizia profonda delle cose: l'artista scava e scruta tra le debolezze umane, nelle ferite e nelle lacune del passato dell'umanità, e ridicolizzando errori e orrori compie, a nome collettivo, una specie di emendatio: scaricati sulla tela, sbattuti nelle prima pagina del quadro, le colpe e i debiti possono almeno per un momento essere considerati estinti, pagati. Insomma, ci si può anche ridere sopra, seppure di un riso amaro, caustico, acre".   Medit Winter Fashion Tutto pronto per il Medit Winter Fashion2019./ Luxury Bridal  Il1 Dicembre, andrà in scena il Medit Winter Fashion che si propone con un evento nell'evento,  Il Contest dedicato ai Fashion Designer che si confronteranno con delle creazioni dedicate agli Anni 50”, con una giuria prestigiosa. Il presidente di Giuria Giuseppe Fata considerato! IL GENIO DELL'ARTE SULLA TESTA” pluripremiato a livello internazionale, e che ci omaggerà direttamente da Parigi Fashion Week”IMPERIAL”con un opera dedicata al genio della moda: Karl Langerfeld! La dott.ssa Lorella Ridenti, Direttrice  di ben tre Testate giornalistiche molto importanti: VOI in primo piano/ LEI style/ ORA Magazine, a Lei verrà consegnata una targa a riconoscimento della sua carriera giornalistica, dalle mani del Prof.Rosario Polizzi ,noto Chirurgo e politico. La dott.ssa Silvia Viterbo ,giornalista conosciuta  a livello nazionale ,ufficio stampa per testate giornalistica di rilievo Nazionale. Altra Partecipante della Giuria, Maria Maddalena Sardella, nota Imprenditrice a capo di un azienda ,donna Fashion attenta ai dettagli moda. Oronzo Luparelli,  proprietario di un azienda di tessuti, il quale insieme all'Associazione ,ha messo a disposizione un premio molto importante, il secondo  classificato riceverà  a sua scelta una fornitura di tessuto per le sue creazioni. Il Primo Premio, entrerà di diritto nel  MSFashion2020 nella sezione Brand. I fashion Designer che si contenderanno questi premi prestigiosi sono: Gianpaolo Proietto –Ragusa –Marina D'Antone –Catania –Grazia Urbano –San Severo- Giuseppe Mattucci –Chieti ( quest'ultimo classificatosi al terzo Posto al contest di questa estate). La sfilata Proseguirà, con  Brand già affermati, collezioni create per questa edizione che vedremo in passerella: Massimo Orsini Couture Varon Couture - Annicchiarico Atelier di Angela e Vita, Adriana Dama e Fiammetta Fazio. Chiuderà la sfilata la Collezione 2020 dell' Atelier Eme'dedicata a tutte le future spose.   Un Evening Fashion che ci lascerà senza parole.. L'evento avrà  una sezione dedicata al Luxury Wedding, avremo espositori che ci proporranno delle idee  Per il Matrimonio, diverse, alternative ma di altissima qualità ed eleganza Il Make Up e Hair Style è stato affidato a uno staff di alta esperienza: Mino Cisternino e Tiziana Lamannuzzi saranno addetti alle acconciature, per il Make Up: Clara Perta, Ilaria Leo e Claudia Assettati. I prodotti per il Make Up saranno gentilmente offerti da Nee Make Up di FrancescoMola Le scenografie che non mancheranno di stupirvi sono a cura di Rino  Tateo, la regia di Oliver Oliva coadiuvato da Valentina Bianco e Simone Mazza. La conduzione affidata al noto presentatore RAI Anthony Peth  che come questa estate ci coinvolgerà con la sua simpatia e professionalità La location che ospiterà l'evento è una delle location più belle della Puglia MASSERIA CASELLI  ( Carovigno),  1 Dicembre  2019- orari 11.12.30 /16.00 -21.30 Ingresso Libero. Media Partner IDEA Radio / Atelier Emè “L'ABC DELL'ECONOMIA E DELLA FINANZA” Dopo il grande successo della presentazione milanese “L'ABC DELL'ECONOMIA E DELLA FINANZA” di Adriano Teso con Fabio Cesaro edito da Mondadori Electa arriva nella città eterna con un successo strepitoso di nuovo firmato dalla regia di Morino Studio di Laura Morino.   Gremita la presentazione nella scenografica Sala del Tempio di Adriano: una lectione  di Adriano Teso, accompagnato da Roberto Arditti, unita a spunti e riflessioni del coinvolto pubblico.   Successivamente gli ospiti sono stati accolti nell'esclusiva location privata, al piano superiore, del ristorante romano ENOTECA SPIRITI.   Piazza Di Pietra lunedì 25 Novembre, era più viva e suggestiva che mai: le colonne illuminate, musica e tanti ospiti tra cui: Renato Balestra con le figlie Federica e Fabiana con Mario Alberto Giuliano, il Generale dell'Aeronautica Settimo Caputo, il Generale dei Carabinieri Antonio Girone, le regine dei salotti romani Maria Consiglio Visco Marigliano, Marisela Federici, Maria Pia Ruspoli, Marisa Stirpe, imprenditori, politici e uomini dell'economia e della finanza come Antonio Melidoni, Paolo Alberto De Angelis, Carlo Scognamiglio Pasini, Arturo Diaconale con la moglie Barbara Alessandrini,  Rocco Crimi con la moglie Esther, stampa e PR tra cui Camilla Morabito, Giulia Cerasoli e Marilù Lucrezio e tra i volti cinema e TV anche Eliana Miglio e Giancarlo Scarchilli.   