Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sicilia: sindaci a raccolta lunedi' a Palermo, Anci 'condizioni insopportabili'

default_image

  • a
  • a
  • a

Palermo, 2 mag. - (Adnkronos) - "L'Assemblea del 5 maggio è la conferma dell'insopportabile condizione in cui versano le amministrazioni comunali siciliane, strette tra riforme mancate o confuse e il disastro finanziario della Regione. L'Assemblea rappresenta, quindi, un'importante occasione per presentare una proposta organica, una sorta di riforma del testo unico per uscire dalle perduranti incertezze e confusioni delle istituzioni regionali". A dirlo è il presidente di AnciSicilia, Leoluca Orlando, commentando l'assemblea dei sindaci siciliani in programma lunedì prossimo a Palermo, a partire dalle 9.30, nella Sala De Seta dei Cantieri Culturali alla Zisa. "Ormai da oltre un anno e mezzo - ha aggiunto Luca Cannata, sindaco di Avola e vice presidente vicario dell'AnciSicilia - noi sindaci cerchiamo un confronto con le istituzioni regionali per garantire i servizi ai nostri cittadini. La manifestazione di lunedì prossimo sarà un momento di confronto per tutelare il nostro territorio e non per difendere posizioni di potere o centri di spesa, come qualcuno vorrebbe far credere, insinuando che nei comuni ci siano reali possibilità di sprechi. La Regione deve iniziare a dare segnali di cambiamento, così come hanno già fatto gli enti locali dell'Isola, dimostrandolo con i fatti e con i numeri". "Prendiamo atto ancora una volta - conclude Paolo Amenta, sindaco di Canicattini Bagni e vice presidente dell'Associazione dei comuni siciliani - della distanza che esiste tra il governo regionale e il sistema degli enti locali. I tagli effettuati testimoniano come la Regione agisca in maniera autonoma senza ascoltare la voce e le esigenze dei comuni. L'AnciSicilia, assieme a tutte le amministrazioni dell'Isola, sta tentando di far ripartire il dialogo per innescare un percorso virtuoso in grado di rilanciare la nostra economia".

Dai blog