Cerca

Molestie sessuali

Laura Boldrini: "Cara Asia Argento resta in Italia, le donne sono con te"

19 Ottobre 2017

7
Laura Boldrini: "Cara Asia resta in Italia, le donne sono con te"

"Cara Asia non è il momento di arrendersi, devi restare in Italia, la stragrande maggioranza delle donne ti appoggerà". Laura Boldrini, in una intervista al Corriere della Sera lancia un appello alla Argento dopo che l'attrice ha detto di volersi trasferire all'estero per le critiche ricevute dopo la denuncia delle molestie sessuali subite dal produttore di Hollywood Harvey Weinstein.

"È il momento di fare squadra tra le donne", ha detto la Boldrini, "ognuno lo può fare nel proprio ambito, nello spettacolo, come nella politica. Alla Camera ho istituito il caucus delle donne, un gruppo di deputate interpartitico come usa negli Stati Uniti. Le donne, insieme, possono mettere al centro dell’attenzione le questioni di genere, incluso il problema degli abusi".

"Per quanto riguarda le molestie e gli stupri", ha sottolinea la presidenta, "il problema sono gli uomini e il loro comportamento. Invece in questa vicenda stiamo sentendo cose inaccettabili: aveva la minigonna? Era provocante? Perché ha denunciato così tardi? Inaccettabile, lo ripeto. Noi dobbiamo spostare l'attenzione dalle vittime ai colpevoli".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • er sola

    19 Ottobre 2017 - 18:07

    Ma levatevi dai coglioni tutte e due.

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    19 Ottobre 2017 - 18:04

    Ma fatemi il favore! la signora Asia se se ne vuole andare se ne vada nessuno la trattiene!

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    19 Ottobre 2017 - 18:04

    Ma fatemi il favore! la signora Asia se se ne vuole andare se ne vada nessuno la trattiene!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

"Non sono un criceto, esco dalla ruota". Il grillino si ribella e si schiera con la Lega

Giuseppe Conte
Mes, Luigi Di Maio avverte Conte: "Sicuri al 200% prima di firmare"
Liliana Segre, a Milano la marcia di solidarietà dei sindaci: "L'odio non ha futuro"

media