Made in Rome : un luogo magico Nel cuore della capitale, di fronte Via dei Fori Imperiali, c'è la nuova struttura di prestigio Made in Rome Luxury BB del giovane imprenditore Luciano Maiello. La guest house si distingue per la raffinatezza degli interni e per l'impareggiabile vista del rooftop. Il magnifico terrazzo, infatti, ha vista a 360 gradi sui principali monumenti romani. Dal Colosseo al Vittoriano l'ospite potrà godere di un affaccio magnifico nel cuore della Roma storica ed antica. Le lussuose camere si compongono di arredamenti lineari e di gusto dal nome tipico della vista dove affacciano. Troviamo la maestosa suite Colosseo, la tripla Piazza Venezia e le doppie Rione Monti e Fori Imperiali. La struttura si presta anche per l'organizzazione di cocktail aziendali, feste private ed happening. Consigliatissima! Nasce Snap! Creative Art Snap! Creative Hub, agenzia di comunicazione romana, si specializza e lancia la sua divisione cultura, dedicata all'ideazione, produzione e organizzazione di eventi culturali e artistici, fiere e mostre. Il progetto Snap!Creative Art, nato da un'idea di Fabrizio Conti, Direttore Creativo dell'agenzia, verrà presentato al Rome Museum Exhibition, manifestazione sui musei e sul turismo culturale, organizzata da Fiera di Roma e ISI.URB, col patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e nell'ambito dell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale. L'appuntamento si terrà dal 27 al 29 novembre presso la Fiera di Roma.Dopo il successo della prima edizione nel 2018 con 5.000 visitatori professionali e oltre 500 direttori di museo partecipanti, l'edizione 2019 di RO.ME offre un programma denso di appuntamenti ed eventi. “Investire in cultura è una scelta strategica - afferma Fabrizio Conti, da anni nel settore degli eventi e con una grande passione per l'arte - “Un modo nuovo di fare comunicazione valido per le aziende, le istituzioni e gli enti locali. Per una città, un'azienda o un'Istituzione, essere protagonista di un evento dove, di volta in volta, vengono richiamate la storia e le tradizioni, la valorizzazione delle arti, il rispetto delle diverse culture, la contaminazione sana di passato e futuro, costituisce una opportunità di grande importanza".Negli ultimi anni in Italia si sta assistendo all'organizzazione di numerosi eventi culturali che sono diventati un vero e proprio asset attrattivo per il turismo, nazionale e internazionale. Sono già molti gli enti e i comuni italiani, le aziende e le fondazioni che si rivolgono a società specializzate nella progettazione di eventi culturali di grande richiamo. Snap!Creative Art nasce da una grande esperienza di brand & event marketing e di creazione di contenuti. Il connubio di questi due aspetti ha portato in modo naturale a vedere gli eventi come un'opportunità di edutainment. Poter esprimere i valori del proprio brand attraverso il racconto della storia usando musica, canto, danza e recitazione, garantisce un grande appeal presso il pubblico e stimola ormai sempre di più l'interesse dei media. Grazie ad un team di professionisti del settore: creative strategist, producers, P.R, addetti stampa, Snap Creative!Art cura ogni fase del progetto. Dall'ideazione e lo story telling, all'organizzazione e produzione stessa. Fondamentale e punto di forza è la partnership conGGroup International, azienda leader nel settore degli allestimenti e, soprattutto, all'avanguardia nelle forniture tecnologiche audio, video e luci, indispensabili per eventi sempre più spettacolari e di livello.  Niccolò Fabi al teatro degli Arcimboldi di MILANO). Dopo la data zero a La città del Teatro di Cascina (PI), parte domenica 1 dicembre dal Teatro Alighieri di Ravenna (biglietti esauriti) il nuovo tour di NICCOLÒ FABI che, tra dicembre e gennaio, sarà protagonista sui palchi dei principali teatri italiani per presentare i brani del suo nuovo album “Tradizione e Tradimento” e le canzoni del suo repertorio, riproposte al pubblico in una nuova veste musicale.   Lo spettacolo è una vera e propria esperienza in cui immergersi totalmente, lasciandosi trasportare da 2 ore ininterrotte di musica. Un movimento continuo in cui le parole e il suono si mescolano perfettamente con un nuovo immaginario visivo. La scoperta, e il conseguente stupore, di un mondo in cui al centro di tutto rimane la musica. Un emozionante viaggio ricco anche di quelle sperimentazioni sonore che caratterizzano il nuovo album “Tradizione e Tradimento”.   Sul palco insieme a Niccolò Fabi (voce, chitarra e piano) presenti gli amici e colleghi Roberto Angelini (chitarre, ARP e cori), Pier Cortese (chitarre, Ipad e cori) Alberto Bianco (basso, chitarre e cori) Daniele “mf coffee” Rossi (synth, piano e moog) e Filippo Cornaglia (batteria, elettronica e glockenspiel).   