Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sandro Veronesi, gaffe dei grillini sui "libici" di Beirut: "Esame di geografia per tagliare i parlamentari"

  • a
  • a
  • a

“Un semplice esame di geografia per tagliare drasticamente i parlamentari”. Così Sandro Veronesi è intervenuto sulle tremende gaffe dei grillini su Beirut, la capitale del Libano che sta facendo i conti con una catastrofica esplosione che ha raso al suolo la zona portuale e causato centinaia di morti e migliaia di feriti. Il celebre scrittore, fresco vincitore del premio Strega con il libro Il Colibrì, ha fatto ironia su Manlio Di Stefano e Elisa Pirro: il primo è sottosegretario agli Esteri, tra l’altro con la delega sull’Asia, mentre la seconda è senatrice. In comune hanno l’appartenenza al Movimento 5 Stelle e la poca praticità con la geografia, anche se Di Stefano ha assicurato che si è trattato di un errore di stanchezza. Fatto sta che quelli di Beirut sono diventati gli “amici libici” da abbracciare, scatenando l’ironia del web e anche di personaggi noti come Veronesi. Il quale, tra l’altro, soltanto qualche giorno fa aveva avuto uno scontro via social con Giorgia Meloni, definita “vigliacca e traditrice” per aver difeso Matteo Salvini sulla vicenda del rinvio a giudizio nell’ambito del caso Open Arms. 

Dai blog