Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paolo Brosio, la confessione sul passato con Emilio Fede: "Due matrimoni naufragati"

Maria Pezzi
  • a
  • a
  • a

Paolo Brosio racconta la sua carriera tra amori e soddisfazioni. Il giornalista, che da anni ha fatto della fede la sua missione di vita, ricorda quando faceva l'inviato di Tangentopoli per il Tg4 di Emilio Fede. Il primo matrimonio era naufragato allora lui si butta sul lavoro. "Era la mia unica consolazione. Dopo essere stato cacciato di casa dalla mia consorte, Fede mi trovò una stanzetta a Milano 2, arredata con tristissimi mobili anni '70. Come vicino avevo Raimondo Vianello che inveiva contro le papere nel laghetto perché facevano troppo casino".  Bilanci?  "Sono soddisfatto. Ho realizzato la mia ambizione: fare l'inviato. Grazie a Fede sono diventato famoso, ma sull'altare del successo ho sacrificato due matrimoni, compensati dai record di ascolti in trasmissioni Mediaset e Rai, soprattutto in Quelli che il calcio di Fazio. In bacheca conservo quattro Telegatti, due Tapiri e un Oscar tv". Leggi anche: Paolo Brosio all'Isola dei famosi: la confessione a Libero

Dai blog