Disponibile in tutti i negozi di dischi, in digital download e sulle piattaforme streaming, “TRADIZIONE E TRADIMENTO” è un album che parla di scelte e che rappresenta esso stesso una scelta: quella di scrivere solo quando si è mossi da una reale ispirazione e necessità (https://pld.lnk.to/TradizioneETradimento).   Scritto e registrato tra Roma e Ibiza il disco è il risultato di un lavoro corale che vede alla produzione artistica Niccolò Fabi insieme a Roberto Angelini e Pier Cortese, storici amici e compagni di viaggio e di palco. Determinante sui 3 brani, “Amori con le ali”, “Nel blu” e “A prescindere da me”, la collaborazione, dal suo studio di Ibiza, con Costanza Francavilla, musicista e produttrice romana. Yakamoto Kotsuga, produttore e compositore di colonne sonore, ha invece caratterizzato l'arrangiamento di “Io sono l'altro”. Completano la squadra che ha collaborato al disco Riccardo Parravicini che lo ha registrato e mixato, e i musicisti Daniele "mr Coffee" Rossi, Fabio Rondanini e Max Dedo. Eyes Wide Sex Party a Bologna: arriva MALENA SPETTACOLI / Sabato il primo Eyes Wide Sex party a Bologna: arriva MALENA con le "Malenite", emancipate "seguaci" dell'attrice Bologna, 28 novembre 2019 - La prima festa Eyes Wide Sex in Italia è in programma, sabato 30 novembre nei pressi di Bologna, insieme a Malena: astro femminile del cinema per adulti e volto noto dell'intrattenimento in TV, che arriva a Minerbio con il proprio e femminile proselito. Sono passati vent'anni dal capolavoro cinematografico di Stanley Kubrick, che nel 1999 ha dipinto sul grande schermo le trasgressioni all'interno della coppia: le identiche emozioni e complicità, che animano sabato l'evento al Certe Notti Spa & Privè Country Village Naturist Club (via Mino 2, Minerbio - BO), l'innovativa struttura wellness, ricreativa e naturista, riservata ai soli soci adulti. Per partecipare non serve la parola d'ordine: durante il check-in nel villaggio vacanze, gli ospiti saranno omaggiati di mantelli e maschere per celare la propria identità, nonché di un biglietto da compilare in anonimato. L'evento è progettato per consentire, anche a chi è solamente curioso e intrigato, sia in coppia che come singola o singolo partecipante, può assaggiare il gusto piccante del mondo libertino. Per il primo Eyes Wide Sex in Italia, sono attese sabato in provincia di Bologna, anche una decina de “Le Malenite”: non si tratta del fan club di Milena Mastromarino, in arte Malena, ma di un'avanguardia di donne e ragazze emancipate, provenienti da tutta la Penisola, che sostengono e condividono l'indipendenza e le libere scelte femminili, soprattutto inerenti la sessualità, di cui la 36enne attrice di Gioia del Colle (BA) è l'emblematica rappresentante. Sembra porno, ma non è. E trasmette l'allegria: in un'area dell'ampia struttura è posizionata una particolare urna, dove sabato sera i partecipanti possono inserire il foglietto con la propria segreta fantasia. Malena, insieme alle Malenite, seleziona sabato sera i racconti più conturbanti e le confidenze più maliziose, per condividere insieme al pubblico, la trasgressione nell'innovativo club Certe Notti in provincia di Bologna. La Artivista Adele Ceraudo protagonista al Riff di Roma l'Artivista Adele Ceraudo protagonista al Riff di Roma A partire dalla prima edizione del 2002, il RIFF è diventato sempre di più un appuntamento seguito con interesse dal pubblico di Roma e un riferimento per i filmakers di tutto il mondo. In questi anni, infatti, il Riff ha ricevuto opere provenienti dai 5 continenti finendo col diventare un attento testimone delle direzioni e delle passioni del cinema indipendente. un'installazione nel foyer del Nuovo Cinema Aquila e il cortometraggio fuori concorso IO NON SONO PAZZA realizzato in collaborazione con il regista Duccio Forzano, sono stati al centro della 18sima edizione del RIFF - ROME INDIPENDENT FILM FESTIVAL L'approdo alla performance art è solamente l'ultimo step di un percorso travagliato, sofferto e continuamente rinnovato, che ha portato Adele Ceraudo a confrontarsi con gli aspetti più disparati dell'univrso femminile. Un incontro tra arte, cinema e musica. L'Artista Ha fatto convogliare in esso tutte le sue esperienze formative, per dare voce agli aspetti meno felici del femminile. La parte video è stata creata per sesta edizione della manifestazione L'Arte Non Mente, girata all'ex manicomio di Udine. IO NON SONO PAZZA è riuscita ad esprimere per mezzo dell'arte le sensazioni suscitate da questa struttura, che ancora conserva tutta la sua tragicit legata alle donne che venivano rinchiuse . Insieme al regista Ducio Forzano hanno girato al Padiglione 9, quello che