Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vittorio Feltri sfotte la sinistra kamikaze: "Salvini e i rom? Non sono mai stufi di perdere consenso"

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Poche parole, tremendamente efficaci, per inquadrare il caso delle ultime ore: la levata di scudi contro Matteo Salvini, "reo" di aver proposto un censimento dei rom, al fine di individuare ed espellere gli irregolari. Le poche parole sono quelle spese su Twitter da Vittorio Feltri. Nel mirino c'è la sinistra, la quale attacca senza soluzione di continuità il ministro dell'Interno. Il direttore cinguetta: Salvini vuole censire gli zingari e la sinistra, mai stanca di perdere consenso popolare, lo attacca.— Vittorio Feltri (@vfeltri) 19 giugno 2018 Tutto torna, insomma. Salvini - pur con toni magari troppo forti - propone il censimento dei rom, un sondaggio di AnalisiPolitica mette nero su bianco che l'80% degli italiani è favorevole all'iniziativa e la sinistra che fa? Ovviamente attacca il censimento: la vocazione al martirio è eterna. Come dimostrano, tra le altre, le infelici dichiarazioni di Maria Elena Boschi, che si è spesa in un paragone neppur troppo velato tra il vicepremier leghista e il nazi-fascimo. Leggi anche: Feltri, la dritta a Salvini: "Rai, cosa ti resta da fare"

Dai blog