Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ginefra (Pd) risponde a De Benedetti su Napolitano

Ignazio Stagno
  • a
  • a
  • a

Il Pd contro Carlo De Benedetti. L'ala rossa del Nazareno, quella bersaniana mette nel mirino l'editore di Repubblica dopo le sue parole di fuoco contro Giorgio Napolitano. L'Ingegnere durante un'intervista con Giovanni Minoli al festival dei media di Donagli ha indossato i panni del "profeta" annunciando i prossimi passi di Re Giorgio: "Il capo dello Stato si dimetterà entro l'anno” e si andrà al voto in autunno. Credo – ha aggiunto – che al presidente Napolitano il Pd stia sulle palle. E dopo Napolitano vorrei uno alto e magro. Sì, Fassino”. Sono bastate queste parole a scatenare una bufera su De Benedetti. La risposta dei bersaniani - A rispondere è stato il bersaniano Dario Ginefra che su twitter afferma: "Con tutto il rispetto per De Benedetti, ma il Presidente della Repubblica non è il Presidente de La Repubblica". Dietro la levata di scudi di parte del Pd c'è anche il malumore per l'endorsement per Renzi da parte dell'Ingegnere: "Non è furbo, ma intelligente. Ho scoperto che è una spugna, ha una quantità di energia mai vista". Insomma a quanto pare De Bendetti ormai ha virato su Renzi e la minoranza Pd comincia a tremare. La battaglia interna a sinistra è aperta. Come se non bastassero già i dissidi interni del Nazareno a soffiare sul fuoco c'è anche l'Ingegnere. Mezzo Pd sfida De Benedetti. Dalle parti di Bersani&Co. è iniziata la controffensiva contro Matteo...e Repubblica. 

Dai blog