una volta era riservato alle donne scomode, rinchiuse da mariti e familiari, costrette a subire torture e mortificazioni psicologiche tali da condurle alla follia. Hanno incentrato il corto sulle lettere delle vere recluse dell'ospedale psichiatrico, intitolandolo così Io Non sono pazza. Una serata per la casa del “dopo di noi” Oltre 200 persone presenti per una grande serata che ha destinato il ricavato alla casa del "dopo di noi". In cucina, insieme ai pompieri, giornalisti, politici e imprenditori, come Maria Vittoria Ferreani, socio fondatore di Aime Donna e titolare del Crotto Valtellina di Malnate. Spezzatino di manzo al Sassella, con polenta taragna, funghi porcini trifolati e castagne al burro, questa la prelibatezza preparata da Maria Vittoria per le 210 persone presenti, che hanno potuto gustare i piatti preparati e tutti per una buona causa. Ai Vigili del Fuoco è stata data la medaglia d'oro del Gran Galà in Blu organizzato dall'associazione Articolo Tre, una cena solidale che ha raccolto fondi per dare concretezza, un tetto e un indirizzo al Dopo di Noi. Una serata di festa, di passione sociale e di entusiasmo grazie all'energia di Emanuela Romeo, Francesco Marcello, i vertici di Aime, lo chef Davide Aviano e di quei politici, imprenditori, pompieri e giornalisti che hanno vestito i panni (anzi, i grembiuli) di cuochi improvvisati, che siamo andati a scovare, inseguire e interpellare in un habitat a loro poco consono! 4 le squadre, quindi, che, con spirito di beneficenza, hanno dato il meglio di sé, per dare una risposta importante ad un un'iniziativa nobile e meritevole. Ma le iniziative nelle quali è coinvolta la Ferreani non finiscono qui; infatti, il 20 Novembre, a Rho Fiera, dalle ore 11 del mattino, in occasione di SIMEI, Maria Vittoria è stata una delle protagoniste del Forum of the Women in Wine Worldwide, per la prima volta nel mondo, l'incontro con le Donne del Vino delle associazioni estere, un appuntamento molto importante per tutta l'associazione di cui fa parte la Ferreani. Argentina, Australia, Austria, Cile Croazia, Francia, Georgia, Germania, Nuova Zelanda, Peru', USA saranno protagoniste di questo evento, unico nel suo genere, durante il quale si incontreranno le Donne imprenditrici del settore, enotecarie, giornaliste esperte di food and wine, ristoratrici, unite dalla loro comune passione e lavoro, per sviluppare nuovi progetti e una Rete Mondiale per scambiare opinioni e far conoscere il vino dei singoli Paesi a livello internazionale in uno scambio reciproco di comunicazione, eventi, progetti comuni. Il vino è soprattutto e da tempo donna!Sempre il 20, alle ore 20,00, alla Taverna Moriggi, storico locale milanese tutela delle belle arti, in via Morigi 8 a Milano, è seguita la cena con le donne del vino del mondo e il Premio Personaggio dell'Anno che quest'anno andrà a Simonetta Doni, grafica designer ideatrice di molte etichette, con un passato nel settore della grafica per i grandi cataloghi d'arte. Poi, due amici le chiesero di fare l'etichetta per il loro vino, il Ser Lapo, rosso toscano. Da quel giorno, Simonetta è diventata la signora delle etichette e oggi veste le più importanti bottiglie italiane e non solo.  “L'etichetta di un vino è fondamentale al primo sguardo; chi la crea, come Simonetta, è una vera artista, che sa entrare nell'anima del nettare degli dei, nella sua essenza, nelle sue differenze, perché ogni vino è diverso dall'altro. Spesso le etichette sono piccoli quadri, capaci di emozionare e Simonetta lo sa bene”-dice Maria Vittoria Ferreani-NELLA FOTO. Il 21 alle ore 10,sempre a Rho Fiera, è stato organizzato l'incontro “Donne e vino; opportunità e sfide”, aspettative e nuove risorse che attendono il mondo del vino nel turismo ed economia circolare. Porteranno i loro contributi Carlos Santos CEO di Amorim Cork Italia, Roberta Garibaldi, Docente all'Università di Bergamo e maggiore esperta di turismo enogastronomico, LCI Lavorazione Carta Riciclata Italiana. A conclusione lavori, è stato consegnato a Maria Luisa Ronchi, prima sommelliere donna d'Europa, una delle 4 fondatrici dell'Associazione Nazionale Donne del vino, un attestato di benemerenza come segno di ringraziamento e gratitudine per cio' che fatto per la cultura del vino.       