Cerca

Ahia

Sergio Marchionne? "Aveva ragione lui". Luca Cordero di Montezemolo umiliato pubblicamente così

11 Agosto 2018

3
"Sergio Marchionne aveva ragione". Luca Cordero di Montezemolo umiliato pubblicamente così

La vicenda la racconta uno scoop di Dagospia. Si svolge a Stromboli e ha per protagonista Luca Cordero di Montezemolo. Il quale, scrive un lettore a Dago, l'altra sera ha platealmente saltato la coda per le navette che portano all'osservatorio sul vulcano, provocando una mezza insurrezione tra gli altri turisti. Montez, però, se n'è fregato salendo sulla nevetta senza aspettare il suo turno.

Un racconto al quale ha voluto rispondere una delle figlie dell'ex manager di Fiat, Ferrari, Alitalia e Italo, pure lei presente ai fatti di Stromboli: "La verità, dice, è che avevamo prenotato giorni prima una navetta provata e quella abbiamo preso". E ancora: "La cosa più spiacevole sono stati gli urli di un signore che rivolgendosi a mio padre gli ha detto 'aveva ragione Marchionne'. Trovo davvero deplorevole menzionare una persona che non c'è più per fare commenti infelici".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Cicalino bip

    11 Agosto 2018 - 21:09

    Montezufolo, quanto a nullità in casa Fiat, fa il paio con Lapo Elkann... A che cosa servono?? Bene ha fatto Marchionne a cacciarlo via, lui non sopportava le persone inutili...!!

    Report

    Rispondi

  • Cicalino bip

    11 Agosto 2018 - 20:08

    Italia '90, Marone Cinzano,Confindustria, Fieg, Alitalia e molto altro in società con lo scarparo Della Valle... Cariche che al paese non hanno mai prodotto NULLA ! Ha fatto bene M;archionne a cacciarlo dalla Ferrari che come il mitico Enzo non amava gli uomini inutili e per questo dannosi. Piaceva solo ad Agnelli, chissà perchè....

    Report

    Rispondi

  • Pierino La Pest

    11 Agosto 2018 - 18:06

    le teste di cazzo non fanno coda!! Ovvero : La coda la saltano le teste di cazzo! Elementare Watson!

    Report

    Rispondi

media