Eccellenze Italiane Dal 1 al 6 dicembre Milano sarà conquistata dalle eccellenze tipiche agroalimentari della provincia di Napoli, grazie all'iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Napoli presieduta da Ciro Fiola e da S.I. Impresa Azienda Speciale. Il grande evento dal titolo LORO DI NAPOLI, che si terrà presso lo Spazio Campania di Piazza Fontana, a Milano, prevede un'alternanza di aperitivi a degustazione gratuita ogni sera con un protagonista diverso del food and wine, testimonial famosi, uno chef guest star come il due stelle Michelin Gennaro Esposito, che proporrà showcooking a base di prodotti della provincia di Napoli. Dal 27 novembre al 3 dicembre un'apecar brandizzata sosterà nei punti nevralgici di Milano per far scoprire al pubblico le iniziative che animeranno lo Spazio Campania grazie alla Camera di Commercio di Napoli. Dal 30 novembre al 6 dicembre un team dedicato e dal look personalizzato, presidierà il centro di Milano per distribuire il materiale di informazione e coinvolgere il pubblico in un divertente selfie che, se postato sui rispettivi social media, consentirà di ricevere in omaggio un originale e pratico ricettario. Dall'1 al 6 dicembre, dalle ore 10:00 alle 21:30, sarà possibile partecipare a Masterclass di vini, e a degustazioni guidate dei prodotti. Alla Masterclass sui vini ci sarà un sommelier che farà degustare una verticale di vini del Vesuvio. In data 4 dicembre è previsto alle ore 18.00 un Workshop sull'esempio di economia circolare alla presenza di un testimonial aziendale. Gli aperitivi “Naperitime” saranno i protagonisti dell'iniziativa LORO DI NAPOLI e verranno offerti ogni sera dalle 19:00 alle 21:30 al piano 0 dello Spazio Campania di Piazza Fontana. Oltre ai cocktail a base di Mela Annurca DOP e al ricettario omaggio contenente le migliori ricette tipiche partenopee, il pubblico potrà assaggiare, a seconda della serata, mozzarella di bufala campana DOP, pomodorino del Piennolo DOP, provolone tipico, vini del Vesuvio, pasta di Gragnano IGP e olio DOP della penisola sorrentina. Non mancheranno i dj set, la musica live e i performer, come una violinista che delizierà il pubblico con le sue note. LORO DI NAPOLI celebra, in questo modo, il matrimonio tra la Provincia d Napoli e Milano e il legame è rafforzato dalle eccellenze del territorio. L'idea è nata da un progetto condiviso con la Regione Campania che, come è noto, ha, tra i suoi punti forti, l'agroalimentare e l'enogastronomia. La Provincia di Napoli ha già conquistato e conquista sempre più il territorio milanese, merito della cucina, ma anche dell'enogastronomiae di un avanzamento dei prodotti agroalimentari tra cui anche il vino. “Voglio ricordare che uno de nostri vini della provincia di Napoli, Ischia, è risultato al Vinitaly il primo vino bianco”-sottolinea il dottor Ciro Fiola, Presidente Camera di Commercio della Provincia di Napoli-“ tanti anche gli altri prodotti e a Milano arriveranno, per Loro di Napoli, non solo le aziende ma anche i consorzi di tutela come quello del provolone del Monaco- una nostra specialità. Abbiamo preso il meglio che la provincia di Napoli può offrire nell'ambito enogastronomico, scegliendo i 5 consorzi di tutela che rappresentano un po' tutta la filiera enogastronomica - dalla pasta, all'olio, alla mozzarella - prodotti che si distinguono anche per la dieta mediterranea”. L'obiettivo è quello di far conoscere i prodotti direttamente con l'assaggio e con la presenza dei buyer europei per poter dare loro la migliore rappresentazione; “gli aperitivi e gli assaggi fanno realmente comprendere cosa abbiamo portato a Milano e cosa intendiamo dire quando parliamo di enogastronomia”-conclude il dottor Ciro Fiola, Presidente della Camera di Commercio della Provincia di Napoli. Tra i futuri eventi, non si esclude, per l'anno prossimo, un progetto con la Regione Lombardia in un ideale ponte di collegamento tra Napoli e Milano. DOVE: Spazio Campania-Piazza Fontana Milano QUANDO: Dal 1 al 6 Dicembre ORARIO: Dalle 10 alle 21:30 Master AIPB all'Università di Bergamo AIPB: AL VIA IL PRIMO MASTER  IN PRIVATE BANKING & WEALTH MANAGEMENT  AIPB, Associazione Italiana Private Banking, lancia una nuova iniziativa pensata per giovani neolaureati, il primo Master post-universitario in Private Banking & Wealth Management.  Il progetto del Master AIPB disegnato e realizzato dall'Associazione nasce con la motivazione di creare un percorso formativo che corrisponda ai reali bisogni dell'Industria.  Il Master avrà una durata di otto mesi con frequenza a tempo pieno.  Il piano di studi è articolato in due mesi di lezioni in aula a cui seguiranno sei mesi di stage presso  i 25 Istituti Finanziari associati ad AIPB che hanno aderito all'iniziativa.  “Siamo molto orgogliosi – dichiara Antonella Massari, Segretario Generale di AIPB – di lanciare questo progetto, che ha l'ambizione di preparare giovani neolaureati ad entrare nel Private Banking con una base formativa ampia e disegnata sui reali bisogni del settore.  Questo primo Master vuole anticipare e rispondere ad una esigenza sempre più sentita dalla nostra industria, di formare giovani professionisti attraverso un processo formativo culturale e fortemente innovativo.  I 25 istituti finanziari che hanno aderito all'iniziativa sono:  Il corso è coordinato dalla dottoressa Silva Lepore, che ha incentrato la sua carriera professionale nell'area finanza ricoprendo diversi ruoli di direzione in Sanpaolo e in Banca Sella come responsabile dei Servizi di Investimento e Private Banking.  Il corpo docente è composto da: Professori Universitari di prestigiosi Atenei Italiani, autorevoli professionisti del settore, testimonianze di esponenti dell'industria del Private Banking, testimonianze esterne al settore e interventi delle principali Istituzioni di indirizzo e controllo del settore finanziario (Consob, Banca D'Italia e Ivass).  La data di inizio delle lezioni è prevista per il giorno 4 maggio 2020.  Il Master fornisce la preparazione necessaria per intraprendere una carriera nel campo della consulenza finanziaria. Il percorso è disegnato in linea con le recenti disposizioni normative europee in materia di consulenza agli investimenti.  Il programma, altamente innovativo nella sua impostazione, comprende sia tematiche tecniche che di cultura aziendale e finanza comportamentale e verterà, inoltre sull'evoluzione dei servizi e degli strumenti finanziari dai più tradizionali ai più tecnologicamente avanzati, alle soluzioni digitali e al Fintech collegato al Private Banking.  Alla formazione in aula segue l'attività formativa sul campo da svolgersi, in Italia, in stage individuali retribuiti presso gli Istituti Finanziari associati.  ***  AIPB è l'Associazione che riunisce i principali operatori nazionali e internazionali del Private Banking, Università, Centri di ricerca, Società di servizi, Associazioni di settore, Studi legali e professionali. Nata nel 2004, AIPB è un network interdisciplinare che condivide le proprie competenze distintive per la creazione, lo sviluppo e l'allargamento della cultura del Private Banking che si rivolge a famiglie e individui con patrimoni significativi ed esigenze complesse di investimento. Gli operatori del Private Banking mettono a disposizione di questa clientela competenze qualificate, un'ampia gamma di servizi personalizzati in base alle specifiche esigenze di ogni singolo cliente e strutture organizzative dedicate. Perseguendo qualità ed eccellenza, scopo di AIPB è promuovere e valorizzare, attraverso costanti attività istituzionali, culturali e formative il servizio di Private Banking in termini di competenza, trasparenza ed efficacia nei confronti dei bisogni e delle necessità di individui e famiglie.  Sito web: www.master.aipb.it  Mail: segreteria.master.aipb.it  É già tempo di Capodanno A CAPODANNO AL JUST CAVALLI MILANO sarà senz'altro una festa da mille e una notte. Dalle 19 e 30 all'alba, chi ha voglia di sentirsi una stella, almeno una volta nella vita, qui può farlo, tra Photo Call, red carpet e tutto ciò che serve per sognare. Grandi dj e piatti d'eccellenza fanno il resto.Ma Just Cavalli Milano resterà aperto anche a Natale, per celebrare queste feste nell'esclusiva ed elegante cornice degli eventi piu' glamour e delle cene di qualità. Just Cavalli Restaurant & Club, location firmata dal noto stilista Roberto Cavalli e punto di riferimento per la città e per gli eventi internazionali.Armonie di vetro e metallo, giardino fiabesco, esclusivo dehor e atmosfere glamour, è il ritrovo per eccellenza del mondo della moda, dello sport e dello spettacolo.Mantiene l'impronta tipica del famoso stilista in un sapiente mix con gli arredi black e le pareti cristallo.E' situato alla base della Torre Branca, progettata da Gio' Ponti e il grande giardino a ridosso del Parco Sempione si trasforma, durante l'estate, in una grande ed elegante discoteca all'aperto.Ideale per un aperitivo, la cena e la serata in discoteca, propone una cucina di qualità, che ricama, piatto dopo piatto, un menu a la carte ricco di specialità internazionali e ricette figlie della piu' alta tradizione italiana con tocchi originali e piatti per tutti.Nella lounge, invece, va in scena la fantasia, con l'esclusiva selezione di piatti eclettici, come il crostino caldo con tartare di tonno e caviale, o la tartare di chianina e tartufo, la Signature Cavalli Style, con selezione di tartare e pesce crudo del giorno, come gamberi fritti, guacamole, tartare di ricciola, polpo, cipolla caramellata e burrata, il tuna sushi, l'uovo poche', con crema al parmigiano reggiano e tartufo bianco d'Alba, , o la tartare di salmone con avocado e riso fritto, o di tonno con cipolla caramellata, la costoletta di agnello su purea di patate e ribes e marmellata, la carne australiana, i Paccheri con King Crab e tonno, il tutto accompagnato da vino rosso LE REDINI di Tenuta degli Dei.   I signature cocktail sono ad alto tasso creativo, come Dragon Heart, a base di Ginarte, Lavender Syrup, Dragon Fruit, Lime, Sugar, Grenadine Syrup, o Pina Mule, a base di Cavalli Vodka, Pineapple Shrub, Lime, Grenadine Syrup, Ginger Beer, o Moscow Mule a base di Vodka Cavalli, lime Juice, Ginger Ale. Il ristorante dà il via ad un'esperienza culinaria innovativa, con servizio molto attento e carta vini con ampia selezione di etichette di qualità, ha una struttura semicircolare in acciaio e soffitto in cristallo e pavimenti in teak; all'interno i colori sono il nero, con cuscini animalier diventati un segno distintivo dello stile Cavalli. Arredi e mise en place sono altamente glamour e sofisticati, il ristorante ha un audio ad alta tecnologia e un sistema di illuminazione con fibra ottica e mini proiettori, tra zone lounge e chill out sotto il dehor. Di sera il tocco glamour è ancora piu' spiccato, tra divani, cuscini, torce, candele e candelabri. La mise en place è fatta con prodotti unici, Roberto CavalliHome, gia' da tempo applicato nella decorazione delle sue case, delle barche, dei negozi e dei suoi Club nel mondo. Le fonti di ispirazione sono il viaggio, il sogno, la bellezza, la fantasia, il mix tra moda e design e glamour e sensualità, tra stampe iconiche e patterns delle collezioni della Maison, dall'animalier, ia damaschi, alle sovrapposizioni di colori e textures, con grande attenzione per materiali, tessuti, lavorazioni. “ Quando creo un abito, voglio che faccia risaltare in ogni momento la femminilità di una donna, così per quanto riguarda la casa, cerco di individuare il carattere delle persone a cui mi rivolgo, pensando di diffondere con i colori, il calore e la gioia di vivere che si dà innanzitutto a se stessi”-ha dichiarato Roberto Cavalli-“la mia collezione Home nasce proprio dal desiderio personale di condividere con chi mi ama l'ottimismo della mia moda, della mia creatività, della mia filosofia e del mio stile anche nel mondo della decorazione della casa….non c'è alcuna differenza tra il pensare una collezione moda o una linea per la casa.Il mio lifestyle è sempre un incontro di passioni” Lo spazio esterno è coperto da tettoie tensostrutture, con due piste all'aperto, tre bar, tre aree privè. Le serate iniziano tutto l'anno alle 19.30 con l'aperitivo, i signature cocktail e i buffet. Dopo mezzanotte, si aprono le danze e non è difficile incontrare personaggi del mondo dello spettacolo, della tv e dello sport. La musica è selezionata dai dj italiani e internazionali durante serate e feste e la filosofia del locale è quella di proporre eventi unici. Il Just Cavalli è la soluzione sofisticata per ogni vostra serata.    Show cooking al Comvegno Serit Il Convegno Serit conclude la settimana europea per la Riduzione dei Rifiuti Intenso programma di lotta allo spreco alimentare: dagli interventi istituzionali agli show cooking di Alessandro Severino e Leo Ramponi. Nella cornice piena di storia e di magia di Villa Sigurtàa Valeggio Sul Mincio, si è conclusa la Settimana Europea 2019 per la Riduzione dei Rifiuti, patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana di Unesco, il Ministero dell'Ambiente e numerosi organismi a livello locale.  Durante il Convegno organizzato da SER.I.T.(Servizi per l'Igiene del Territorio, che opera nella provincia di Verona) si è affrontato il tema dello spreco alimentare, con l'intervento sia di relatori delle amministrazioni pubbliche di Lombardia e Veneto, sia di sponsor industriali e commerciali con proposte di azioni volte a prevenire, ridurre o riciclare correttamente i rifiuti.    Ha introdotto i relatori il Presidente di SER.I.T.Massimo Mariotti, mentre Maurizio Alfeo Direttore Generale ha sottolineato l'impegno della società nel rispetto dell'ambiente. I progetti europei sono stati trattati dall'avv. Riccardo Donà Domeneghetti consulente SER.I.T.   Molto apprezzati dal pubblico, durante l'intervallo dei lavori, Alessandro Severino, chef a domicilio, e Leopoldo Ramponi, del ristorante Il Bersagliere di Verona, che hanno illustrato come recuperare avanzi e scarti dei cibi, dimostrando come un'attenta cura nel realizzare ricette gustose e innovative spesso permetta anche di valorizzare alimenti che talvolta vengono trascurati o sprecati.   Fra gli sponsor dell'evento il Salumificio Colombodi Varese, il cui titolare Marco Colombo non si è limitato a portare al convegno la propria esperienza in qualità di presidente di AIME Agroalimentare, associazione che riunisce numerosi imprenditori italiani ed europei: i suoi salumi alla birra, al gorgonzola, rustici, ecc. sono stati offerti con generosità al pubblico presente, insieme ai tipici tortellini di Valeggiopreparati al momento grazie al pastificio di Eva Nocentelli. Un eccellente Lugana, “Il Germano”, prodotto in Tenuta Fantona con la tipica uva turbiana a raccolta leggermente tardiva, è stato offerto con grande successo agli ospiti dalla Cantina Seiterre. Un grazie anche a Maria Vittoria Ferreanidel Crotto Valtellinadi Malnate (Varese) per gli ottimi Grissini Valbuzzi.   Hanno preso parte al dibattito Gianmarco Senna Attività produttive Regione Lombardia, Giampaolo Berni Ferretti Presidente associazione culturale Milano Vapore, Laura Caradonna Presidente Consulta Femminile Interassociativa, Letizia Zanetti Docente in Scienza e Cultura, Pierantonio Bombardieri Lions Club Bergamo Host, Paolo Chitussi di TWL Systems. Per il Comune di Valeggioil sindaco Alessandro Gardoni e gli assessoriFranca Benini, Bruna Bigagnoli e Veronica Paon.   Pietro Penati presidente diExcellence for Wellness, nel suo intervento legato al benessere ha presentato i servizi e i progetti innovativi di HCM Italiae in particolare le strutture residenziali e i servizi di assistenza domiciliare. Ha poi concluso i lavori con un accenno alla sana alimentazione e la riscoperta dei cibi tradizionali.    Al termine del convegno Massimo Mariottiha ribadito alla stampa presente l'impegno di Serit, che prosegue e non termina oggi: “Stiamo organizzando una serie di incontri per invitare all'attenzione contro lo spreco. E' importante comprare facendo attenzione a non prendere troppi imballaggi, e successivamente prestando attenzione alla raccolta differenziata. E' necessario che le istituzioni si impegnino per far comprendere ai cittadini le azioni virtuose necessarie per evitare gli sprechi.”       Serata Skin Skin è un format che si svolge ogni giovedì da Nuda e Cruda; il locale si trasformA, dopo la cena, in un vero e proprio club con dj set per tutta la durata dell'evento e cocktail a tema by Lorenzo Allegrini. Skin non è solo una serata, ma un vero e proprio movimento, che abbraccia la musica, il design e soprattutto il futuro. Lo staff è di altissimo livello professionale (come Fabiana, nella foto), curato anche nel look, in perfetto stile con il locale di Edoardo Maggiori, giovane e illuminato imprenditore, un esempio per la sua generazione. In tutti i locali di Maggiori , è già stato inaugurato il pranzo, dalle 12 alle 1530 e dalle 18 alle 24,30 la cena, con la stessa offerta tipica dei locali. Unici due fuori menu, da nuda e cruda un piatto unico con carpaccio, riso, insalata e burrata e tartare burger con hamburger, tartare fredda e pane riscaldato. Nuda e Cruda si prepara alle feste di Natale e Capodanno, Per il 25 Dicembre verrà organizzato un aperitivo buffet dalle 16 in poi con sushi di carne, carpacci e tartare € 10 drink incluso, il pranzo, invece-euro 40 a persona-prevede Quattro tipologie di benvenuto dello Chef, Flutè di prosecco Valdobbiadene “Cartizze” Brut, Manzo di pozza, salsa tonnata e fiori di cappero, si prosegue, poi, con Tartare di Manzo chirashi con salsa alla pizzaiola, Carpaccio di cavallo, salsa thermidor e nocciole, Smoothies sedano e zenzero, Filetto di maialino cotto a bassa tempertura, spinaci e crema parmantier. Per finire, Cubo di panettone con Zabaione caldo e mirtilli,accompagnato dall'Ambrogino, Villa ascenti, limone infuso alla mandorla, sciroppo  di uvetta e champagne. Il 31, invece, Capodanno con cena-90 euro a persona-con inizio alle 20,30 e festeggiamenti sino a notte fonda per celebrare adeguatamente il nuovo anno.  .       Il Vino Secondo..... Il vino secondo…è Il nuovo format di Sorso di Vino di Milano, che farà il suo esordio nel mese di Dicembre 2019, precisamente il 10 dicembre, grazie all'iniziativa e al senso di solidarietà di Maria Cristina Francescon, Italian Lifestyle Ambassador, Sommeliere e proprietaria di Sorso di Vino. “Ospiteremo persone e personaggi del mondo del vino e non che, rispondendo a 10 domande intorno e dentro al vino, lo descriveranno in base al loro lifestyle. Un appuntamento mensile della durata di un paio d'ore circa, dalle h20.00 alle h 22.00 in presenza di un pubblico formato da una decina, massimo quindici persone”-dice Maria Cristina Francescon-“un'esperienza interattiva ed informale con lo scopo di fare cultura del vino mediante l'uso, le usanze, le abitudini, le curiosità dei nostri ospiti. Il vino secondo…. le parole, gli aneddoti, le riflessioni, le rivelazioni e le emozioni di personaggi che con noi condivideranno un calice di buon vino perché… alla fine… sarà comunque lui a tener banco! Chi sarà il primo protagonista (vino a parte) della stagione? Seguiteci e lo scoprirete! Senza dimenticare che “Il Vino secondo...” è un format totalmente charity: l'intero ricavato andrà infatti devoluto ad un'associazione benefica il cui rappresentate sarà presente per l'incasso della serata. Sorso di Vino per il vino e per il sociale!” Appuntamento, quindi, Martedì 10 dicembre 2019 dalle h 20.00 alle h 22.00, all'Enoteca Sorso Di Vino di via Stoppani 20 a Milano-25€ a persona come ingresso. Posti limitati: max 15 pax-Info 349 050 8360

Dai blog